Prime stampe e... primi dubbi!

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Gvido
esperto
Messaggi: 204
Iscritto il: 18/06/2014, 12:55
Reputation:
Località: Siena

Prime stampe e... primi dubbi!

Messaggioda Gvido » 09/07/2014, 22:39

'Sera a tutti!

ieri sera, finalmente, ho fatto la tanto agognata prima sessione di CO e mi sono emozionato forse più che col primo negativo :D
Dopo aver aperto il pacco di fomaspeed 13x18, per ottenere il primo risultato, ho dovuto fare, e sbagliare, 5 (CINQUE) provini scalari: il primo l' ho fatto a tutta apertura, al secondo mi sono accorto di non aver messo filtri, al terzo mi son reso conto che intervalli di cinque secondi erano troppo ampi, al quarto ho visto che il contrasto era alto, e solo il quinto mi ha fatto tirare un sospiro di sollievo... Vi risparmierò la visione di tutto questo ben di Dio!

La seconda è andata invece liscia come l' olio (e ci credo, avevo già sbagliato lo sbagliabile).

Visto che si era fatto tardino, dopo aver fatto queste prove con materiale nuovo di zecca, alla fine non ho resistito e ho provato un paio di fogli di quella Brovira Speed che avevo nominato in questo thread http://www.analogica.it/agfa-brovira-speed-rivelatore-t8770.html. Questo più per impratichirmi con ingranditore, bacinelle e pinze che per ottenere risultati, infatti nei giorni passati avevo provato a dare un occhiata ai fogli di un pacco di grado 3 ed apparivano piuttosto gialli.

Invece, sorpresa! Il pacco di grado 5 sembra messo ancora piuttosto bene (o almeno credo)... Visto che è la stampa che più mi aggrada, ecco le scansioni fatte con la multifunzione.


https://www.dropbox.com/s/g9fhz1jx51aau9v/IMG_0002.tif


https://www.dropbox.com/s/52rm63uvpahpoq8/IMG_0001.tif


L' idea era di stamparla bella chiara e morbida, ma poi vedendo il provino ho pensato che Amore e Psiche potevano andare bene anche con un' atmosfera un po' più "dark"!

Come rivelatore, ho provato ad acquistare il Bellini D-100 AM, e non avendo fatto i test per l' accoppiata carta-rivelatore :-$ , ho deciso di scegliere un arbitrarissimo fattore 10 (sempre circa 110")...


Ma ora veniamo ai dubbi, alcuni vecchi e altri nuovi:

1)Il lavaggio. Dopo il fixer, sciaquo in acqua corrente le stampe per pochi secondi, e poi le ammollo in una bacinella 30x40 piena d' acqua, cambiando l' acqua ogni due o tre stampe. È troppo poco? Il problema è che in questo modo le prime stampe della sessione rimangono in acqua più di due ore, mentre le ultime solo una ventina di minuti, e con meno risciacqui. Considerate che uso per ora solo carta politenata (il pacco fresco di Rollei Vintage 30x40 ricevuto in omaggio per ora mi mette troppa soggezione...)

2)Le pinze. Ho due pinze per carta in plastica, e mi chiedevo se sono o meno sufficienti, se uso quella del rivelatore solo per lasciar cadere la stampa nello stop, e la pinza del fissaggio la uso per gli ultimi due bagni.

3)Il provino scalare. Il provino che ho postato (intervalli di 3") ha un numero di strisce sufficienti? Perchè così a occhio mi sembra che le strisce chiare siano un po' poche.

4)Non è un dubbio ma un ringraziamento: a tutta la community, che mi ha permesso di arrivare alla prima stampa da perfetto autodidatta! :)

Per ora mi sembra di aver messo abbastanza carne al fuoco, aspetto fiducioso vostri pareri, critiche, consigli e quant' altro



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9132
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Prime stampe e... primi dubbi!

Messaggioda chromemax » 09/07/2014, 23:04

Complimenti per le tue prime stampe.
1) Le carte politenate (in genere con sigla PE o RC) hano bisogno di uno lavaggio piuttosto breve, 10 minuti, in acqua corrente.
2) Per le pinze l'importante è che si ail fissaggio che l'arresto non entrino in contatto con lo sviluppo, come stai facendo ora va bene.
3) il provino deve avere almeno un settore chiaramente troppo scuro e un settore chiaramente troppo chiaro, in pratica il provino deve contenere, in tutti i settori di cui è composto, tutte le informazioni presenti nel negativo e i due settori troppo-scuro e troppo-chiaro ti danno la certezza che hai raggiunto i limiti di tonalità presenti nel negativo. Se quello che pare buono è, per esempio, il settore più chiaro --oppure se solo le tonalità più chiare appaiono buone nel settore più chiaro-- non hai nessuna informazioni che ti possa dire se con meno esposizione sarebbe anche meglio; idem per lo scuro. Quando i toni chiari e i toni scuri sono buoni all'interno dello stesso settore allora anche il contrasto è giusto. Se in un settore sono buoni i toni chiari ma quelli scuri sono troppo grigi allora il contrasto è troppo morbido e bisogna rifare un provino usando un contrasto più alto. Se in un settore i toni chiari sono giusti ma quelli scuri sono troppo nei il contrasto è troppo alto e il provino va rifatto usando una gradazione più morbida. Se all'interno dello stesso settore non ci sono sia i toni chiari e i toni scuri che interessano ma sono uno da una parte e l'altro da una altra della fotografia, segui il video di andrea sul provino. Il provino che hai postato a me sembra troppo molto morbido. Si è anche un po' sbilanciato verso lo scuro, un'altro provino con meno tempo o col diaframma più chiuso, avrebbe aiutato nella valutazione
Nessuno vieta, dopo aver aggiustato la stampa con un buon provino per contrasto ed esposizionem fare un secondo provino con tempi più brevi per raffinare bene il tempo di esposizione, arrivando al giusto tempo per approssimazioni successive.
Anche la stampa mi sembra un po' troppo grigia, non ci sono luci e la carta probabilmente è velata dall'età.



Avatar utente
Gvido
esperto
Messaggi: 204
Iscritto il: 18/06/2014, 12:55
Reputation:
Località: Siena

Re: Prime stampe e... primi dubbi!

Messaggioda Gvido » 09/07/2014, 23:19

Grazie, gentilissimo!

Se non scoccio troppo, avrei qualche altro dubbio...
Anzitutto per il lavaggio: mi par di capire che l' acqua corrente sia indispensabile, quindi c'è qualche metodo per ottimizzarne l' utilizzo? ad esempio, potrei lasciare le stampe (solo quelle e non i provini) ammollo fino a fine sessione, e poi lavarle tutte insieme una volta sola per una decina di minuti?
Per quanto riguarda il provino, peccato per la carta, pensavo di aver evitato il velo semplicemente perchè i bordi sembravano bianchi, potrebbe aiutare fare un' altra prova con carta nuova e filtro cinque? Considera che il negativo stesso è molto molto morbido.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9132
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Prime stampe e... primi dubbi!

Messaggioda chromemax » 10/07/2014, 0:24

L'acqua corrente non è indispensabile, può essere sostituita con ricambi d'acqua della bacinella; per le politenate io farei 4-5 ricambi di acqua fresca ogni 3-5 minuti. I provini io manco li lavo, ma alcuni li conservano (e quindi li lavano come le stampe) in caso si voglia rifare la stampa.
Le carte politenate non andrebbero lasciate in ammollo per troppo tempo, anche se io non ho mai riscontrati problemi anche con ammolli di più di due ore. Anch'io le lascio in ammollo e poi le lavo tutte assieme per una decina di minuti, evito di lasciarle in acqua per tutta una notte però.

Per vedere se c'è del velo sulla carta basta prendere una striscina e buttarla direttamente nel fix (non passare dallo sviluppo), quindi dargli una sciacquata in acqua; quello è il bianco vero della carta e confrontandolo coi bordi si vede subito se la stampa ha del velo.
Fare una stampa con carta nuova aiuta sicuramente per capire se la carta è troppo vecchia. Usare carta vecchia e velata non è reato, magari il risultato può piacere, ma è importante che la scelta sia consapevole e che non sia perché tanto è lo stesso... tanto vale allora far fare tutto ad un laboratorio. Il vero bello della stampa è l'intepretazione dello scatto, è una fase molto creativa nella quale ci può stare tutto, ma un conto è pastrocchiare un altro è sperimentare :)



Advertisement
Avatar utente
giofex
guru
Messaggi: 1376
Iscritto il: 22/08/2012, 10:33
Reputation:
Località: BRESCIA
Contatta:

Re: Prime stampe e... primi dubbi!

Messaggioda giofex » 10/07/2014, 7:03

Prima di tutto complimenti per la tua prima stampa...
Concordo con quanto già scritto da chrome. Anche io non ho l'acqua corrente in co. Lascio le stampe in ammollo fino a fine sessione (Max 3 o 4 ore) e lavo tutto alla fine. Mai avuto problemi. Buone stampe.


ciao

Giorgio

Avatar utente
Gvido
esperto
Messaggi: 204
Iscritto il: 18/06/2014, 12:55
Reputation:
Località: Siena

Re: Prime stampe e... primi dubbi!

Messaggioda Gvido » 10/07/2014, 10:37

Mi avete tolto un bel pensiero per quanto riguarda il lavaggio. Per carità, le mie stampe non saranno da esporre, ma preferirei che rimanessero stabili almeno per qualche anno.
A quanto pare, allora, ho un obiettivo per la prossima sessione: un provino scalare decente, da interpretare in maniera decente! Alla prossima





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 1 ospite