Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2829
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda Elmar Lang » 06/03/2018, 7:47

Fatta questa boutade sarcastica, torniamo in argomento:
hai fatto le prove di verifica che si fanno prima di acquistare una qualsiasi fotocamera (da Alpa a Zenit)?

Controllare che la visione attraverso il mirino sia buona;

A dorso aperto, senza ottica, provare l'otturatore e controllare che i vari tempi di esposizione quantomeno sembrino coerenti;

Se la macchina fosse dotata di esposimetro, provarne la funzionalità;

L'ottica: che sia in ordine, pulita e senza annebbia enti e che il diaframma si chiuda e riapra correttamente allo scatto.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Madmaxone
guru
Messaggi: 959
Iscritto il: 08/01/2017, 18:09
Reputation:
Località: Padova

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda Madmaxone » 06/03/2018, 10:32

graic ha scritto:Ma figuriamoci. Dico solo che se avesse preso un bella e "plasticosa" reflex automatica degli anni 90, probabilmete avrebbe 36 foto riuscite, mediamente bene esposte, indipendentemente dalla sua esperienza (e pure a fuoco ;) ), spendendo la stessa cifra (o molto meno se nella Praktica includiamo il consigliato "passaggio dal fotoriparatore"). Avrebbe comunque avuto tutto il tempo di imparare a fare tutto da solo, cosa sempre consentita in macchine di quel genere.

Certo magari non sebbero state così eccelse come quelle fatte con "la regola del sedici" ma bisogna accontentarsi.



Noooo! Le plasticose noooo!
Scherzi a parte, se il nostro amico, dopo pagine e pagine di consigli ha deciso per una Mtl5b vuol dire che voleva proprio quella.
E’ chiaro che, se l’ha presa visionandola e’ stato quantomeno superficiale, se l’ha comprata a distanza attraverso canali online non ha sufficientemente interagito col venditore o quest’ultimo non è stato correttissimo.
Di macchine che smettono di funzionare ce ne sono di tutte le marche. Alcune più fragili, altre più affidabili nel tempo.
Per utilizzare ottiche m42 la soluzione più economica e funzionale e’ la splendida serie Fujica ST, per esempio la 605 o la 705. Costruite come DioComanda.
Saluti.



user20190605

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda user20190605 » 06/03/2018, 10:45

E' contraddittorio dichiarare che le le foto camere orientali (da Hong Kong volevi dire? :-) ) - fossero state inaffidabili o lo sono ancora oggi, o che oggi sono sopravalutate - contraddittorio nel senso se tu ti comprassi una Skoda ora, probabilmente la sopravaluteresti. :D Perché, come è logico, esistono svariati elementi economici, psicologici e nostalgici ecc ecc, quando uno oggi si compra una Praktica, che incute sicurezza d'uso, buon obiettivo costruito nella patria delle sabbie prussiane, nella madre terra di tutti i vetri ottici di Germania, unita o disgiunta. Che, tra l'altro, (la Praktica) è facilmente riparabile per duplice motivo (presenza pezzi ricambio, accessibilità, semplicità costruttiva).

graic ha scritto:Io 40 anni fa usavo già (purtroppo da molto tempo) delle reflex e posso testimoniare che giapponesi e tedesche occidentali da nuove funzionavano a meraviglia, le orientali invece problemini dei quel tipo li avevano anche da nuove. Il motivo per cui allora le compravamo era perchè costavano una piccola frazione del costo delle altre (io veramente anche per fede politica, ho già raccontato che negli anni '70 ho avuto due Skoda). Contesto il fatto che ora come ora cercano di fartele pagare come le altre. Ovviamente sul Tessar non ho nulla da dire, (oddio anche quello non è all'altezza di quelli della Zeiss Ikon)



Avatar utente
herma
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 16/10/2016, 22:11
Reputation:

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda herma » 06/03/2018, 10:49

Madmaxone ha scritto:Per utilizzare ottiche m42 la soluzione più economica e funzionale e’ la splendida serie Fujica ST, per esempio la 605 o la 705. Costruite come DioComanda.
Saluti.


Vero vero
Fujica ST605 la mia prima macchina e l'ho ancora, purtroppo quando avevo dovuto mettere in disparte la mia passione avevo lasciato dentro la batteria con il risultato che l'esposimetro è andato a ... "donne perdute". Comunque ogni tanto la prendo su con un esposimetro esterno e che soddisfazione mi da il suo scatto! La uso con due ottiche Avanar (quelle che mi permettevano le mie tasche - qualcuno le ricorda?) un 28 e uno zoom 75-205
Unico rammarico veramente grande è che non trovo più il suo 50ino originale, sono sicuro che è in casa ma non lo trovo!!!



Advertisement
Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4478
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda graic » 06/03/2018, 13:51

Scordisk ha scritto:E' contraddittorio dichiarare che le le foto camere orientali (da Hong Kong volevi dire? :-) ) - fossero state inaffidabili o lo sono ancora oggi, o che oggi sono sopravalutate - contraddittorio nel senso se tu ti comprassi una Skoda ora, probabilmente la sopravaluteresti. :D Perché, come è logico, esistono svariati elementi economici, psicologici e nostalgici ecc ecc, quando uno oggi si compra una Praktica, che incute sicurezza d'uso, buon obiettivo costruito nella patria delle sabbie prussiane, nella madre terra di tutti i vetri ottici di Germania, unita o disgiunta. Che, tra l'altro, (la Praktica) è facilmente riparabile per duplice motivo (presenza pezzi ricambio, accessibilità, semplicità costruttiva).


Orientali, la specificavo, erano quelle prodotte oltre cortina, innaffidalili era io posso testimoniarlo e voi giovanotti no perchè non c'eravate. l'innaffidabilità di oggi è sotto gli occhi di tutti tranne i cechi. Se comprassi una Skoda ora avrei un'automobile modernissima equivalente ad una Wolkswagen di pare classe, non una elegante carretta che al momento di frenare poteva fare qualsiasi cosa come le mie. Riparare una Praktica ora non ha alcun senso perchè vale pochi euro e vi sono venditori onesti che a tanto le vendono.. MA che stai a dì?


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
HUSK78
fotografo
Messaggi: 44
Iscritto il: 04/03/2018, 11:25
Reputation:
Località: Genova

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda HUSK78 » 06/03/2018, 15:57

Ma il nostro amico avra risolto? Che non ha piu detto nulla. Saluti ste



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2829
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda Elmar Lang » 06/03/2018, 16:20

Io ho sessant'anni e non ho mai comprato fotocamere o veicoli d'Oltrecortina per fede politica, che era ed è diametralmente opposta a quella dei governi che opprimevano i popoli del Patto di Varsavia.

Io c'ero, e posso affermare che quelle macchine funzionavano, così come oggi, se ben conservate ed usate correttamente, possono ancora funzionare egregiamente.

Faccende politiche a parte, quand'ero ragazzo, la scelta verso apparecchi dell'Est era determinata dal prezzo, spesso scandalosamente basso, a fronte di una qualità media decisamente alta.

Ovvio che chi allora aveva al collo una Zenit, una Zorki o chi -come me- una Kiev o una Praktica o un'Exakta, era guardato con la sufficienza con la quale certuni guardano un individuo ritenuto inferiore, e che magari si lava pure poco. La scusa (in qualche caso -per obbiettività- giustificata, soprattutto per le sovietiche) era (ed è) "/l'inaffidabilità, sin da nuove", se non altro per sbeffeggiare chi non usasse nomi nipponici od occidentali. A cui va aggiunta la dose di invidia per chi, magari bravo in fotografia pratica, ne traeva immagini eccellenti qualitativamente e tecnicamente.

Le Praktica erano buone macchine, soprattutto dotate di ottiche (Pentacon, Meyer ed ovviamente Zeiss Jena) mediamente di alto livello. Anche queste, per il loro prezzo spesso ridicolo, sottoposte alle bordate di fischi e pernacchie.

L'ultima Praktica con attacco a vite della serie L, la MTL5-B è uscita dalle linee di montaggio di Dresda, se non sbaglio, nel 1990, ovvero 28 anni fa.

Un esemplare usato, di questa fotocamera, può esser stato conservato in condizioni museali, così come in tutte le gradazioni di stato, fino al miserabile ed ammuffito. In ventott'anni può succedere di tutto.

Per questo, quando si acquista un prodotto tecnologico, credo sia il minimo dovuto, controllare che funzioni, almeno in modo ragionevolmente coerente. Questo l'ho fatto anche un paio d'anni fa, allorché un venditore mi propose un'Alpa-11Si in "perfette condizioni, pressoché mint", compreso il suo altrettanto costoso Macro-Switar 50/1,9: io mi volli recare di persona a vederla e mi sincerai:

Corpo macchina ripulito alla bell'e meglio dalla muffa; tendina dell'otturatore screpolata (una vera rarità, perché solitamente quella seta gommata è indistruttibile); specchio reflex rigato, non metteva a fuoco all'infinito e l'esposimetro esprimeva valori a vanvera; leva di carica smontata da chi non seppe poi rimontarla nel verso giusto e vi faccio grazia delle condizioni dell'ottica. In fondo, costava poco: 950,- Euro, ed il venditore "sai, non conosco le Alpa, ma ho già molte offerte anche dall'estero".

Uno, magari potrà obbiettare che per una macchina di valore valga la pena mettersi in viaggio per provarla, mentre per una da poche decine di Euro no...

Per ogni cosa, occorrono le dovute cautele: cercar di valutare il venditore e la sua affidabilità; se l'acquisto possa essere restituito e, non ultimo, poter provare l'apparecchio, almeno in linee generali, come ho accennato in un mio precedente intervento.

l'innaffidabilità di oggi è sotto gli occhi di tutti tranne i cechi.


In conclusione, non so se gli abitanti della Repubblica Ceca, ovvero i cechi, sappiano rendersi conto dell'inaffidabilità delle Praktica; sono però certo che i ciechi, ovvero i non vedenti, non saranno purtroppo in grado di valutare la funzionalità e l'affidabilità, non dico di una Praktica MTL-5B, ma nemmeno di una Leica-MP nuova di fabbrica.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

user20190605

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda user20190605 » 06/03/2018, 16:50

Avevo omesso di scrivere "Se comprassi una Skoda VECCHIA ora..." - è così è andato perso il senso di quel mio testo.

In tanti stiamo dimenticando che tutte le macchine fotografiche prodotte in Occidente in TUTTI quelli anni, erano molto costose; costose erano anche le camere giapponesi. A causa dei modi di produrre, ed in Italia per via del forte svantaggio del cambio monetario. Questo era uno dei principali motivi, il prezzo molto vantaggioso, e non soltanto perché erano solitamente i progressisti di allora che sventolavano con delle Zenit al collo, per dimostrare la propria corsia ideologica.

Per me non ha senso sputacchiare sulle proprie Skoda degli anni '70, o le Zenit o le Kiev-4 o le Zorki, o le Praktica. Sicuramente ho pochissimi anni meno di te. Le mie Praktica, Zenit, Kiev, Zorki, sono tutte funzionantissime così come lo sono le fotocamere giapponesi, perché le do la pastura giusta di almeno 1 prova al trimestre. @};-

graic ha scritto:Orientali, la specificavo, erano quelle prodotte oltre cortina, innaffidalili era io posso testimoniarlo e voi giovanotti no perchè non c'eravate. l'innaffidabilità di oggi è sotto gli occhi di tutti tranne i cechi. Se comprassi una Skoda ora avrei un'automobile modernissima equivalente ad una Wolkswagen di pare classe, non una elegante carretta che al momento di frenare poteva fare qualsiasi cosa come le mie. Riparare una Praktica ora non ha alcun senso perchè vale pochi euro e vi sono venditori onesti che a tanto le vendono.. MA che stai a dì?



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2829
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda Elmar Lang » 06/03/2018, 17:13

E poi, le Skoda, magari erano pure bruttine, ma funzionavano piuttosto bene, rispetto magari alle sovietiche Moskvitch o le Zhiguli (queste ultime, per i russi, quasi un lusso, peraltro), o le rivoltanti Trabant della DDR.

Forse, ai filocomunisti occidentali, arrivavano delle fetecchie (tanto, il loro dovere era di essere "fedeli alla linea del Partito"), mentre ai filocapitalisti occidentali, i capillari ed efficientissimi servizi segreti del Patto di Varsavia, facevano in modo che arrivassero nelle loro mani degli apparecchi qualitativamente controllatissimi.

Da scriverci su una spy-story...


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4478
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Problema della macchina oppure mia inesperienza?

Messaggioda graic » 06/03/2018, 18:44

Elmar Lang ha scritto:E poi, le Skoda, magari erano pure bruttine, ma funzionavano piuttosto bene, rispetto magari alle sovietiche Moskvitch o le Zhiguli (queste ultime, per i russi, quasi un lusso, peraltro), o le rivoltanti Trabant della DDR.


Secondo me non erano bruttine per nulla, pensando che in occidente si producevano la Dauphine e la 600 multipla. Circa il funzionamento alcune cose andavano bene altre no (come per le macchine fotografiche) il problema maggiore erano i freni che andavano considerati un optinal DA NON UTILIZZARE, però è stata una grande scuola di guida. Ho imparato così bene che ora su auto moderne cambio le pasticche ogni 100.000 chilometri


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.



  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti