Problemi con l'ISO su pellicola Ilford

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Alex.Ds
fotografo
Messaggi: 37
Iscritto il: 21/12/2013, 20:51
Reputation:

Problemi con l'ISO su pellicola Ilford

Messaggioda Alex.Ds » 31/12/2013, 17:50

Ciao a tutti,
Innanzitutto Buon Capodanno a tutti! :)
Mi servirebbe un consiglio: ieri sera stavo scattando con la mia Ilford Delta 100, e, essendo buio, provai a "tirare" un po' l'ISO fino a 250.
Il problema è che oggi, di giorno, ho finito il rullino, ma, dimenticatomi l'impostazione dell'ISO su 250, temo di aver sottoesposto gli ultimi 11 fotogrammi.
Dunque la mia domanda è: che risultato potrei avere e come mi devo comportare durante lo sviluppo della pellicola?
Grazie in anticipo!



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11604
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Problemi con l'ISO su pellicola Ilford

Messaggioda Silverprint » 31/12/2013, 18:03

Ciao Alex,

Tutti i fotogrammi scattati a 250 iso saranno piuttosto sotto-esposti.
Puoi recuperare un po' sui toni medi con un sovra-sviluppo (tiraggio), ma senza esagerare altrimenti oltre a perdere il dettaglio dei toni scuri perderai anche quello sui toni chiari.

Per il tiraggio è consigliabile usare rivelatori specifici e freschi come il Microphen, sempre Ilford. I tempi li trovi sul bugiardino del Microphen (8' stock a 20°C).

Non ti aspettare chi sa che, sotto-esposizione e sovra-sviluppo condizionano pesantemente i risultati.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9261
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Problemi con l'ISO su pellicola Ilford

Messaggioda chromemax » 31/12/2013, 18:07

Alex la pellicola non funziona come il sensore delle macchine digitali, la sensibilità della pellicola non è variabile ma è una e una sola, sempre. Il "tiraggio" della pellicola è una tecnica che in teoria sembra far aumentare la sensibilità della pellicola ma in pratica produce risultati piuttosto scadenti, se non sono ricercati per motivi espressivi, di fatto si sottoespone e si aumenta lo sviluppo per tirare un po' su i toni medi, ma le ombre risulteranno assolutamente nere e senza dettaglio e il maggior sviluppo provoca un aumento di contrasto che rende i negativi difficili da stampare, le luci salgono ben al di là di quanto la carta da stampa è in gradi di riprodurre. Se si decide di tirare una pellicola, questo va fatto per tutto il rullino, dato che poi sarà l'intero rullino ad essere sviluppato per un tempo più lungo del normale. Nel tuo caso dovrai scegliere se sacrificare i primi scatti, quelli scattati a 100, e sviluppare tirando lo sviluppo, oppure avere gli scatti a 250 iso sottoesposti e sviluppare normalmente.
Buona fine dell'anno e buon anno nuovo.



Avatar utente
Alex.Ds
fotografo
Messaggi: 37
Iscritto il: 21/12/2013, 20:51
Reputation:

Re: Problemi con l'ISO su pellicola Ilford

Messaggioda Alex.Ds » 31/12/2013, 18:25

Grazie mille per le risposte!
Credo proprio che sacrificherò solo gli ultimi scatti(quelli a 250), visto che non erano di vitale importanza ;)
In effetti Chromemax è vero, la pellicola non è come il sensore delle digitali (ahimè, ero troppo abituato con la mia D7000!), e ho notato che cambiando l'ISO la macchina non fa altro che adeguare tempo di posa e diaframma alla sensibilità della pellicola (almeno la F-801 fa così).
Detto ciò ho imparato la lezione!



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9261
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Problemi con l'ISO su pellicola Ilford

Messaggioda chromemax » 31/12/2013, 19:23

Alex.Ds ha scritto:e ho notato che cambiando l'ISO la macchina non fa altro che adeguare tempo di posa e diaframma alla sensibilità della pellicola (almeno la F-801 fa così).

L'esposimetro (tutti gli esposimetri, compresi quelli delle dslr) non è altro che un aggeggio che trasforma i fotoni (la luce) in elettroni (corrente elettrica) e un circuito elettrico che legge la corrente elettrica generata. L'esposimetro non è nativamente tarato per restituire tempi e diaframmi ma questi vengono ricavati attraverso delle tabelle, tabelle stampate sui quadranti degli aghi indicatori per gli esposimetri più "vintage", tabelle "stampate" su chip per gli esposimetri più... digitali :). Anche l'esposimetro della D7000 adegua il tempo di posa e il diaframma alla nuova sensibilità, solo che il sensore una volta scaricato ridiventa "vergine"; la pellicola invece ha 36 scatti vergini prima che si possa cambiare sensibilità (cambiando pellicola).



Avatar utente
Alex.Ds
fotografo
Messaggi: 37
Iscritto il: 21/12/2013, 20:51
Reputation:

Re: Problemi con l'ISO su pellicola Ilford

Messaggioda Alex.Ds » 31/12/2013, 20:07

Capito... Grazie per la lezione tecnica :)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 0 ospiti