pulizia ottica ingranditore con alone

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
ignoto25
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/02/2014, 10:19
Reputation:

pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda ignoto25 » 13/06/2014, 18:44

IMG_0996.jpg
IMG_0987.jpg
Ciao a tutti,
con l'ingranditore Iff Ampliator s2 dichroic acquistato ho avuto in dotazione un obbiettivo rodagon 210mm messo male:
la lente anetriore e quella posterione hanno un alone che spero sia evidente nelle immagini allegate; l'alone è interno alle lenti, spesse e concave, quindi non raggiungibile.
C'è un modo anche tradisco per provare a pulirle? Anche perchè l'obbiettivo in questo stato non credo sia utilizzabile (anche se spero il contrario).



Advertisement
Avatar utente
ignoto25
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/02/2014, 10:19
Reputation:

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda ignoto25 » 13/06/2014, 19:26

E' lo stesso problema che ha quest'obbiettivo: http://www.ebay.it/itm/Rodenstock-Rodag ... 3c6&_uhb=1



anonymous1

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda anonymous1 » 13/06/2014, 19:33

a me sembrano scollate più che un alone...



Avatar utente
ignoto25
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/02/2014, 10:19
Reputation:

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda ignoto25 » 13/06/2014, 19:56

OMfan ha scritto:a me sembrano scollate più che un alone...

effettivamente leggendo in "giro" dovrebbero essere scollate, il fatto è che la stessa cosa è sia sulla lente anteriore che su quella posteriore, le lenti interne sembrano perfette ed il diaframma funziona!
Un buon tecnico potrebbe sistemarle?
Oppure dite che si trovano volendole sostituire?



Advertisement
anonymous1

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda anonymous1 » 13/06/2014, 20:30

Per sostituire sostituisci tutto l'obiettivo!
sul trovare un buon tecnico in grado di farlo la veggo buia... non ne sono rimasti tanti a giro e non è detto che siano riparabili!
il processo prevede la scollatura completa delle lenti che poi andranno rincollate. quest'ultima parte è la più semplice (con gli strumenti adeguati ovvio).
Se la scollatura è interna il solvente (se non vado errato si usavano solventi aromatici) non è detto che penetri tra le lenti accoppiate rendendo inutile l'operazione

per farti capire ti porto un esempio: Il mio riparatore di fiducia ha tentato per giorni e giorni a scollare un planar parzialmente scollato senza ottenere il benchè minimo risultato. Al contrario una vecchissima lente zeiss da microscopio si scollo dopo pochi secondi di immersione!



Avatar utente
ignoto25
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/02/2014, 10:19
Reputation:

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda ignoto25 » 13/06/2014, 21:06

Quindi l'obbiettivo è da buttare? Utilizzandolo quale potrebbe essere il risultato?
Grazie per le risposte!



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5645
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda -Sandro- » 13/06/2014, 21:45

La scollatura può essere lenita immergendo le lenti in un solvente.
Per capire però quale solvente utilizzare occorre sapere che collante sia stato usato.

Nel caso del balsamo del canadà usato sino agli anni 50 va bene l'essenza di trementina purché purissima, mentre se sono state impiegate resine epossidiche (dopo metà anni 50) non c'è solvente in grado di scioglierle, ma il cicloesano riesce ad ammorbidirle al punto da ridurre le sfrangiature e le unghiate perimetrali; rimarrà un debole alone molto meno evidente di prima.



Avatar utente
DavideG(83)
esperto
Messaggi: 210
Iscritto il: 13/10/2011, 8:20
Reputation:
Località: Bologna

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda DavideG(83) » 13/06/2014, 21:55

Io lo proverei lo stesso.



Avatar utente
ignoto25
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/02/2014, 10:19
Reputation:

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda ignoto25 » 16/06/2014, 18:30

-Sandro- ha scritto:La scollatura può essere lenita immergendo le lenti in un solvente.
Per capire però quale solvente utilizzare occorre sapere che collante sia stato usato.

Nel caso del balsamo del canadà usato sino agli anni 50 va bene l'essenza di trementina purché purissima, mentre se sono state impiegate resine epossidiche (dopo metà anni 50) non c'è solvente in grado di scioglierle, ma il cicloesano riesce ad ammorbidirle al punto da ridurre le sfrangiature e le unghiate perimetrali; rimarrà un debole alone molto meno evidente di prima.

Credo che l'obbiettivo non sia così vecchio (anni '50)
quindi proverei il cicloesano: lo trovo in ferramenta? Quale dovrebbe essere la procedura?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5645
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: pulizia ottica ingranditore con alone

Messaggioda -Sandro- » 16/06/2014, 19:08

ignoto25 ha scritto:Credo che l'obbiettivo non sia così vecchio (anni '50)
quindi proverei il cicloesano: lo trovo in ferramenta? Quale dovrebbe essere la procedura?


Non lo troverai tanto facilmente, di sicuro non dal ferramenta o dal colorificio.
Occorre un negozio che venda prodotti per laboratorio chimico.





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti