PX625, dalla Russia con....

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

utente04

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda utente04 » 25/11/2013, 23:16

Se mi dimostrate senza ombra di dubbio che il mercurio è totalmente bandito dalla nostra vita, ovvero che non ve ne è alcuna traccia LEGALE in nessuna cosa che maneggiamo, utilizziamo, mangiamo, ecc ecc. allora sono d'accordo, in caso contrario, ha ragione perfettamente il russo.
Non sarà sicuramente il mercurio delle pilette a distruggere l'universo.
Del resto se dovessi pensare ai disastri provocati non dovrei utilizzare quasi niente, come minimo non dovrei più comperare carburanti, visti gli sversamenti di petrolio e idrocarburi dalle petroliere, all'ordine del giorno o quasi.
Per il resto, il "terrore" della dogana è del tutto fuori luogo, esiste una franchigia per la dogana che se non sbaglio è intorno ai 50 euro. Quindi per le cifre di cui si parla non c'è dogana, gift o non gift.
Il prezzo è ovviamente un pò alto, ma d'altro canto questo genere di batterie ha una durata lunghissima.



Advertisement
Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1908
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda NikMik » 25/11/2013, 23:27

fotoloco ha scritto:Per il resto, il "terrore" della dogana è del tutto fuori luogo, esiste una franchigia per la dogana che se non sbaglio è intorno ai 50 euro. Quindi per le cifre di cui si parla non c'è dogana, gift o non gift.


Ma se lui invece della cifra reale ci scrive che è un regalo, quelli della dogana come fanno a sapere che la cifra pagata è piccola? Potrebbero fermare tutto e chiedere al destinatario di fornire dichiarazione, suffragata da prove, circa il valore dell'oggetto che deve ricevere.



utente04

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda utente04 » 25/11/2013, 23:31

Basterebbe chiedere al venditore di evitare la dicitura gift e dichiarare invece il valore reale sul documento doganale.
Aggiungo che,non ne sono certo al cento per cento, ma mi pare che un valore vada dichiarato anche nel caso di "gift", ovvero non si può compilare un documento doganale con merce di valore pari a zero.
il problema è un altro: queste pile sono bandite in Italia e come tali ritengo che ne sia proibita l'importazione, mi rendo conto che è una stronzata, ma per quanto mi riguarda ho sempre una enorme avversione per l'illegalità, anche quando alla luce della mia logica non sarebbe tale.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2829
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda Elmar Lang » 26/11/2013, 0:06

Buffo: in tedesco, "Gift" significa veleno...


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 326
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda ooxarr » 26/11/2013, 0:16

si vabbè, probabilmente in una cena a base di pesce c'è più mercurio che in una di queste pile.



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1908
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda NikMik » 26/11/2013, 8:37

fotoloco ha scritto:Basterebbe chiedere al venditore di evitare la dicitura gift e dichiarare invece il valore reale sul documento doganale.


Lì volevo arrivare. Non ti dico i sorci verdi che m'han fatto vedere alla dogana per un "regalo" russo di una FED mandatami (un paio d'anni fa) senza nessun documento o dichiarazione...

Circa il dubbio dell'illegalità dell'uso della PX625, non ne so nulla. So che non si possono vendere né produrre, in Italia, ma se uno va a Mosca e ne compra una, non credo che qui non possa usarla; oppure un russo che viene in vacanza qui con la sua vecchia macchina fotografica con dentro la sua pila al mercurio? Non credo che sia nell'illegalità. Comunque la cosa andrebbe appurata, anche a me non piace forzare la legge, tanto più se esistono gli adattatori MR9 e le fatine buone che riescono a ritarare gli esposimetri...

So che, anche alla luce di quello che dice Nicola (non io, ma il VERO Nicola :) ), la proibiizione delle PX625 è animata da una logica razionale pari a quella di una provcazione dadaista, ma senza neanche produrre un risultato estetico (anzi, danneggia la fotografia...o quanto meno provoca uno sbattimento al fotografo che possiede OM1 e Nikon F - me per esempio).

(Ma voi vi siete mai misurati la febbre con un termometro digitale ? Secondo i due che abbiamo, in casa avremmo tutti la temperatura fra 34 e 35 gradi... meno male che ne abbiamo ancora due vecchi a mercurio.).



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1908
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda NikMik » 26/11/2013, 8:55

ooxarr ha scritto:si vabbè, probabilmente in una cena a base di pesce c'è più mercurio che in una di queste pile.


Non credo... mi sa che se ne ingoia una si va all'altro mondo. Invece se si mangia un branzino si resta in questo, e anche un po' più felici...



Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1908
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda NikMik » 26/11/2013, 12:04

Ti sbagli, era un omaggio ! (e - alla mia età - ci avevo messo pure un emoticon !) .



Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 326
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda ooxarr » 26/11/2013, 20:08

NikMik ha scritto:
ooxarr ha scritto:si vabbè, probabilmente in una cena a base di pesce c'è più mercurio che in una di queste pile.


Non credo... mi sa che se ne ingoia una si va all'altro mondo. Invece se si mangia un branzino si resta in questo, e anche un po' più felici...

bah.... non sarei poi troppo sicuro. a quanto ne so moltissimo mercurio viene rimesso in circolo dai normali eventi naturali, infatti tracce di mercurio si trovano dappertutto. il resto (comunque mi sa ordini di migliaia di tonnellate annue) viene sparso ingiro dalle attività estrattive o dall'industria chimica (le polemiche per i vaccini dei bambini ecc...) per produrre oggetti che poi noi europei compriamo in gran quantità.
pure molto probabile che le pile siano state solo un uso alternativo di tale metallo rispetto agli scopi industriali principali.
per cui ovviamente l' europa ha vietato pile e termometri perchè beni desitinati al consumatore, non per chissà quali danni avessero fatto.



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2829
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: PX625, dalla Russia con....

Messaggioda Elmar Lang » 02/12/2013, 12:31

Effettivamente, in casa mia conservo gelosamente un paio di termometri a mercurio, uno dei quali è ancora quello con il quale oltre mezzo secolo fa i miei genitori misuravano la febbre quand'ero un bimbetto.

Sono d'estrema precisione ed entrambi, d'epoca e fabbricante differente, segnano la stessa temperatura, sempre. I termometri digitali sono come le "sentenzie de' Turchi" guicciardiniane, che s'espediscono (...) quasi a caso.

Con un minimo di precauzione non si rompono e durano praticamente in eterno.

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)



  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti