Quale pellicola?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
paolobalestra
appassionato
Messaggi: 17
Iscritto il: 29/01/2012, 10:31
Reputation:
Località: Ravenna
Contatta:

Quale pellicola?

Messaggio da paolobalestra »

Salve a tutti,
questo è il mio primo argomento qui sul forum, spero abbiate pazienza (molta).
Dunque, mi piace la grana, non eccessiva ma che si veda.
Fino ad ora ho utilizzato pellicole Kodak TMax 400, Tri-x 400, ilford hp5 400iso. Non mi posso lamentare dei risultati ottenuti ma la grana è un po' troppo fine. La vorrei più marcata.
Quale pellicola mi consigliate?
Ah, quasi dimenticavo. Sviluppo le pellicole da me, utilizzando il Caffenol.
Ringrazio anticipatamente per le (eventuali) risposte.



Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Quale pellicola?

Messaggio da franny71 »

le pellicole da te citate per me hanno già una bella grana...
proverei ad utilizzare il rodinal per averla bella consistente...
Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1179
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: Quale pellicola?

Messaggio da guarrellam »

Usa pellicole "normali" e non "tabulari" (come le Tmax o le Delta).
Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Avatar utente
paolobalestra
appassionato
Messaggi: 17
Iscritto il: 29/01/2012, 10:31
Reputation:
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Quale pellicola?

Messaggio da paolobalestra »

guarrellam ha scritto:Usa pellicole "normali" e non "tabulari" (come le Tmax o le Delta).
Normali?
Tabulari?

Che significa?

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Quale pellicola?

Messaggio da franny71 »

Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12217
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Quale pellicola?

Messaggio da Silverprint »

Beh... link un po' così, così. :(
Semplicistico e un po' raffazzonato, diciamo.

Una cosa la devo correggere assolutamente perché non è vera: le pellicole a grani tabulari non hanno una scala tonale meno estesa, ne meno "latitudine" di quelle tradizionali.
Come al solito si confondono le acque, la latitudine di posa dipende dal trattamento non dalla tecnologia dei grani. Andando più a fondo è caratteristica della pellicola (e in parte del trattamento) quanto si possa contrarre od estendere la latitudine di posa. Comunque, anche questa caratteristica non dipende dalla tecnologia dei grani.
Che siano un po' schizzinose ed a volte difficili da stampare invece è abbastanza vero.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: Quale pellicola?

Messaggio da Willy985 »

Non so che risultati si ottengano col caffenol ma sviluppando la Tri-X in Rodinal la grana sicuro si vede!
I Immagine my Nikon
flickr

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12217
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Quale pellicola?

Messaggio da Silverprint »

paolobalestra ha scritto:... mi piace la grana, non eccessiva, ma che si veda.
Fino ad ora ho utilizzato pellicole Kodak TMax 400, Tri-X, Ilford HP-5. Non mi posso lamentare dei risultati ottenuti ma la grana è un po' troppo fine. La vorrei più marcata. Sviluppo le pellicole da me, utilizzando il Caffenol...
Di nuovo benvenuto,

L'aspetto della grana dipende sia dalla pellicola scelta sia dal rivelatore che si usa, sia da come si usa...
Il consiglio di usare pellicole con grani cubici e non tabulari è corretto. Tra HP-5 e Tri-X è quest'ultima che ha la grana "tendenzialmente" più evidente e sicuramente dalla tessitura più netta e regolare.

Difficile indovinare quale possa essere per te il giusto grado di granulosità apparente, sopratutto senza avere altre indicazioni.
Stampi con l'ingranditore, se si di quale tipo (luce condensata o diffusa)?
Fai scansioni e non intendi assolutamente stampare tradizionalmente?
Hai un formato di stampa che preferisci?

Un giro col la Tri-X e Rodinal (1+50, meglio) come ti suggeriscono in coro è sicuramente un esperimento da fare. A seconda di come a te sembrerà la grana risultante sapremmo regolarci molto meglio su cosa altro, eventualmnete, suggerirti.

Caffenol è una definizione un po' vaga, le varie ricette che si vedono e l'imprecisione intrinseca producono certamente risultati assai diversi e difficilmente consistent.
Ad ogni modo i tempi di sviluppo sempre abbastanza lunghi sicuramente non aiutano la grana ad apparire netta od evidente.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
paolobalestra
appassionato
Messaggi: 17
Iscritto il: 29/01/2012, 10:31
Reputation:
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Quale pellicola?

Messaggio da paolobalestra »

Silverprint ha scritto:
paolobalestra ha scritto:... mi piace la grana, non eccessiva, ma che si veda.
Fino ad ora ho utilizzato pellicole Kodak TMax 400, Tri-X, Ilford HP-5. Non mi posso lamentare dei risultati ottenuti ma la grana è un po' troppo fine. La vorrei più marcata. Sviluppo le pellicole da me, utilizzando il Caffenol...
Di nuovo benvenuto,

L'aspetto della grana dipende sia dalla pellicola scelta sia dal rivelatore che si usa, sia da come si usa...
Il consiglio di usare pellicole con grani cubici e non tabulari è corretto. Tra HP-5 e Tri-X è quest'ultima che ha la grana "tendenzialmente" più evidente e sicuramente dalla tessitura più netta e regolare.

Difficile indovinare quale possa essere per te il giusto grado di granulosità apparente, sopratutto senza avere altre indicazioni.
Stampi con l'ingranditore, se si di quale tipo (luce condensata o diffusa)?
Fai scansioni e non intendi assolutamente stampare tradizionalmente?
Hai un formato di stampa che preferisci?

Un giro col la Tri-X e Rodinal (1+50, meglio) come ti suggeriscono in coro è sicuramente un esperimento da fare. A seconda di come a te sembrerà la grana risultante sapremmo regolarci molto meglio su cosa altro, eventualmnete, suggerirti.

Caffenol è una definizione un po' vaga, le varie ricette che si vedono e l'imprecisione intrinseca producono certamente risultati assai diversi e difficilmente consistent.
Ad ogni modo i tempi di sviluppo sempre abbastanza lunghi sicuramente non aiutano la grana ad apparire netta od evidente.
Grazie Silverprint,
specialmente per la chiarezza con cui affronti le mie domande banali. Prima o poi proverò con il rodinal anche se, per ora, intendo continuare ad affinare il Caffenol. La mia piccola esperienza in merito mi porta a pensare che hai ragione quando affermi che i lunghi tempi di sviluppo condizionano la grana rendendola meno visibile. Io ho proprio constatato questo. Sto infatti provando ad accorciare i tempi sbilanciando la formula aggiungendo più vitamina C. Per la ricetta, ti ho risposto nell'altro msg come mi hai chiesto tu.

Edit del mod: Sposto qui che è in topic. La formula usata da Paolo:

Gli ingredienti per lo sviluppo di un rullo medio formato sono:
caffè solubile 20g
soda solvay 10g
vitamina C 6g
sale iodato 10g
acqua 600ml
temperatura 20°C
tempo 20 min

Uso questa formula a basso ph perché riduce sensibilmente il c.d. velo chimico dalla pellicola.

Al momento ho scelto di non stampare. La mia esperinza è troppo limitata per pensare anche a quest'aspetto. Ora mi limito a sviluppare la pellicola e ad acquisirla via scanner.
A presto.
pb


Nuovo edit del Mod: Spostato da "Famolo strano" perché off topic.
paolobalestra ha scritto:In realtà lo "iodato" nell'ultimo sviluppo non l'ho utilizzato affatto e, nonostante questo, il risultato mi è piaciuto parecchio.
L'assenza di tossicità è un altro dei motivi per cui ho fatto questa scelta. Per quanto riguarda il fissaggio, qui sto utilizzando un prodotto più normale, si tratta di un Agfa (apx11n). Non ho ancora provato a fabbricare il fissaggio in casa. Anche in questo caso il passaggio sarà graduale.

L'ultima formula verificata (per 600ml di soluzione) è la seguente:
caffè solubile 20g (quello della coop va bene)
soda solvay 10g
vitamina C 6g
temperatura 18°C
tempo 20 minuti

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12217
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Quale pellicola?

Messaggio da Silverprint »

Non so. Se vuoi continuare col Caffenol ti consiglio di non usarlo contro-pelo, non è pensato per avere la grana netta e visibile (tutt'altro) e difficilmente può dare il meglio con pellicole ad alta sensibilità.

Ho dato un'occhiata al tuo blog e direi che uniformità e sensibilità siano alquanto ballerine.
Oltre a suggerirti di evitare i tiraggi (molte immagini sono sottoesposte, tanto più che essendo scansioni dal negativo hai potuto recuperare molto), secondo me dovresti provare la formula C-H con potassio bromuro e decisamente più alcalina.
Il potassio bromuro è un anti-velo serio (il sale no), la maggiore quantità di vitamina C c'è per avere super-additività con l'acido caffeico, e l'alcalinità attiva il tutto.

Purtroppo (sarà un caso?) ancora NESSUNO ha osato fare dei test seri del Caffenol... :-?
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi