Regolare contrasto con doppia esposizione

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Regolare contrasto con doppia esposizione

Messaggioda paolob74 » 29/01/2012, 14:09

Paolo,mi sembra un'ottimo lavoro.
E' tutta esperienza,di cui farai tesoro.
Considera che,1 stampa ottima,per sessione,non è male.
Per la messa a fuoco,io sono miope,solo autofocus o iperfocale.....


L'avrete capito ma sono davvero contento dei lavori che sto facendo, il forum mi sta aiutando tantissimo.

È bellissimo stare con chi ti consiglia e ha la tua stessa passione! Grazie davvero.

Secondo la mia esperienza per fare una stampa 40 x 50 (come piace a me) partendo da un "buon negativo" ci vuole se va bene tutto un giorno....

Tanta pazienza, passione....

Ma il risultato ripaga di tutti gli sforzi.

Una volta ho portato una foto a incorniciare, nel negozio una signora ha visto la stampa e l'ha voluta comprare.

La più grande soddisfazione della mia vita.

L'unica cosa che mi viene in mente in proposito della rottura degli altri vetri è che tu li possa aver serrati (stretto le alette) con troppa forza, magari su un punto del vetro con una minuscola scheggiatura. Non vanno stretti tanto, basta poco.


La stessa cosa che ho pensato io, strano ma forse l'unica possibilità. I nuovi vetri li metto a minima tensione.

[Direi! Comunque meglio, no? L'efficacia è nel fatto che hai potuto stampare su un contrasto più alto scurendo il fondo /quote]

Oggi faccio la stessa foto senza velatura, sono curioso.... Poi posto....

Meriterebbe qualche altro intervento?


Uno dei miei limiti nella stampa è che non so cosa "posso" fare....

Che interventi potrei ancora fare?

Hasselbald....

Che dire?! Ho sempre avuto problemi a mettere a fuoco, non capisco perché...

Comunque le foto confrontate con le lenti della mamiya hanno un altro sapore...

Ma che ve lo dico a fare? Lo sapete no? 8-}



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11632
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Regolare contrasto con doppia esposizione

Messaggioda Silverprint » 29/01/2012, 16:50

paolob74 ha scritto:L'avrete capito ma sono davvero contento dei lavori che sto facendo, il forum mi sta aiutando tantissimo.
Secondo la mia esperienza per fare una stampa 40 x 50 (come piace a me) partendo da un "buon negativo" ci vuole se va bene tutto un giorno... Tanta pazienza, passione... Ma il risultato ripaga di tutti gli sforzi.


Eh già! Ci vuole tempo! Il bello è che per quando uno diventi bravo ci vuole sempre lo stesso tempo. Forse quello "più bravo" nello stesso tempo farà di più, ma sempre un giorno ci va! :D

paolob74 ha scritto:Uno dei miei limiti nella stampa è che non so cosa "posso" fare....
Che interventi potrei ancora fare?


Uhh... un monte di roba! :) Volendo non si finisce quasi mai!
In generale... serve guardare le stampe originali di quelli bravi (anche a stampare), e avere la mente libera, mai far soccombere i desideri di fronte alle difficoltà tecniche. Bisogna tenersi stretti stretti le idee!
Poi in fase di lavorazione: mente lucida e strategia. In testa il risultato ideale, quello immaginato al momento dello scatto, per le mani il negativo. Alla fine il risultato deve essere almeno quello che si era pensato, ma spesso in stampa le idee si migliorano!


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Regolare contrasto con doppia esposizione

Messaggioda paolob74 » 29/01/2012, 18:34

Se per fare i toni chiari che si desiderano serve meno tempo di quello che occorre per fare i toni scuri, ovvero se col tempo che fa venire bene i toni scuri i toni chiari non sono abbastanza chiari, ovvero se col tempo necessario per ottenere i toni chiari che si desiderano gli scuri non sono abbastanza scuri.
Vuol dire che si sta stampando su carta di contrasto troppo basso. In contrasto della carta va quindi alzato mettendo un filtro magenta più intenso. Si procede per gradi (rifacendo ogni volta un nuovo provino scalare) fino a quando non si trova un filtro con cui per ottenere i toni scuri desiderati e i toni chiari desiderati serva lo stesso tempo di esposizione.


Ho riletto 1000 volte il post....

Ci credete che l'ho capita adesso?

Era cosi semplice e intuitiva che non riuscivo a capirla!

Pazzesco!

Adesso che ci sono arrivato ho capito che prima utilizzavo tutto un altro metodo.

Oggi altra sessione di CO, ecco la foto senza intervento di pre-velatura: http://dl.dropbox.com/u/56969173/ANALOG ... %20001.jpg

Porca miseria, le alte luci sono completamente sparate, come anticipato da Andrea...

Ma...

Porta pazienza Andrea...

Ovviamente le alte luci sono sparate perchè ho fatto il provino a scalare iniziale utilizzando il foglio pre-velato, perchè non sarei arrivato allo stesso risultato utilizzando i filtri?

Ho fatto 32 secondi con filtro 80

Lo stesso risultato non era ottenibile con filtro 40 e 50 secondi? (L'ho sparata :)) )

O la velatura lavora solo sulle zone molto alte (8 e 9) lasciando intatte le altre?

Accidenti devo capire :wall:

Il cambio di ingranditore e l'impiego di queste nuove tecniche mi stà incasinando, troppo per il mio povero cervello! =p~

Ci sono anche molti forum sul giardinaggio!



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11632
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Regolare contrasto con doppia esposizione

Messaggioda Silverprint » 29/01/2012, 18:45

Ahahahha!!!! =))

La filastrocca del contrasto! SEMBRA FACILE, MA.... :))

La prevelatura agisce in maniera molto più selettiva sulle alte luci che non una variazione di contrasto. Prova e vedi.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Regolare contrasto con doppia esposizione

Messaggioda paolob74 » 29/01/2012, 19:07

La filastrocca non è facile per niente....

Avevo intuito che la pre-velatura è selettiva...

Ho visto che il buon Ansel predicava anche la pre-esposizione, lavora solo sulle zone basse vero?

Altro casino?

:)) :)) :))



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11632
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Regolare contrasto con doppia esposizione

Messaggioda Silverprint » 29/01/2012, 20:57

È concettualmente e praticamente la stessa cosa, sul positivo agisce sulle luci, sul negativo sulle ombre.

La pre-esposizione può essere in alcuni casi davvero utile, io l'ho usata per le foto a teatro guadagnando un po' di "sensibilità" (anche se dirlo così non è corretto) ed evitando quindi inutili e controproducenti (per la situazione) tiraggi.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Silverprint e 5 ospiti