Riduttore Di Farmer

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Riduttore Di Farmer

Messaggioda paolob74 » 05/12/2010, 18:39

Ho approfittato di questi giorni freddi per passare un pò di tempo nella bella camera oscura....

Luce rossa, musica rock, belle stampe... (Magari)

Ho provato per la prima volta un riduttore, devo dire con risultati sia incoraggianti che deludenti.

Il riduttore utilizzato è il riduttore di Farmer, l'ho acqusitato su un sito americano e ho seguito scrupolosoamente le istruzioni di impiego.

Ho scritto sia deludenti che incoraggianti perchè ho visto di cosa è capace (bianchi davvero bianchi) e deludenti perchè deve essere steso sulla stampa con pennello, un pò come dipingere, se non si ha una bella mano ferma si fanno disastri.

Ciononstante mi ha molto incoraggiato, credo sia davvero un grande aiuto indispensabile in camera oscura.

L'ho impiegato una sola volta, mi farebbe piacere scambiare qualche informazione con qualche utente che l'ha già impiegato, magari qualche consiglio chimico...

Ho letto che può essere usato anche in un bagno di tutta la stampa.

Qaulcuno sa come va diluito?

Secondo le istruzioni l'ho mischiato con 2 parti d'acqua ma la foto in certe zone ha perso completamente il colore (bianco puro), l'ho usato con un pennello piccolo e un getto d'acqua continuo per eliminarlo velocemente.

Come sempre, parlando di fotografia analogica, in rete ho trovato poco e di dubbia credibilità...

Grazie

Paolo



Advertisement
Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1128
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: Riduttore Di Farmer

Messaggioda guarrellam » 05/12/2010, 19:26

Ciao Paolo,mai provato personalmente......Comunque,ho visto che molti,fermano l'azione del farmer,con un batuffolo di fissaggio.(al posto dell'acqua)


Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8411
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Riduttore Di Farmer

Messaggioda chromemax » 06/12/2010, 11:45

Ciao Paolo, io l'ho usato molti anni fa, quando mi ero intrippato con le foto di Eugene Smith e devo dire che può essere usato in vari modi ottenendo risultati molto diversi. Nei miei esperimenti stampavo molto scuro e poi sbiancavo sia la stampa tutta intera e poi intervenivo con pennelli e cotton-fioc nelle zone che volevo più bianche; il risultato ricordava vagamente la stampa lith e non si addiceva a tutti i soggetti. Con soluzioni più diluite lo ho usato su stampe normali, ma bisogna stare molto attenti ed agire a "strati", è molto facile esagerare e pelare le luci. La cosa migliore è avere una stampa di riferimento per vedere di quanto si è sbiancato; il confronto diretto aiuta ad evitare di esagerare.
Si può agire in due modi: con le soluzioni separate, prima si applica il ferrocianuro, quindi si passa del cotone bagnato d'acqua o un getto d'acqua e poi si applica il fissaggio o la soluzione B del farmer. Oppure si mischiano le soluzioni A e B e si usano direttamente, in questo caso la soluzione finale ha vita piuttosto breve ma si vede subito il risultato.
Nel primo caso, l'azione è più lenta e graduale, ma è meno facile da controllare, dato che dipende da quanto ferrocianuro assorbe l'emulsione e l'azione puo' essere controllata solo agendo sulla diluizione del ferrocianuro.
Non mi preoccuperei troppo delle diluizioni, il bagno B è iposolfito di sodio e può essere sostituito da un comune fissaggio; il bagno A, che è una soluzione di ferrocianuro di potassio, può essere diluito alla bisogna, a seconda dell'energia di azione che voglio ottenere. Bruce Barnbaum la prepara a occhio, sciogliendo mano a mano piccole quantità in acqua fino a che la soluzione non raggiunge il colore giusto, senza misurini o bilance.
Se dalle prove che hai fatto l'azione sbiancante ti è risultata troppo rapida e difficile da controllare, diluisci del doppio il ferrocianuro.
Ah, il ferrocianuro è quello arancione :D





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Shkatulk e 7 ospiti