risoluzione della carta

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
gobbo
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 05/03/2014, 3:55
Reputation:

Re: risoluzione della carta

Messaggioda gobbo » 03/03/2015, 0:30

Grazie delle risposte! :ymhug:
Però è pazzesco che non esistano dati tecnici! Voglio dire ...se uno mi chide fra componar e componon consiglio il secondo! Ieri per sfizio ho fatto due 30x40 e non ho trovato differenze! Quindi ho dato la colpa alla carta! Ilford Politenata multigrade! ...oppure c è un problema fisico che ho sempre sottovalutato! Ovvero oltre una certa risoluzione la carta non restituisce differenze! ... Quindi sono un po' confuso! :-\



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: risoluzione della carta

Messaggioda Silverprint » 03/03/2015, 0:44

Sul 30x40 la differenza dovrebbe essere visibile, non tanto come risoluzione al centro, quanto riguardo alla planarità di campo, al coma, al contrasto ed alla distorsione. Se non si vede però non è colpa della carta, ma di qualche altro fattore trascurato (compreso non sapere cosa guardare). Provare ottiche a confronto non è tanto semplice.

1) Le ottiche sono entrambe in ottime condizioni? Hai più esemplari per verificare che non siano difettosi?
2) L'ingranditore è perfettamente allineato nei tre piani (negativo, ottica, piano di proiezione)? Come è stato verificato l'allineamento?
3) Il negativo è perfettamente planare?
4) Che vetrini sono montati?
5) Hai provato vari diaframmi?
6) Il negativo di partenza aveva grana nettissima ed era trattato magistralmente?
7) Hai verificato la messa a fuoco solo in centro o su tutta la diagonale?

Etc...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9130
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: risoluzione della carta

Messaggioda chromemax » 03/03/2015, 0:50

Fare questo tipo di test non è semplice come si potrebbe pensare; se si vuole testare un elemento della catena bisogna avere la certezza che gli altri elementi rimangano costanti e poi magari si scopre che un ingranditore ben allineato è molto più importante della marca o del tipo di obbiettivo da ingrandimento :)
Un elemento sufficientemente piccolo e nitido da prendere come riferiemento nel negativo è la grana, essa non viene influenzata dall'obbiettivo di ripresa o dal micromosso (sempre in ripresa). Già con buon focometro (che ingrandisce di suo oltre all'ingranditore) si vedono bene "a occhio" le differenze sulla resa della grana sia tra centro e bordi (e zona mediana) che al chiudere del diaframma.
Comunque la carta non è il problema in caso di poca nitidezza, e le differenze tra i due obbittivi dovrebbero vedersi a quell'ingrandimento, ma se ti è capitato un *ar fortunato e un *on sfigato le differenze potrebbero essere meno visibili :)



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9130
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: risoluzione della carta

Messaggioda chromemax » 03/03/2015, 0:51

ops... :)



Advertisement
Avatar utente
gobbo
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 05/03/2014, 3:55
Reputation:

Re: risoluzione della carta

Messaggioda gobbo » 03/03/2015, 1:29

Chiaro che le variabili influenzano il risultato! Però ciò che conta è la visione finale! Ho usato un negativo 35 mm fatto tempo fa , tre o quattro anni con Summicron 35 M! Una delle mie domande barra riflessioni era questa ... Spendo tanto per avere tanto...poi osservo due stampe e differenze non ne noto! Forse sbaglio ad osservare, anzi sicuramente sarà così! Resta il fatto che nella mia catena ...differenze reali non ce ne sono! Non ho mai detto che le stampe non fossero nitide! ;)
Perciò chiedevo lumi in proposito! E volevo sapere se a qualcuno era capitato qualcosa di analogo!
Poi dovrò fare qualche scatti con un 8x10 di un amico usando la carta e non la pellicola, avrei quindi voluto scegliere una performante!
Resta il fatto che io dati non ne ho trovati! Voi?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: risoluzione della carta

Messaggioda Silverprint » 03/03/2015, 1:52

gobbo ha scritto:Poi dovrò fare qualche scatti con un 8x10 di un amico usando la carta e non la pellicola, avrei quindi voluto scegliere una performante!

La risoluzione sarà l'ultimo dei problemi. È poco, ma sicuro. Auguri. :ymdevil:
Spero vivamente che tu non pretenda di giudicare le prestazioni di un'ottica o della carta in quella situazione.

Nel testare l'obbiettivo da stampa, quello da ripresa è abbastanza irrilevante dato che devi valutare principalmente la resa della grana col lentino. È perciò fondamentale che questa sul negativo sia quanto più netta possibile. Come hai trattato il negativo "test"?
Se, per esempio, avessi usato un rivelatore fine-granulante o solfitoso, se avessi cercato effetto bordo, o se avessi fatto un lavaggio prolungato è assai probabile che la grana sia tanto spappolata da rendere poco visibile la differenza tra ottiche. Il fatto che tu ci abbia reso nota l'ottica da ripresa mi fa pensare che tu non abbia chiari i parametri da verificare in un ottica da stampa.

Ho fatto molte prove di obiettivi da stampa e le differenze sono visibili, alle volte anche tra esemplari diversi dello stesso obiettivo.
La planarità di campo dei tre lenti non è il massimo e neanche quella dei 6 lenti può essere perfetta e su un 30x40 da 35mm la differenza si vede: per ottenere sufficiente nitidezza con un 3 lenti bisogna diaframmare abbastanza e la diffrazione si fa sentire, con un buon 6 lenti, se l'ingranditore è ben allineato, puoi lavorare ad un diaframma vicino all'ottimale ed avere molta meno diffrazione.
Vista la, sempre imperfetta, planarità di campo, è di fondamentale importanza la scelta del punto in cui viene fatta la messa a fuoco: questa deve consentire di avere la migliore nitidezza possibile su tutta la diagonale del fotogramma ricorrendo il meno possibile alla profondità di campo.
Uno degli altri difetti più facilmente visibili è la coma, l'ho notata molto pronunciata su tutti i 3 lenti che ho provato e anche su alcuni 6 lenti. Più difficile valutare distorsione e contrasto.

Un ultimo appunto: meglio dirla tutta subito. Non avere perfettamente sotto controllo un insieme di variabili ed individuare il colpevole nell'ultimo anello della catena e venire qui a cercare conforto teorico per una supposizione azzardata è poco corretto.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
gobbo
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 05/03/2014, 3:55
Reputation:

Re: risoluzione della carta

Messaggioda gobbo » 03/03/2015, 2:22

Silverprint ha scritto:Un ultimo appunto: meglio dirla tutta subito. Non avere perfettamente sotto controllo un insieme di variabili ed individuare il colpevole nell'ultimo anello della catena e venire qui a cercare conforto teorico per una supposizione azzardata è poco corretto.



... Io ho fatto una domanda precisa!...che risoluzione ha la carta da stampa? Che differenze ci sono fra baritata e politenata? Sempre con riferimento alla risoluzione! Ho postato alcuni esempi per far passare un concetto della domanda...tutto qui! Non ho la vostra tecnicità! ;) non faccio test per scrivere blog o riviste, li faccio così giusto per capire quando mi trovo davanti ad un dubbio! Sinceramente sono convinto non valgano a lvello scientifico, ma solo a livello pratico! Che alla fine è quello che vedo! ...
Ringrazio sinceramente tutti per le risposte! :ymhug:
Però non domandavo la risoluzione di un problema o come fare test fra AR of ON ! ;)
Esistono dati tecnici a prescindere da qualsiasi catena sulle carte da stampa?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: risoluzione della carta

Messaggioda Silverprint » 03/03/2015, 2:32

gobbo ha scritto:solo a livello pratico! Che alla fine è quello che vedo!

Se è questo quello che conta, il problema della risoluzione della carta NON sussiste.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
popecide
guru
Messaggi: 390
Iscritto il: 16/09/2014, 11:54
Reputation:
Località: Padova

Re: risoluzione della carta

Messaggioda popecide » 03/03/2015, 7:15

E, dopo tutto, la carta è solo uno dei supporti possibili per l'emulsione...



Avatar utente
gobbo
esperto
Messaggi: 191
Iscritto il: 05/03/2014, 3:55
Reputation:

Re: risoluzione della carta

Messaggioda gobbo » 03/03/2015, 10:51

Gobbo ha scritto:solo a livello pratico! Che alla fine è quello che vedo!


Silverprint ha scritto:Se è questo quello che conta, il problema della risoluzione della carta NON sussiste.



Ok ma dovrei provare tante nuove carte per arrivarci in fondo! :D





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti