ritratti femminili

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

ritratti femminili

Messaggioda pasukaru85 » 10/11/2013, 19:26

Buonasera,

l'accoppiata fp4 e sviluppo stand ad alta acutanza con un 150mm Sonnar mi piace molto per ritratti maschili, ma il tutto diventa un pò troppo critico ed inciso per la maggior parte dei ritratti femminili che anche se utilizzo il 150 a tutta apertura restituisce immagini troppo dettagliate. Il che dopo mi porta a dover impazzire in camera oscura ed utilizzare delle correzioni con photoshop per quanto riguarda i files digitali. Vi allego ad esempio due ritratti, uno corretto ed uno naturale senza correzioni.

Penso che una pellicola 400 sia più indicata, vi sarei grato se qualcuno di voi possa indicarmi una pellicola ed uno sviluppo particolarmente azzeccato per i ritratti femminili, che restituisca immagini più "delicate"e possibilmente qualche trucco,(a parte i filtri gialli,che non amo) se ce ne sono, in fase di scatto. Come ho scritto in precendenza in genere utilizzo un Sonnar 150mm, spesso con un tubo da 16.

Pier
Allegati
z451ccc.jpg
2013-11-10 05.54.jpg



Advertisement
Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1909
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: ritratti femminili

Messaggioda bafman » 10/11/2013, 20:37

aspettando che intervengano i "ritrattisti" lascia che ti dica che la prima soffre per quella luce radente che ha evidenziato i brufoletti sulla fronte ma è svariate spanne migliore dell'altra, mas-sa-cra-ta da interventi plasticosi.



pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

Re: ritratti femminili

Messaggioda pasukaru85 » 10/11/2013, 20:47

la seconda ha un effetto sfocatura superficiale e un ritocco con il pennello al lato del naso, vicino alla bocca, tutti indispensabili perchè nonostante la sovraesposizione , la luce frontale e l apertura a F4 si distingueva ogni singolo poro della pelle. Purtroppo è proprio il tipo di sviluppo e pellicola sbagliata per avere un effetto gradevole in questo tipo di ritratti...



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4623
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: ritratti femminili

Messaggioda impressionando » 10/11/2013, 21:07

Il tipo di sviluppo non c'azzecca nulla.... per vedere "l'effetto bordo" occorre un occhio allenato ed ingrandimenti autorevoli. L'effetto bordo che vedi sulla pelle è autosuggestione. Lo sviluppo stand piuttosto ti spappola l'immagine.... è quanto di peggio tu possa usare se poi intendi stampare.
La prima esce bene dall'ingranditore anche se ha difetti d'esposizione in ripresa.... la seconda è inguardabile (per me). La prima esposta di più e sviluppata meno forse avrebbe reso la pelle meno ruvida..... ma occorre vedere il negativo perchè la scansione è veramente povera e vuota.

Forse però stai cercando qualcosa di diverso.... stai cercando le immagini delle riviste patinate con le pelli liiiisce liiiisce ma fiiiinte fiiiinte. Sono tanto di moda e fanno fico il fotografo ma non se ne può più. Se cerchi questo prendi una digitale mediocre e ti fai un corso di PS dedicato a questo.... otterrai i miracoli richiesti.



Advertisement
pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

Re: ritratti femminili

Messaggioda pasukaru85 » 10/11/2013, 21:22

Ciao Paolo, non sto cecando effetto patinato... sto cercando delle immagini meno incise, più tenui. Forse una hp5 esposta a 200 con xtol mi potrebbe dare quella delicatezza che cerco in quel genere di immagini.



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4623
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: ritratti femminili

Messaggioda impressionando » 10/11/2013, 22:00

Piuttosto dell'xtol dovresti usare del Perceptol o del Microdol ma non con la HP5. Meglio Delta100 più liscia e cerea.
Comunque quella che cerchi non è una prerogativa analogica. Il Sonnar ha un effetto delicato ma è ben inciso e risolvente e la pellicola mica la lisci.... ciò che riprendi te lo mostra.



pasukaru85
esperto
Messaggi: 170
Iscritto il: 22/03/2013, 7:30
Reputation:
Località: San Francisco

Re: ritratti femminili

Messaggioda pasukaru85 » 10/11/2013, 22:21

ok, proverò la Delta, grazie.



Avatar utente
LORRAIN
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 10/10/2013, 11:32
Reputation:

Re: ritratti femminili

Messaggioda LORRAIN » 16/11/2013, 8:01

devi cambiare luce mio caro, ed usare un pannello riflettente o anche due, per dare l aspetto "cremoso" usa pellicola assolutamente t-grain in xtol stock ! (oppure d76 ma stock)

inoltre i zeiss sono i meno adatti "purtroppo" alla ritrattistica femminile ...troppo "tecnici" e "graffianti"....

io faccio moda, uso solo rolleiflex 3.5F e pentax 6x7......per il medio formato..... e leica per il 35...non a caso ho "ripiegato" su lenti anni 70 anni 80......per evitare appunto l effetto GRAFFIO IPERNITIDO :-) a causa dei maggiori strati antiriflesso......che inoltre per il b/n sarebbero i meno indicati.....restituendo meno gradazioni di grigio :-)


non ti consiglio molto la delta poichè in realtà è un "ibrido"......tmax 400!!!



Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: ritratti femminili

Messaggioda andreab » 16/11/2013, 10:58

LORRAIN ha scritto: ...troppo "tecnici" e "graffianti"....


questa è una cosa che, nella mia ignoranza, non riesco a capire: come può essere che avere "troppi" dettagli sia un difetto? Se non ci sono non si possono recuperare ma se ci sono non si possono sempre "sfumare" in stampa?

Grazie, Andrea



Avatar utente
LORRAIN
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 10/10/2013, 11:32
Reputation:

Re: ritratti femminili

Messaggioda LORRAIN » 16/11/2013, 12:05

perdonami andrea ma questa del "dettaglio" è sempre un tipo di considerazione "semplicistica" delle lenti......
ti faccio un paragone molto semplice.....io uso leica per una serie di ragioni...bla bla bla....che non sto qui a spiegare...e che non sono relegate assolutamente alla "pippa mentale"....(ma questo potrebbe essere il capitolo di un'altra storia).

prendi un 85 mm nikkor ideato per il ritratto ok? e prendi il nikkor 105 2.8 macro.... fotografa una ragazza.......camera oscura e vedi le differenze ...ti accorgerai che uno è "chirurgico" e l altro come dire "morbido" seppur dettagliato :-) io fotografo moda e ci devo far caso perforza.....dico sempre poi...fate le prove CONCRETE e VALUTATE DI PERSONA....

cmq il 70% lo fai con la luce...prima cosa LA QUALITA E LA DIREZIONE....poi le lenti......poi lo sviluppo...

ripeto per il ritratto femminile cmq ti conviene tmax 400 e xtol stock....ha anche una maggiore fluidità di toni...e i visi appaiono "cerosi"......ovvio che trix e rodinal fai tu :-) meglio da reportage ..





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti