Riutilizzo chimici

Discussioni sui chimici puri e formule di preparazione delle soluzioni di sviluppo/arresto/fissaggio ed altro.

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Mithrill
fotografo
Messaggi: 49
Iscritto il: 29/01/2012, 9:27
Reputation:
Località: Civitanova Marche

Riutilizzo chimici

Messaggio da Mithrill »

Mi sto intrecciando con le istruzioni dello sviluppo, non sono per niente chiare. Ho comprato il tetenal ultrafin plus per la t-max perchè era l'unico disponibile. Ora sul foglietto c'è scritto "per ogni litro di soluzione si possono trattare 4 pellicole senza dover aumentare i tempi di trattamento. Dopo il primo ciclo se ne possono effettuare altri due aumentando il tempo come riportato nella tabella allegata". Non ho capito se intende che con un litro si fanno 4 rullini (tutti insieme o in più tank) oppure se con lo sviluppo che ho utilizzato per fare un rullino posso riutilizzarlo per farne altri tre senza aumentare il tempo... #-o
Cioè..io ora ne ho utilizzati 300ml, posso riutilizzarli per un altro rullino senza variare il tempo?
Il fissaggio invece va buttato giusto? e l'arresto si può riutilizzare quante volte? :-s


Primo rullino sviluppato il 30-01-12! t-max 100 b/n
Toppato al quinto rullino (12-02-12): non avete idea di quanti danni possano fare 5 ml di fissaggio messi nel posto sbagliato...o forse si! Immagine

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Silverprint »

Ciao!

Cominciando dalla fine: arresto e fissaggio sono entrambi riutilizzabili. Per ogni litro di fissaggio possono essere trattate un TOT di pellicole (ci dovrebbe essere scritto); tot che dipende dal tipo e dalla diluizione. Il bagno di arresto può anch'esso essere riutilizzato, quanto, come al solito dipende.

Per quanto riguarda il rivelatore pellicola (purtroppo non ho le istruzioni dell'Ultrafin +), di solito il riuso è riferito ad un litro di soluzione pronta. Ovvero con un litro di Ultrafin + si possono trattare 4 rulli al tempo standard, altri 4 aumentando il tempo, altri 4 aumentando ancora. Quando si usa meno soluzione, per esempio sviluppando un rullo solo, questa va ri-aggiunta al litro di soluzione pronto uso.
Attenzione: dire che con un litro si possono trattare 12 rulli non è la stessa cosa che con 330 (1/3 della quantità) se ne possono trattare 4. Questo perché a seconda della densità media del rullo il rivelatore può venire sfruttato in maniera diversa, la quantità totale di sviluppo pronto serve ad "ammortizzare" le eventuali differenze.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Mithrill
fotografo
Messaggi: 49
Iscritto il: 29/01/2012, 9:27
Reputation:
Località: Civitanova Marche

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Mithrill »

Silverprint ha scritto:Ciao!

Cominciando dalla fine: arresto e fissaggio sono entrambi riutilizzabili. Per ogni litro di fissaggio possono essere trattate un TOT di pellicole (ci dovrebbe essere scritto); tot che dipende dal tipo e dalla diluizione. Il bagno di arresto può anch'esso essere riutilizzato, quanto, come al solito dipende.
ok..sto andando fuori di testa.. non ci sono dei documenti a riguardo?
l'arresto voi quante volte lo riutilizzate? ac. acetico al 2%..e quanto dura una volta preparato?
per il fissaggio uso il kodak t-max, mi è arrivata solo la bottiglia e c'è scritta sopra poca roba.. che va diluita 1:4, che scade dopo 6 mesi dall'apertura, che va usata a tot temperatura e tot tempi e che con 5 litri ci si fanno 100 rullini.
Per quanto riguarda il rivelatore pellicola (purtroppo non ho le istruzioni dell'Ultrafin +), di solito il riuso è riferito ad un litro di soluzione pronta. Ovvero con un litro di Ultrafin + si possono trattare 4 rulli al tempo standard, altri 4 aumentando il tempo, altri 4 aumentando ancora. Quando si usa meno soluzione, per esempio sviluppando un rullo solo, questa va ri-aggiunta al litro di soluzione pronto uso.
Attenzione: dire che con un litro si possono trattare 12 rulli non è la stessa cosa che con 330 (1/3 della quantità) se ne possono trattare 4. Questo perché a seconda della densità media del rullo il rivelatore può venire sfruttato in maniera diversa, la quantità totale di sviluppo pronto serve ad "ammortizzare" le eventuali differenze.
nelle istruzioni c'era solo quella frase che ho riportato più una tabella con i fattori di allungamento che non ho capito per niente. Magari più tardi la posto.
Il fissaggio riutilizzato va mescolato con quello fresco? ma non è meglio separarli? :-??
Primo rullino sviluppato il 30-01-12! t-max 100 b/n
Toppato al quinto rullino (12-02-12): non avete idea di quanti danni possano fare 5 ml di fissaggio messi nel posto sbagliato...o forse si! Immagine

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Silverprint »

Sempre cominciando dalla fine...

I chimici concentrati li tieni da parte. Alle soluzioni di lavoro invece devi mischiare (nel caso di chimici riutilizzabili) la parte che ha i usato. Esempio: preparo 1 litro di soluzione di lavoro, ma ne uso solo 300 ml per fare un rullo. Una volta finito quei 300 ml vanno rimessi nella soluzione di lavoro. Si fa così per tenere più uniforme e graduale l'esaurimento dei chimici.

L'allungamento del tempo è un fattore di moltiplicazione: 1,2 significa per esempio aggiungere il 20%.
Ogni tot rulli sviluppati per litro di soluzione di lavoro il tempo va aumentato secondo tabella.

Dovrebbe chiarire...

Il bagno di arresto puoi riusarlo per un po', diciamo quanto il fissaggio più o meno. Per saperlo con esattezza puoi usare un bagno d'arresto con indicatore (cambia color quanto non è più abbastanza acido).
Le istruzioni dettagliate dei prodotti Kodak sono scaricabili dal sito, al contrario di quelle Tetenal, ma questo T-max fixer non lo trovo... Cerco in archivio cartaceo.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Mithrill
fotografo
Messaggi: 49
Iscritto il: 29/01/2012, 9:27
Reputation:
Località: Civitanova Marche

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Mithrill »

Silverprint ha scritto: Le istruzioni dettagliate dei prodotti Kodak sono scaricabili dal sito, al contrario di quelle Tetenal, ma questo T-max fixer non lo trovo... Cerco in archivio cartaceo.
mi sa che lo avevo cercato pure io sul sito kodak e non c'era...per tutto il resto ci devo dormire sopra e ragionarci con calma, a quest'ora non connetto.
Solo una cosa per l'ac. acetico...il viraggio di colore dell'indicatore è sicuramente dovuto alla variazione di ph..se uno perciò sapesse a che ph va buttato lo potrei misurare, anche magari solo con le cartine tornasole..
Primo rullino sviluppato il 30-01-12! t-max 100 b/n
Toppato al quinto rullino (12-02-12): non avete idea di quanti danni possano fare 5 ml di fissaggio messi nel posto sbagliato...o forse si! Immagine

Avatar utente
Mithrill
fotografo
Messaggi: 49
Iscritto il: 29/01/2012, 9:27
Reputation:
Località: Civitanova Marche

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Mithrill »

Rieccomi qua. Allora ricapitolando: per l'arresto ho trovato scritto da qualche parte che oltre ph 5 va buttato, per il fissaggio sulla bottiglia c'è scritto che con 5 litri si fanno 100 rullini quindi, facendo due conti, dovrei farne 20 con un litro rimischiando tutte le volte i 300 ml con l'originale, mentre per i tempi di allungamento mi devo regolare a caso visto che non ci stanno scritti.
Per il fissaggio la tabella è questa:

Immagine

facendo riferimento solo alla prima riga che parla di un litro, vuol dire che se io ne prendo 300 ml, li uso, poi li rimetto nel litro, il secondo rullino ha tempo invariato fino al quarto?

Dato che ormai non ho rimischiato nulla e mi trovo con circa 6-700 ml di fissaggio (un po' l'avevo buttato) usato una volta a quale tempo dovrei fare riferimento? a quello del quinto rullino?
Primo rullino sviluppato il 30-01-12! t-max 100 b/n
Toppato al quinto rullino (12-02-12): non avete idea di quanti danni possano fare 5 ml di fissaggio messi nel posto sbagliato...o forse si! Immagine

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Silverprint »

Ciao!

Per il fissaggio puoi regolarti con il test sulla coda pellicola. Considera un tempo minimo il doppio di quello che ci mette a diventare completamente trasparente, e il triplo un tempo sicuro (non è facile decidere quando è completamente trasparente). Quando questo tempo raddoppia il fissaggio è da buttare.

La tabella a me sembrerebbe del rivelatore (sbaglio?), e rappresenta il fattore di moltiplicazione da applicare al tempo base per ogni rullo fatto. Se si prepara una soluzione di un litro si possono fare max 12 rulli e per i primi 4 non occorre variare il tempo.
Con quantità minori di soluzione le cose cambiano come da tabella, naturalmente sarà diverso se ne ho 500, 600 o 700 ml.
Ad ogni modo con i rivelatori riutilizzabili è sempre bene NON preparare un quantitativo minimo.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Mithrill
fotografo
Messaggi: 49
Iscritto il: 29/01/2012, 9:27
Reputation:
Località: Civitanova Marche

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Mithrill »

Silverprint ha scritto: La tabella a me sembrerebbe del rivelatore (sbaglio?), e rappresenta il fattore di moltiplicazione da applicare al tempo base per ogni rullo fatto. Se si prepara una soluzione di un litro si possono fare max 12 rulli e per i primi 4 non occorre variare il tempo.
Con quantità minori di soluzione le cose cambiano come da tabella, naturalmente sarà diverso se ne ho 500, 600 o 700 ml.
Ad ogni modo con i rivelatori riutilizzabili è sempre bene NON preparare un quantitativo minimo.
si cavolo, volevo dire sviluppo, rivelatore..quello li..
quindi ora non ce li faccio più 12 rullini con lo sviluppo che m'è rimasto..sic, vabbeh
Grazie mille, preziosissimo| ^:)^
Primo rullino sviluppato il 30-01-12! t-max 100 b/n
Toppato al quinto rullino (12-02-12): non avete idea di quanti danni possano fare 5 ml di fissaggio messi nel posto sbagliato...o forse si! Immagine

Avatar utente
francesco.m
appassionato
Messaggi: 12
Iscritto il: 02/11/2014, 4:36
Reputation:

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da francesco.m »

riesumo questa discussione perché mi è stato regalato un litro di tetenal ultrafin plus che non ho mai usato prima.
ho appena sviluppato un paio di rulli da 120 con un litro di soluzione 1+4.
la tabella stampata nel libro istruzioni è la stessa inviata da mithrill, solo che si riferisce al 35mm. per i prossimi sviluppi mi regolerò di conseguenza facendo due conti nel rispetto dei rapporti tra il 6x6 e il 24x36.

detto questo il mio dubbio riguarda solamente il tempo di conservazione della soluzione (che ha già fatto un ciclo di sviluppo) diluita 1+4;
nel libretto c'è scritto solo quanto tempo dura la soluzione di lavoro fresca, riguardo quella già usata non è scritto nulla.
come regolarsi? mi sembra strano poter riutilizzare dopo 3 settimane (ad esempio) un rivelatore che ha già lavorato per uno o più cicli, compensando solo con aumento di tempo e senza avere perdita di efficienza.

suggerimenti?

grazie

Avatar utente
Sing
fotografo
Messaggi: 72
Iscritto il: 29/11/2015, 18:50
Reputation:

Re: Riutilizzo chimici

Messaggio da Sing »

Ciao a tutti,
Non apro un'altra discussione perché probabilmente è una domanda banale.
Ho un dubbio riguardo il riutilizzo dei chimici. Posso riutilizzare per la pellicola l'arresto e il fissaggio utilizzati per la carta, per una decina di stampe?
Grazie

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi