Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1031
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda fabriziog » 10/09/2012, 10:32

Mi sa che allora portando in zona III ho sotto esposto troppo. Ho usato una Fp4+ esposta a 80 (SE "trovata" in internet). Le zone scure erano comunque delle zone di sottobosco, per cui la texture deve essere mantenuta. Un sottobosco scuro che non si riesce a riconoscere le foglie lo si vede solo di notte :)
Per cui prossimo test con zone scure più scure oppure porto in zona IV e non III. Cmq dalle riprese fatte ieri vedrò quanto scuri sono venuti i fotogrammi.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11606
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda Silverprint » 10/09/2012, 10:43

Quella S.E. potrebbe anche andare, come detto vale di solito, crica il 50% della dichiarata. Ma dipende abbastanza dalla catena: gli esposimetri son sempre un po' diversi, le carte da stampa idem, etc. Quindi quel 50% è un dato di partenza (ampiamete verificato, però ;) ).

Comunque per i test fai il bracketing, ti aiuta sia per quanto riguarda la SE, sia per quanto riguarda la "visualizzazione" dei toni scuri.

Un sottobosco ha forse più l'aria di una zona 4 (-1 stop) che di zona III (-2 stop), ma l'esposizione è (anche) una interpretazione della realtà. Insomma se piace molto scuro e drammatico in zona III (-2 stop) può andare, come se invece lo si vuole scuro, ma non troppo drammatico potrebbe andare anche zona IV (-1 stop) o addirittura se lo si vuole "sereno" ci potrebbe stare di esporlo in zona V... ;) Tanto per semplificare... :ymdevil: :))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 1031
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda fabriziog » 10/09/2012, 10:59

neeee.. non ci riesci ad incasinarmi... ora (FORSE) la base l'ho capita \m/ , o forse no :-? vedremo...
sono un tipo sicuro vero???? o no....

:D



Avatar utente
mjrndr
guru
Messaggi: 1261
Iscritto il: 21/06/2012, 10:19
Reputation:
Località: Bergamo

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda mjrndr » 10/09/2012, 22:12

Spero di fare cosa gradita condividendo il PDF di questa discussione, visto che è diventato un vero e proprio manuale che merita di essere conservato.

Visto che non ho potuto contribuire a questa discussione vista la mia abissale ignoranza cerco di rendermi utile così

http://db.tt/0X8xigEw


Andrea



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11606
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda Silverprint » 10/09/2012, 22:16

Grazie! :)
Lo apprezzo molto!


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
etrusco
moderatore
Messaggi: 4635
Iscritto il: 08/12/2009, 12:16
Reputation:
Località: Viterbo
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda etrusco » 10/09/2012, 23:14

Grazie anche da parte mia


Etrusco.

Sent from my iPhone using Tapatalk.


ImmaginePssss, Hei! ... Ti sei ricordato di registrare la tua camera oscura su darkroom locator?

Alessandro "etrusco" De Marchi - @trovarigenerati - @trovareflex - @trovaregalodonna

Avatar utente
RagazzoElfo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 16/01/2012, 22:27
Reputation:
Località: Vinci (FI)

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda RagazzoElfo » 11/09/2012, 0:16

Premettendo a chiare lettere che si tratta di un lavoro che ho fatto per me, se a qualcuno può interessare, a questo link: http://www.mediafire.com/?j26s789k5mxyzgc potete trovare gli appunti che ho distillato da questa discussione con un po' di copi-pasta e qualche modifica personale. C'è anche qualcosina da altri topic più vecchi.
Ripeto:
1) si tratta di appunti che ho fatto per me, sono ciò che io ritengo utile a me date le mie conoscenze, alcune parti le ho sintetizzate-omesse, eliminate se mi sembravano ripetitive, senza dubbio ci sono delle lacune #-o
2) è un elaborato rimaneggiato, assolutamente senza pretesa di essere esente da errori (anche se spero non grossolani) #:-s
3) è una versione provvisoria che sicuramente rivedrò in futuro :ymsmug:
Se non fosse abbastanza chiaro lo scrivo di nuovo: è una cosa che ho fatto per me e che funziona per me. B-) Lo condivido in un ottica di fotografia "open-source". Chi intende leggerlo-usaro lo fa a proprio rischio e pericolo :))
Se volete posso condividervi anche il file di testo editabile se volete modificare-correggere qualcosa. :-bd


~Sandro~

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11606
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda Silverprint » 11/09/2012, 1:17

RagazzoElfo ha scritto:Se volete posso condividervi anche il file di testo editabile se volete modificare-correggere qualcosa...

=)) =))
Mitico!

LO VOGLIO ASSOLUTAMENTE! :D


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
RagazzoElfo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 16/01/2012, 22:27
Reputation:
Località: Vinci (FI)

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda RagazzoElfo » 11/09/2012, 1:29



~Sandro~

Avatar utente
putti
fotografo
Messaggi: 46
Iscritto il: 26/06/2011, 16:20
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda putti » 11/09/2012, 17:51

Dopo avere letto tutta la discussione mi si è aperto un mondo e tanti altri thread mi si sono chiariti, l'unica cosa che non mi è chiara è la sensibilità effettiva,
non riesco a capire perchè le case produttrici abbiano fatto questa scelta.. altra cosa che non ho capito è: dopo che si è esposto per le ombre, utilizzando la sensibilità effettiva, il tempo di sviluppo da cui partire (ed eventualmente accorciare fino alla metà) è quello che i produttori ci danno come IE (es 400asa per ilford hp5) o quello che i produttori ci danno per la sensibilità effettiva che ci siamo calcolati (circa 200 asa per il ford hp5)..

complimenti a tutti coloro che hanno fatto nascere e crescere questa discussione

putti





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite