Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
RagazzoElfo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 16/01/2012, 22:27
Reputation:
Località: Vinci (FI)

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda RagazzoElfo » 11/09/2012, 18:04

il tempo di sviluppo da cui partire (ed eventualmente accorciare fino alla metà) è quello che i produttori ci danno come IE (es 400asa per ilford hp5) o quello che i produttori ci danno per la sensibilità effettiva che ci siamo calcolati (circa 200 asa per il ford hp5

il primo

non riesco a capire perchè le case produttrici abbiano fatto questa scelta

questa è una domanda per silverprint, chr comunque un po' ne ha parlato nella prima parte del topic
io credo la motivazione principale sia di mercato, di certo una pellicola a "sensibilità maggiore" (anche se adesso sappiamo che non è così) vende di più...
pensa se l'hp5+ te la vendessero per 200ISO invece che 400...molti storcerebbero la bocca...


~Sandro~

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11600
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda Silverprint » 11/09/2012, 18:38

putti ha scritto:non riesco a capire perchè le case produttrici abbiano fatto questa scelta

Ricordiamoci che la fotografia è un fenomeno di massa e che le scelte tecniche dei fabbricanti sono sempre (necessariamente) state un compromesso tra le esigenze dei laboratori industriali e della fotografia di massa (numericamente rilevanti) e quelle degli amatori evoluti e dei professionisti (irrilevanti, o quasi).
La situazione ora è diversa, ma la cultura non lo é, né la loro, né quella della maggior parte dei fotografi.
Per rendere il fenomeno fruibile ai piú l'idea era quella di rendere quanto più possibile "fool proof" il sistema, ovvero rendere più vero possibile lo slogan della kodak "voi premete il bottone, noi facciamo il resto". Uno slogan che ha portato tanto successo non si abbandona per le esigenze strampalate di quattro matti... :))
Per creare un sistema "fool proof" bisognava creare "tolleranza" sia per quanto riguarda l'esposizione, sia per quanto riguarda il trattamento. Il sistema purtroppo di tolleranza ne ha assai poca e quindi bisognava inventarla. Usare quindi come riferimento un tono medio, facilmente modificabile in fase di sviluppo e stampa, è una scelta quasi obbligata.
Così operando le tonalità di luminositá simile potranno essere rese abbastanza correttamente, chiaramente rinunciando al controllo della latitudine di posa... o da un altro punto di vista (il loro) la tolleranza viene fuori sfruttando la latitudine di tutto il processo per compensare gli errori (sul tono medio). Così facendo si riesce (spesso) a salvare comunque l'immagine, che nella maggior parte dei casi di toni medi è composta, il sacrificio gli estremi della gamma di luminosità è in quest'ottica irrilevante. Il "trucco" é riuscito assai meglio con il negativo colore (non a caso il prodotto più diffuso), combinando un negativo di basso contrasto con una carta di alto contrasto.

L'I.E. quindi non è in sé un dato sbagliato, in quest'ottica e modalità operativa è (grossomodo) giusto..
Se invece vogliamo poter controllare anche gli estremi della gamma luminosa, lavorare con l'I.E. e la "logica della media" è improbo...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda franny71 » 11/09/2012, 19:28

mjrndr ha scritto:Spero di fare cosa gradita condividendo il PDF di questa discussione, visto che è diventato un vero e proprio manuale che merita di essere conservato.

Visto che non ho potuto contribuire a questa discussione vista la mia abissale ignoranza cerco di rendermi utile così

http://db.tt/0X8xigEw


Andrea
NOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!
Nicola ci teneva tanto a crearlo lui....... :D :D :D :D :D :ymdevil:


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
mjrndr
guru
Messaggi: 1261
Iscritto il: 21/06/2012, 10:19
Reputation:
Località: Bergamo

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda mjrndr » 11/09/2012, 19:42

franny71 ha scritto:
mjrndr ha scritto:Spero di fare cosa gradita condividendo il PDF di questa discussione, visto che è diventato un vero e proprio manuale che merita di essere conservato.

Visto che non ho potuto contribuire a questa discussione vista la mia abissale ignoranza cerco di rendermi utile così

http://db.tt/0X8xigEw


Andrea
NOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!
Nicola ci teneva tanto a crearlo lui....... :D :D :D :D :D :ymdevil:

Infatti questa è solo la versione pirata, il vero PDF della discussione lo pubblicherà Nicola. Nel 2018.


Andrea



Advertisement
Avatar utente
lorypiccolo
esperto
Messaggi: 108
Iscritto il: 15/05/2012, 11:43
Reputation:
Località: Moschiano (AV) - Napoli

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda lorypiccolo » 11/09/2012, 20:04

Ciao!
@
Avatar utente
Silverprint

Ti devo tediare con una cosa forse banale, di cui abbiamo accennato ma che devo chiarire. Oggi ho scattato un po' in giro per Napoli e fin quando avevo sia toni scuri che toni chiari ho seguito il modus operandi che ci hai illustrato MA mi è capitata davanti una bellissima scena in facoltà di quelle che l'Omino Malefico ama, ovvero: sole alle mie spalle, ne cielo ne sole nell'inquadratura e quindi basso contrasto. Non dovrebbero sussistere problemi in queste situazioni ma in quel momento mi sono posto il seguente problema: come rendere "non piatta" una foto del genere; come ottenere una foto che non sia tutta grigia...

Probabilmente è l'ennesima domanda banale ma come tu dici sempre dobbiamo chiedere senza indugi, quindi io chiedo!! ^#(^


"Considerate la vostra semenza:... "

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11600
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda Silverprint » 11/09/2012, 20:19

Ciao!

:D

lorypiccolo ha scritto:sole alle mie spalle, ne cielo ne sole nell'inquadratura e quindi basso contrasto. Non dovrebbero sussistere problemi in queste situazioni ma in quel momento mi sono posto il seguente problema: come rendere "non piatta" una foto del genere; come ottenere una foto che non sia tutta grigia...

Se l'esposizione è sufficiente difficile che venga tutta grigia. Nella maggior parte dei casi il "grigiume" è dovuto alla sotto-esposizione unita al tentativo fatto in stampa di salvare del dettaglio non salvabile.
In situazioni del genere di solito basta alzare un po' il contrasto in stampa. Nei (rari) casi in cui non sia sufficiente bisognerebbe aumentare il tempo di sviluppo. Comunque se lo sviluppo è abbastanza azzeccato si riescono a coprire varie situazioni di contrasto corregendo in stampa.

Ovviamente l'optimum sarebbe adattare lo sviluppo al contrasto della scena, quindi in caso di grandi cambiamenti nel contrasto delle scene fotografate cambiare rullo non sarebbe per niente una cattiva idea!

Sai cambiare rullo senza sprecare fotogrammi?


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
lorypiccolo
esperto
Messaggi: 108
Iscritto il: 15/05/2012, 11:43
Reputation:
Località: Moschiano (AV) - Napoli

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda lorypiccolo » 11/09/2012, 20:20

Stavo per chiederti come fare!!! Grazie!!!


"Considerate la vostra semenza:... "

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11600
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda Silverprint » 11/09/2012, 21:02

Cambiare rullino 35 mm a metá corsa...
Piccolo accorgimento assai utile. Ci vogliono pochi secondi!

Serve solo uno strumento (che in effetti non dovrebbe mai mancare): un pennarellino a inchiostro indelebile! :D

1) Prendere nota mentale del numero di fotogrammi scattati.
2) Riavvolgere lasciando fuori la codina. Normalmente quando si sgancia dal rocchetto ricevitore si sente bene, sia all'udito che al tatto, ed in quel momento si smette di riavvolgere. Ma se per caso dovesse rientrare tutta... No problem! C'è l'apposito estrattore di codine (altro cosino utile, anche in camera oscura).
3) Scrivere sulla codina o sul caricatore del rullo estratto il numero di fotogrammi fatti e il contrasto in cui si è scattato o lo sviluppo che si intende fare... se no non serve a niente! :))
4) Infilare un nuovo rullo... :)
5) Quando si vuole finire il rullo parzialmente scattato, ovvero si sia di nuovo scattando in una situazione di contrasto simile, basta rimetterlo dentro farlo avanzare fino a uno o due fotogrammi in più di quelli già fatti scattando col tappo, il diaframma chiuso e un tempo veloce.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
RagazzoElfo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 16/01/2012, 22:27
Reputation:
Località: Vinci (FI)

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda RagazzoElfo » 11/09/2012, 23:32

Ieri mi sono buttato a capofitto nel test di doppio bracketing, ho scattato un po', domani o giovedì cerco di finire i rullini e procedere allo sviluppo. (Sono lento...)
Per guadagnare tempo propongo il mio dubbio. La pellicola usata è la Delta 400 Pro, con l'esposimetro impostato a 200ISO
Lo sviluppo che userò è l'ID-11 1+1 fresco, a 20°C
I tempi da tabelle ilford sono 14' a IE 400 e 10' a IE 200 www.21gradi.it/Public/it_Delta400.pdf
Accetto consigli su quale combinazione di tempi di sviluppo adottare, sono indeciso tra 7'-10'-14' e 8'-10'-13'
La seconda opzione è perchè come dice silverprint le pellicole t-grain sono più sensibili a variazioni dello sviluppo, quindi lo scarto 7-10-14 mi sembrava un po' tosto...
Come conviene che mi comporti? C'è un'altra combinazione di tempi che probabilmente mi darà risultati più centrati??


~Sandro~

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11600
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggioda Silverprint » 11/09/2012, 23:43

Ciao Sandro!

Ah... boh? Io farei 7-10-14... vero che è t-grain, ma è una 400 di I.E.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti