Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
gonfiacani
guru
Messaggi: 388
Iscritto il: 26/06/2012, 9:01
Reputation:

Re: Lezioni di fotografia - PROVA DELLA GOCCIA

Messaggio da gonfiacani »

Buondì!
Spero di non andare OT con quanto in oggetto...

Cercando di trovare il tempo di partenza per sviluppare una HP5+ 35mm in Foma Fomadon LQN mi sono imbattuto in una fantomatica PROVA DELLA GOCCIA (l'ho trovata almeno da un paio di fonti differenti, entrambe che forniscono le stesse indicazioni).

Qui un esempio:
http://www.broadstudio.com/blog/show.php?id=1137

Le fonti specificano che con questo metodo si trovano indicazioni attendibili ma ovviamente solo di partenza, da adattare alla propria "catena" di lavoro. :-B

Qualcuno ha sperimentato tale prova? I risultati sono accettabili?

In seconda battuta: le indicazioni sono semplici da seguire per una pellicola 135mm, ma per un rullo 120?
Tra l'altro ho notato (e ancora non mi sono spiegato il motivo) che lo stesso rivelatore (marca, tipo e diluizione) sulla stessa pellicola (marca e tipo) dovrebbe avere tempi di trattamento differenti in base al formato di quest'ultima (135mm o 120)... :-?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

Ciao!

Per i tempi di partenza ci sono i bugiardini, su quelli fatti bene ci sono anche indicazioni relative al contrasto (gamma, I.C.). La prova della goccia non è, né potrebbe essere, attendibile.

Alcune pellicole hanno emulsioni diverse, cioè sono pellicole diverse (che si assomigliano) nei diversi formati. Un tempo era cosa comune, ora hanno reso uniformi quasi tutte le pellicole, ma non tutte.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
fanfi56
fotografo
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/05/2013, 12:56
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da fanfi56 »

Buondi ragazzi !

spero di esservi utili alla domanda di gonfiacani la pellicola 135-36 ha una superficie di 0.0551 mq il 120 di 0.0504 , quindi molto simili , poi la quantità di sviluppo per una pellicola sia che ne usi 300 cc o 1 litro il consumo dell'agente rivelatore con gli ioni argento è sempre lo stesso ( a parità di tempo e temperatura)

Avatar utente
gonfiacani
guru
Messaggi: 388
Iscritto il: 26/06/2012, 9:01
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da gonfiacani »

Silverprint ha scritto: Per i tempi di partenza ci sono i bugiardini
Il mio problema è che non ho trovato il tempo di trattamento da cui partire ne' sul bugiardino della HP5+ né su quello del Fomadon LQN... :wall:

Avatar utente
padesig
fotografo
Messaggi: 44
Iscritto il: 20/01/2010, 18:19
Reputation:

Re: R: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da padesig »

La prova della goccia serve solo per sapere se sia ancora affidabile uno sviluppo, non per determinare i tempi dello stesso.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

Ah... ecco.

Non ci sono dati.

Puoi approfittarne per fare dei test, quindi. :D
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
fanfi56
fotografo
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/05/2013, 12:56
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da fanfi56 »

Il rivelatore Fomadon LQN è simile al Rodinal Agfa tempi consigliati con HP5+ 400 dil 1+10 9' 30" a 20 °C / 1:40 12' 20" a 20 °C agitazione per il primo minuto poi 10" ogni minuto . La diluizione 1:40 non è molto consigliata

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

Ouch! Attenzione alle sigle!! :D

@fanfi56,

Il Fomadon LQN é un rivelatore a base di Fenidone-Idrochinone, che si diluisce da 1+10 a 1+14.
Il Rodinal è un rivelatore a base di P-aminofenolo, e si usa con diluizioni da 1+25 a 1+50 (o oltre).

Insomma NON si assomigliano per niente! :D

È pur vero che si chiamano tutti Fomadon (che fantasia, eh?), infatti conta quel che c'è scritto dopo Fomadon. Quello simile (o uguale) al Rodinal, nel catalogo Foma è il Fomadon R-09.

Tempi e diluizioni dove li hai presi? A cosa sono riferiti?
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
fanfi56
fotografo
Messaggi: 55
Iscritto il: 14/05/2013, 12:56
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da fanfi56 »

Si scusa Silverprint hai ragione è composto da Fenidone -Idrochinone ho erroneamente letto un'altra riga nei miei appunti cmq i tempi sono giusti riferiti a HP5+ 400 li avevo trovati in un blog
http://filmdev.org/developer/list

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

Ah... ecco.

Purtroppo quel sito, così come Digitaltruth, è molto poco attendibile. :(

Per decidere se il tempo di sviluppo è adeguato non sono certo sufficienti delle scansioni dato che i negativi adatti ad essere stampati con l'ingranditore hanno necessità molto diverse.

I tempi di sviluppo dovrebbero sempre essere associati ad una misura del contrasto, in mancanza di questa sono numeri a caso: si può sviluppare più o meno per qualunque tempo e qualcosa esce sempre.
Cambia un po' quando i tempi, pur in mancanza di dati sul contrasto, vengono forniti dai maggiori produttori in quando questi si attengono (abbastanza) a degli standard definiti.

Questo Topic, così sviluppato, nasce proprio dalla impossibilità di dare ricette pronte sempre valide e cerca di dare delle linee guida sulle procedure per mettere a punto la propria catena di lavoro...

Insomma sarebbe carino, prima di intervenire, leggere quel che c'è scritto prima.
È lungo, lo so. È anche a tratti difficile. Ci vuole pazienza. :)
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Bloccato