Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 1022
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da gergio »

Ciao Silverprint,
grazie per la risposta, ma vorrei una precisazione:
Silverprint ha scritto: Tempi: [...] Con lo Studional puoi parire da circa 7' diluito 1+30.
si intende che dovrei fare 7', 10' e 14' ?


Per la scena ad alto contrasto ne ho preso una superiore a 9 stop: un controluce la cui la trama scura (il battistrada di uno pneumatico) era a 1/4'' f/8 50iso e la trama chiara (un panno bianco) a 1/1000", pero' c'erano dei dei riflessi del sole sulla lamiera che alzavano ancora di piu' la luce presente.
Per questa scena ho trovato molte difficolta' nel valutare l'esposizione perche' l'esposimetro della macchina mi suggeriva 1/500" (I.E. 100 iso) ben diverso dal 1/30" ottenuto ponendo il la trama scura sulla zona II (S.E. 50iso). Spero di aver applicato correttamente il sistema zonale, ma nel dubbio ho fatto un bracketing da -4 a +4 stop per rendermi conto di cio' che accade.

Per le altre scene il contrasto era 5 stop e 3 stop.

Tra il dire e il fare c'e' di mezzo il mare... non solo per le vacanze di agosto che mi hanno allontanato dalla C.O.! :D



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

gergio ha scritto:
silverprint ha scritto:Tempi: [...] Con lo Studional puoi parire da circa 7' diluito 1+30.
... si intende che dovrei fare 7', 10' e 14' ?
Intendevo 7' come tempo per un contrasto medio. Come prima approssimazione potresti provare 5'30, 7'00", 9'00"
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 1022
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da gergio »

OK, 9' tempo massimo come da bugiardino e diminuizioni del 30% circa per una 100 iso (ora ricordo di averlo gia' letto nel post da qualche parte ma non ricordo dove :) ).
Lo Studional puo' essere riutilizzato o e' monouso come l'ID-11?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

gergio ha scritto:Lo Studional può essere riutilizzato o è monouso come l'ID-11?
Diluito 1+30 è monouso.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
MarBaz
appassionato
Messaggi: 8
Iscritto il: 30/09/2013, 14:32
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da MarBaz »

Io non ho chiara ancora una cosuccia...
Scena ad alto contrasto: pellicola 100 ISO, la imposto a 50 per la S.E. faccio le mie letture sulle ombre dove voglio mantenere dettaglio, chiudo di 2 stop scatto e torno a casa...
Leggo il bugiardino che mi dice (ipotizzo a caso per capire la logica) "Caro Marco, grazie per aver acquistato le nostre pellicole superperformanti, con il tuo rivelatore diluito 1:9 e la pellicola a 100 ISO devi sviluppare per 10 minuti PERO'... Se vuoi ti do anche il tempo a 50 ISO che è (sparo sempre a caso) 8 minuti. Grazie ed arrivederci."
Bene dico io... Quel famigerato 20%-25% di tempo in meno per aumentare la latitudine di posa... lo tolgo dal suggerimento 100 ISO o da quello 50 ISO?
Ed una curiosità che spero non interpretiatoe come una bestemmia... Siccome tutto il sistema zonale è finalizzato da quanto ho capito per la STAMPA, non avendo ancora abbastanza denari per potermi allestire una camera oscura, potrebbe migliorare anche (vi prego non picchiatemi) le scansioni ottenute dai negativi?

Grazie per la comprensione :x

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

Ciao!

Non ti è chiara la differenza tra I.E. (indice di esposizione) e S.E. (Sensibilità Effettiva).
È una differenza sostanziale e della massima importanza, senza capire questa questione non si va avanti. E quindi potresti proseguire nella lettura... è un argomento ben trattato. ;)

I tempi dei bugiardini sono riferiti all'I.E. e qualche volta ad uno specifico contrasto, ma non sempre. Sia i tempi di sviluppo più adatti per i vari contrasti, sia la S.E. vanno trovati sperimentalmente. Un metodo piuttosto rapido ed efficace è suggerito in precedenza con "l'esperimento". Poi, una volta digerite le basi, per i pignoli ci sarà il Sistema Zonale e per quelli dalla mente scientifica la sensitometria dura e pura.

Il problema della scansione... è un problema.
La scansione è un'arte molto difficile e richiede elevate competenze ed anche macchinari performanti, molto costosi e difficili da usare. Il resto son giocattoli, qualcuno decente. Il BN è poi particolarmente rognoso da scansionare.

Comunque i negativi adatti alla stampa possono sicuramente essere scansionati con successo, mentre dei negativi ben scansionabili non necessariamente si stampano bene, ergo bisogna fare negativi adatti alla stampa (punto).
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
MarBaz
appassionato
Messaggi: 8
Iscritto il: 30/09/2013, 14:32
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da MarBaz »

Intanto rigranzio per l'infinità disponibilità davvero mille grazie :) Però se mi è concesso vorrei continuare con la mia elucubrazione :)
Sul discorso scansione non ci piove, visto che in un (spero) futuro prossimo venturo proverò la stampa in casa :)
La sensibilità effettiva, rileggendo anche i vari post e non volendone aprire altri, quindi, è come dovrò comportarmi esponendo ignorando la scatolina che mi dice 100 ISO che è Indice di esposizione, imposterò i miei bravi 50 sulla macchina, e cercherò un zona d'ombra dove voglio mantenere la minima "trama" di dettaglio, che è davvero molto scura... più scura ancora di quello che sto immaginando probabilmente.
A quel punto il mio esposimetro mi dirà "guarda che se tu vuoi questa zona a grigio medio devi impostarmi così e mettermi a 0", va bene dico io... Ma la zona che ho misurato mio caro e dolce esposimetro, è ben più scura di un grigio medio ti tolgo 2 stop di luce.
E fin qui direi che ci siamo giusto?
A quel punto (ipotizzando di avere una scena da "tipico Carruggio ligure con lama di luce a mezzogiorno e contrasto molto alto diciamo 10 stop") leggo su un bel portone nero chiudo di 2 stop Scatto... e vado a casa.
Può essere utile usare il tempo consigliato dalla casa per 100 iso e quindi togliere tempo allo sviluppo (30%?)
Perchè da un tempo di sviluppo dove poi far eventualmente prove dovrò pur partire, visto che allo stato attuale delle mie (poche) conoscenze non so che cosa succeda ad un Delta 100 sviluppato con Ilfosol 3 a 1:10 (esempio) per 5 minuti usando l'esposizione con il sistema zonale...
Aiuto :)

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

:D

La parte che riguarda l'esposizione per le ombre l'hai capita, ma la SE non è per forza la metà dell'IE (anche se spesso è vicina a quel valore). Per quanto invece riguarda lo sviluppo non esistono formulette matematiche, bisogna proprio fare le prove.



Un post che ti faccia venire la pazienza non c'è purtroppo... :))
Ma di leggere tutto e bene non ti va... è lungo e a tratti difficile, capisco benissimo.

D'altra parte per risponderti non farei altro che ripetere quel che ho già scritto.
Anche come orientarsi sui tempi base da cui sperimentare è già scritto...

Dobbiamo trovare un accordo.

Io ti proporrei di prenderti una settimana di tempo per leggere le pagine precedenti e poi di fare domande a partire dal già letto.

Purtroppo se si aspira al controllo del mezzo fotografico analogico non ci sono scorciatoie, o si trova un po' di pazienza, si cerca di capire e si fanno esperimenti metodici e sensati o ci si accontenta dei risultati che vengono fuori seguendo le istruzioni.
Beninteso io non credo affatto che ad accontentarsi ci sia qualcosa di male!
Ci si diverte un mondo lo stesso, anzi forse di più! :ymhug:
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
MarBaz
appassionato
Messaggi: 8
Iscritto il: 30/09/2013, 14:32
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da MarBaz »

No no non fraintendiamoci :)
Mi rileggerò tutto e bene assolutamente, non vorrei davvero passare per quello più furbo degli altri e se ho dato questa impressione me ne scuso con tutto il forum. Soprattutto con la pazienza di Silverprint ^:)^
Intanto ritorno a pagina 1 :)

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

:D Nessun problema!

Buona lettura e a presto, allora!
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Bloccato