Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 3016
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Pacher »

Anche questo post ti puo essere utile.
A partire dalla fine della seconda pagina. Purtroppo la fine era andata in vacca... :(
http://www.analogica.it/hp5-test-s-e-e- ... hp5%20test



seconilmapero
esperto
Messaggi: 154
Iscritto il: 23/07/2013, 18:27
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da seconilmapero »

grazie Silverprint :)
ho problemi a seguire la scala della sensibilita' Iso perchè nell'obiettivo il diaframma ha incrementi di 1/2 stop, Mamiya Rb67,
il tempo di sviluppo iniziale è quello il mio problema prima di testare tutto, il tempo era quello sui diagrammi (0,5 d.min 3min. - 0,55 a 4,30min).
L'accoppiata è Fomapan 100 ed Xtol sotto un condensatore

seconilmapero
esperto
Messaggi: 154
Iscritto il: 23/07/2013, 18:27
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da seconilmapero »

Pacher ha scritto:Anche questo post ti puo essere utile.
A partire dalla fine della seconda pagina. Purtroppo la fine era andata in vacca... :(
http://www.analogica.it/hp5-test-s-e-e- ... hp5%20test
grazie Pacher, lo leggo subito =)

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da unknownartdivision »

Ho letto tutto con tantissima pazienza, ed anche più volte, e spero di aver capito tutto :)

faccio una sintesi di tutto quello che ho capito:

in primo luogo, la sensibilità effettiva di una pellicola è circa la metà di quella che è riportata sulla confezione (I.E), per poter applicare efficacemente "esponi per le ombre sviluppa per le luci" è dunque necessario utilizzare la sensibilità effettiva. E' possibile determinarla facendo dei test, sottoesponendo di 4 stop (zona I quindi) con diverse impostazioni asa sull'esposimetro. Io, non ho ancora avuto la possibilità di fare dei test dunque per il momento mi limito a dimezzare il valore I.E. A questo punto, per quanto riguarda l'esposizione dobbiamo cercare le zone a seconda dei casi, e come le vogliamo scure, dalla II alla IV. Una domanda, se non si ha un esposimetro spot, ma esposimetro a media, come possiamo comportarci? io al momento cerco una zona scura, che sia piuttosto vasta, e che mi permetta di avvicinarmi, e che sia inquadrata interamente, e la porto in zona IV o zona III. Invece per lo sviluppo, bisognerebbe fare delle prove con diversi tempi di sviluppo, per contrasto basso, medio, e alto. Per iniziare potrebbe andare bene un 50% su alto contrasto, tra il 75 e 80% per contrasto medio, e 100% per contrasto basso? su un 400 asa ad esempio, invece su pellicole da sensibilità più bassa, bisogna aggiustare i tempi in maniera meno consistente? ad esempio 70% 85% e 100%?

Vediamo se ho capito, o se ho detto baggianate :)

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

Ciao!

Hai capito. :D

Possono anche andare le variazioni percentuali del tempo di sviluppo, ma solo come base di partenza per affinare sperimentalmente. Quanto occorre cambiare il tempo di sviluppo dipende dalla catena e dall'accoppiata pellicola rivelatore e scorciatoie rispetto alla sperimentazione non ce ne sono.

Riguardo l'esposizione, in attesa di un esposimetro spot, non c'è altra strada che l'avvicinarsi in modo da inquadrare totalmente le aree scure di interesse.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da unknownartdivision »

Grazie mille :) In effetti per l'esposimetro avevo immaginato che era l'unica via possibile al momento. Sono in attesa di ripristinare il vecchio ingranditore di mio padre, in modo da poter vedere effettivamente cosa sto combinando. Dunque, fare dei test più precisi, per determinare sia la S.E. che le giuste quantità di tempo di sviluppo per la mia catena (e gusto perché immagino sia davvero soggettivo). Vi farò sapere come saranno i progressi :)

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da unknownartdivision »

Potrebbe essere utile utilizzare una reflex digitale con esposimetro in modalità spot, per prendere l'esposizione? ho una Canon EOS 6D, l'unica cosa che mi viene in mente ora come ora è questa, ma non so, se può funzionare!

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11913
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da Silverprint »

Buondì!
unknownartdivision ha scritto:Potrebbe essere utile utilizzare una reflex digitale con esposimetro in modalità spot...?
Si e no... Alle volte gli esposimetri delle digitali sono un po' tarati sul sensore. Comunque meglio che un semi-spot, casomai quando avrai una macchinetta con l'esposimetro spot o un esposimetro dovrai tarare uno sull'altro.
Visto che hai Eos, io penserei ad unificare i corredi...
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
unknownartdivision
fotografo
Messaggi: 93
Iscritto il: 24/01/2014, 21:18
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da unknownartdivision »

Dunque, almeno inizialmente potrebbe essere come diciamo a Genova, un "tapullo", non sarà la situazione ottimale, ma già meglio che lavorare con l'esposimetro a media. I Generi fotografici che amo sono street photography(ed ammetto che al momento la mancanza di un vero spot, mi crea non pochi problemi, con quel poco tempo che ho a disposizione per scattare) e molto ritratto. Nei ritratti, visto che ho molto più tempo, per decidere, in attesa di un esposimetro spot, posso valutare con la digitale le zone più scure, in maniera più precisa rispetto a come sto facendo ora, ed è già un miglioramento credo. Esposimetro a luce incidente, serve a ben poco in questo caso, giusto? è meglio a luce riflessa?

Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 326
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: Rivelatore Tri-x 400 - Lezioni di fotografia

Messaggio da ooxarr »

attenzione però che la cosa varia molto da macchina a macchina, e sulla stessa macchina varia a seconda della sensibilità impostata... un casotto. per esempio io ho una compattina samsung che si è rivelata parecchio precisa, mentre invece ho una olympus che si discosta pesantemente. per dire a 100 iso mi fà sovraesporre di 1 stop o più, mentre sugli 800 è più precisa. questo perchè i suoi 100 iso nominali sono in realtà 50 del sensore.
ma anche le analogiche non brillano per precisione, la fm2 in condizioni di cielo molto scuro tende a sovraesporre tanto, roba da suggerirmi 1/50 f2.8 quando già è abbondante se scatto 1/50 f4.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Bloccato