Rodinal eterno o ossidato??

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
electro-x
guru
Messaggi: 350
Iscritto il: 25/07/2012, 15:28
Reputation:

Re: Rodinal eterno o ossidato??

Messaggioda electro-x » 23/01/2016, 10:26

gergio ha scritto:Rodinal eterno? Un mio amico ne ha ritrovato una boccettina in cantina ancora sigillata, ma stima che abbia circa 25-30 anni: secondo voi è ancora utilizzabile?

Per esperienza personale direi di sì. In un vecchio armadio della mia prima camera oscura, tra le varie cose, c'era una confezione di vecchio Rodinal ancora con la boccetta in vetro e sulla scatola avevo annotato la data di acquisto....14-7-1976.
Non era sigillato ma usato per 1/3 e quindi parzialmente ossidato, l'ho provato .......ed era ancora efficiente con ottimi risultati e quindi l'ho usato normalmente sino alla fine. Questo è avvenuto circa due anni fa e quindi aveva quasi ......quarant'anni !



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Rodinal eterno o ossidato??

Messaggioda impressionando » 23/01/2016, 10:52

L'unica cosa che teme il Rodinal è il freddo...... come tanti rivelatori.
Con il reddo cristallizza.
Per la boccia in pressione non vedo soluzione se non un inquinamento da acido (stop fix)..... magari la siringa era sporca da un precedente prelievo di stop.



Avatar utente
gergio
guru
Messaggi: 787
Iscritto il: 14/03/2013, 16:57
Reputation:

Re: Rodinal eterno o ossidato??

Messaggioda gergio » 24/01/2016, 9:54

Grazie Paolo,
...allora qualche prova la faccio :)



Avatar utente
Mookie
appassionato
Messaggi: 13
Iscritto il: 10/01/2016, 22:29
Reputation:

Re: Rodinal eterno o ossidato??

Messaggioda Mookie » 25/01/2016, 12:23

Silverprint ha scritto:Quei negativi non sono mosci, anzi sono sovra-sviluppati (il rivelatore NON è ossidato).
Lo vedi bene dalla densità eccessiva delle parti più esposte.

Sono anche un po' sottoesposti.
Questo lo vedi bene dalla mancanza di densità delle parti meno esposte.

L'esposizione si giudica in base alle parti meno dense, lo sviluppo in base a quelle più dense.

I negativi non devono sembrare mica diapositive! :D
Il contrasto è già nella carta e quel che c'è li non è neanche poco.

E... I negativi NON si giudicano dai numeretti!!! 8-x
post9146.html#p9146



Grazie per la risposta!
Quale può essere stata la causa del sovra sviluppo?
Tempi di sviluppo errati?
La giornata era molto luminosa, quindi ho agitato poco lo sviluppo ed ho usato una diluizione 1+25 per cercare di compensare.
Come avrei dovuto compensare o meglio procedere?

Qualcuno avrebbe dei negativi ben sviluppati/esposti così da poter avere un parametro di confronto?

Grazie! :)



Advertisement


  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti