Secondo voi. . . .

Discussioni sull'etica e sulla filosofia applicata alla fotografia

Moderatore: etrusco

luca69
esperto
Messaggi: 129
Iscritto il: 15/01/2013, 21:51
Reputation:
Località: Novara
Contatta:

Secondo voi. . . .

Messaggioda luca69 » 09/01/2014, 15:43

Ciao a tutti colleghi "pellicolari",

mi è sorto un quesito7confronto: secondo voi, c'è qualche possibilità che la fotografia torni ad essere sulla pellicola o rimarrà una nicchia di qualità pura???

Grazie a tutti.



Advertisement
Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 425
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda Tomash » 09/01/2014, 17:00

Assolutamente

NO !

La stragrande maggioranza delle foto viene fatta con i cellulari o delle compattine.
Questa stragrande maggioranza, 10 anni fa, era quella che scattava negativi a colori e gli faceva stampare tutti in formati 10x15 o 13x19.
Era la stragrande fetta di mercato della fotografia, la più remunerativa, quella che permetteva a miriade di piccoli negozi, minilab e grandi laboratori di campare.
Gli appassionati con le loro dia (spesso) o BN stampati in casa erano una parte esigua, importante per quanto riguarda la vendita dell'attrezatura ma non per quanto riguarda il materiale sensibile.
Lo so perché una quindicina di anni orsono feci il commesso viaggiatore per un grosso laboratorio, raccoglievo i rullini da sviluppare dai negoziati e gli riportavo le foto stampate, ed essi mi raccontavano queste cose.
Questo mondo di fotografia dilettantesca non tornerà mai più e la pellicola rimarrà solo roba per noi, una piccola (ma non piccolissima) cerchia di appassionati.



Avatar utente
photopithecus
esperto
Messaggi: 239
Iscritto il: 17/07/2013, 11:33
Reputation:
Località: tra Montemurlo (PO) e Campagnano (RM)
Contatta:

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda photopithecus » 09/01/2014, 17:20

La domanda mi spiace dirlo ma è assolutamente inutile...
Comunque ci sono gia diverse discussioni sul tema, qui e altrove.
Per ora la pellicola è di nicchia, speriamo che resista.
Il futuro...non sarà analogico...non sarà digitale come lo intendiamo ora ma sarà.....beh solo Nostrapelliculadamus può dirlo anche se non ricordo cosa diceva il libro, l'ho smarrito e non mi va di cercarlo... :)



Avatar utente
giuliosera
esperto
Messaggi: 240
Iscritto il: 15/09/2013, 19:29
Reputation:

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda giuliosera » 09/01/2014, 18:18

Secondo me stiamo vivendo un era in cui tutto deve essere digitale, in tutti i campi.... Per quanto mi riguarda tutto ciò allontana l'uomo dalla parte reale delle cose, fa perdere consapevolezza e il senso della realtà... Potrà andare per sempre così? Non credo, così come molti di noi dopo dieci anni di digitale, quando hanno ristampato la prima foto su carta si sono detti: "cosa mi sono perso per tutti questi anni?" molti altri si sveglieranno dal torpore causato dal virtuale, dal digitale.
Certo, i vantaggi portati dal digitale sono innumerevoli ma al momento stanno oscurando aspetti dell'analogico che non potranno rimanere per sempre nell'ombra



Avatar utente
aldosutera
fotografo
Messaggi: 48
Iscritto il: 05/04/2013, 21:52
Reputation:

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda aldosutera » 09/01/2014, 20:55

ciao, anche secondo me la pellicola rimarrà solo una nicchia. A mio parere oltre ad un mutamento di tecnologia c'è in atto anche un mutamento del sentire. in altre parole mi sembra di cogliere che nel sentire comune è scomparsa la sensibilità che il mezzo fotografico possa esprimere qualche cosa di serio, di nutriente per la propria anima.
Oggi soprattutto nei giovani l'immagine è solo una immagine, non sembra più essere considerato un mezzo espressivo paragonabile ad una forma d'arte.
Mi raccomando, lo dico senza nessuna pretesa di verità è solo una mia sensazione. :D



Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 425
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda Tomash » 09/01/2014, 21:30

aldosutera ha scritto:Oggi soprattutto nei giovani l'immagine è solo una immagine, non sembra più essere considerato un mezzo espressivo paragonabile ad una forma d'arte.


Non sono d'accordo.
Anzi, forse è vero il contrario per certi versi.
Negli anni '90 la fotografia dilettantesca era in declino, intenet e soprattutto i primi cellulari monopolizzavano l'attenzione.
Con l'avvento del digitale e la sua immediatezza c'è stato un notevole ritorno alla fotografia e tutto sommato, nel marasma generale, vedo anche diversi tentativi di creare qualcosa di nuovo e comunicarlo.
Difficile poi fare un raffronto con gli anni passati, allora non c'era internet, non si condividevano le immagini ma neanche le esperienze come si fa oggi.
Allora le mie foto le vedevano un piccolo gruppetto di amici a cui somministravo 100 dia al ritorno dai viaggi e qualche stampa BN, oggi le mie foto le vedono e commentano anche i giapponesi (e io vedo e commento le loro foto).



Avatar utente
giofex
guru
Messaggi: 1376
Iscritto il: 22/08/2012, 10:33
Reputation:
Località: BRESCIA
Contatta:

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda giofex » 09/01/2014, 21:40

E' sicuramente una domanda interessante per la quale, penso, la risposta sia abbastanza facile...
Ciò che spero però è che le aziende produttrici di materiale analogico continuino a produrre...così noi potremo continuare a divertirci!!!


ciao

Giorgio

Avatar utente
aldosutera
fotografo
Messaggi: 48
Iscritto il: 05/04/2013, 21:52
Reputation:

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda aldosutera » 09/01/2014, 22:03

ciao Tomash
non riesco a capire su che cosa tu non sei daccordo, eppure hai anche sottolineato la mia frase; io non dico che si fotografa dippiu o di meno. inoltre io non dico che ci sia assenza di nuove forme di comunicazione. Parlo semplicemente di quello che si chiama "Valore aggiunto" assunto dalla forma d'arte; il modo di comunicare di oggi dei giovani con le immagini crea solo un nuovo linguaggio, certo affascinante, ma fra pochi anni avranno altro su cui concentrarsi, è un pò lo stesso meccanismo che accadde con gli sms. L'arte è sempre oggettiva. :-h



Avatar utente
guerié
guru
Messaggi: 440
Iscritto il: 04/02/2013, 16:21
Reputation:
Località: san miniato pisa

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda guerié » 11/01/2014, 16:21

secondo me la fotografia è tipica della nostra epoca del progresso... se inizierà un epoca di regresso come sembra stia accadendo, quella in pellicola riprenderà campo. L'epoca di regresso, è quella in cui verranno a mancare la libertà e la privacy sarà solo un modo per isolarci e per creare una società di singoli e non una fatta di piccole comunità reali con rapporti diretti. il digitale oltre ad essere troppo 'malleabile' è troppo schiavo del mezzo, è anche molto controllabile, la pellicola se non digitalizzata rimane una forma più discreta di produzione fotografica per renderla fruibile alla comunità(ormai virtuale) deve esserci una volontà ben precisa. condividere un file d'immagine è molto più semplice e automatico, la stampa da digitale mi sembra in calo...ma potrei sbagliare, a scapito della condivisione tramite app in web. in una comunità dove i costi dell'energia aumentano la tecnologia a pellicola avrà sempre mercato.


marco guerriero

Avatar utente
claudio44
guru
Messaggi: 1008
Iscritto il: 18/05/2011, 0:07
Reputation:
Località: Napoli

Re: Secondo voi. . . .

Messaggioda claudio44 » 12/01/2014, 19:06

non tornerà mai quella di prima, perché la stragrande maggioranza delle foto di una volta era di fotografi occasionali, vacanze, feste etc. mentre rimarrà come passione di qualità, ma ti dirò di più le nicchie saranno, e sono in realtà, due, quella degli analogici, e quella dei digitali che usano apparecchi di qualità, tra le due vedo peggio la seconda





  • Advertisement

Torna a “Etica e filosofia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti