Sekonic L-208

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatori: etrusco, isos1977

Avatar utente
luciano.xxk
esperto
Messaggi: 230
Iscritto il: 02/01/2014, 13:37
Reputation:

Re: Sekonic L-208

Messaggio da luciano.xxk »

I consigli di Nicola come minimo servono a capire se davvero il nuovo entrato ha problemi di taratura o è solo che lo devi conoscere meglio.

Trova una parete bianca uniformemente illuminata e ripeti le tue prove.

Se la differenza di due / tre stop rimane, andiamo avanti con l'analisi.



vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Sekonic L-208

Messaggio da vngncl61 II° »

Per capire se sto benedetto Sekonic sia sballato o meno, devi fare la semplice prova che t'ho suggerito più sopra.
Se non disponi di cartoncino grigio medio, trova un surrogato, anche un cartoncino colorato per bricolage va bene, l'importante è che abbia un colore tenue, e superficie non riflettente, ponilo in condizioni di illuminazione uniforme, all'ombra, prendi la misura inquadrando solo il cartoncino.
Il metodo non è scientifico, non è provato che tutti gli esposimetri rispondano alla stessa maniera alla variazione del colore, sono tarati per il grigio medio, inoltre potrebbero avere problemi di linearità, ma da buoni risultati.
Non preoccuparti troppo se le misure differiscono, anche di uno stop, e sopratutto non fidarti troppo dei tuoi esposimetri, non canni l'esposizione perché li usi da tempo e fanno ormai parte della "tua catena", magari li uso io e butto via pellicola come fosse stelle filanti.
Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10169
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sekonic L-208

Messaggio da chromemax »

Puntali entrambi su un grande muro in esterno all'ombra , dovrebbero leggere tutti lo stesso soggetto anche se con campi diversi. In questo modo però non riesci a verificare la linearità ma solo la risposta in quella specifica situazione di luce.

Avatar utente
EmanueleS
fotografo
Messaggi: 97
Iscritto il: 16/02/2017, 11:23
Reputation:
Contatta:

Re: Sekonic L-208

Messaggio da EmanueleS »

Ok ho provato misurando una parente bianca... i risultati differiscono sempre. Il problema è che lo stesso Sekonic dà risultati abbastanza altalenanti e non costanti... ma capisco che il tutto può essere dovuto alla forte sensibilità nel percepire la luce riflessa e dall'angolo di lettura della cellula... Perlomeno penso sia questa la motivazione...

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Sekonic L-208

Messaggio da vngncl61 II° »

Non ho mai ottenuto risultati attendibili col "metodo del muro", specialmente se in ombra scoperta, anche se sembrano di colore uniforme, ed uniformemente illuminati, non lo sono mai.
Operare su superfici piccole da risultati migliori.

P.S.
Ma la pila del Sekonic è carica? Il bianco è il colore meno indicato, insieme al nero, infatti non sono colori, per queste prove.
Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
EmanueleS
fotografo
Messaggi: 97
Iscritto il: 16/02/2017, 11:23
Reputation:
Contatta:

Re: Sekonic L-208

Messaggio da EmanueleS »

vngncl61 II° ha scritto:Non ho mai ottenuto risultati attendibili col "metodo del muro", specialmente se in ombra scoperta, anche se sembrano di colore uniforme, ed uniformemente illuminati, non lo sono mai.
Operare su superfici piccole da risultati migliori.

P.S.
Ma la pila del Sekonic è carica? Il bianco è il colore meno indicato, insieme al nero, infatti non sono colori, per queste prove.
Sì certo che è carica la pila: esposimetro nuovo e pila nuova... Ma da quel che vedo questo L-208 sovraespone perchè ha un angolo di lettura molto ampio... Io sono abituato a esposimetri a spot, questo qui ha 33°...

Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 445
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Sekonic L-208

Messaggio da Tomash »

E' un pessimo esposimetro, te lo dico francamente, facile che sia starato.
Il problema è che tu lo stai testando con altrettanti pessimi esposimetri, ovvero, che erano buoni se usati con le famigerate PX625 al mercurio da 1,35v.
L'esposimetro della Leica CL fa letteralmente dannare, parti con un coerente 500f2.8 e quando chiudi ad f11 il tempo è ben lontano da 1/30 (l'esposimetro della Leica M5 è ben altra cosa).
Il Leicametere MR-4 a seconda della luminosità, con il sole sembra preciso, poi cala la luce ed anche lui sovraespone in base al livello di carica della nuova PX625 da 1,5v.
La Leica M8 è una digitale e come tale tende a barare per far "tornare i conti" al sensore.

Tornando al nostro L-208, se ne provi più esemplari sul bancone del negoziante ti accorgerai che nessuno da la stessa lettura, se ne trovi due che i assomigliano probabilmente sono i più affidabili, un po come i termometri per intenderci.
Inoltre, la fotocellula tende a farsi abbagliare facilmente, devi sempre puntarlo verso terra, se vede un pezzo di cielo tende a dare misurazioni sottoesposte.
Anche come misurazione incidente non vale granché, spesso ripetendo più volte la lettura da valori differenti.
Peccato, ci sono cascato anche io, pensavo fosse un oggettino valido, piccolo e leggero, perfetto da portarsi dietro e non schiavo delle PX625, ma purtroppo non è così.
Presi anche un più moderno Sekonic Digisix, ma, dalla padella alla brace !
Ultima modifica di Tomash il 03/01/2018, 15:32, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Ivan
guru
Messaggi: 329
Iscritto il: 08/09/2016, 23:48
Reputation:
Località: Merano (BZ)

Re: Sekonic L-208

Messaggio da Ivan »

Concordo con tutti i pareri e consigli che ti sono stati dati e ti riporto una mia esperienza personale, avevo (ed ho) un Sekonic L328 da parecchi anni, lo scorso anno ho deciso di regalarmi un Sekonic L408 arrivato ho fatto lo stesso che hai fatto tu, valori diversi fra i due esposimetri e diversi sia dalla CL che dalla R5 usata in modalità Spot. Poche chiacchiere ho caricato un rullo nella mia IIIf e sono uscito, per tutto il giorno mi ha dato risultati che a me sembravano assurdi, tornato a casa i risultati erano perfetti, provato anche con Velvia 50 (praticamente nessuna latitudine di posa) risultati perfetti quindi il problema dove è? Probabilmente minuscole differenze di lettura, unica prova vera ed attendibile è quella sul campo


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Sekonic L-208

Messaggio da vngncl61 II° »

EmanueleS ha scritto:. Ma da quel che vedo questo L-208 sovraespone perchè ha un angolo di lettura molto ampio.
L'angolo di lettura non incide sulla precisione, in caso di superficie di colore uniforme ed uniformemente illuminata. In condizioni di uso su strada tendono a sottoesporre, in quanto spesso inquadrano anche il cielo.
Sembrerò scocciante, ma ti ripeto di eseguire il test con le modalità che t'ho descritto, cartoncino posto in condizioni di illuminazione uniforme, e facendo attenzione ad effettuare la misura solo su di esso.
Io un L-208 l'ho usato a lungo, l'ho pure provato con sorgente di luce calibrata, sottoesponeva di circa 1/2 stop, ma in maniera molto lineare, le differenze ad i vari livelli erano una frazione di stop, assolutamente non influente ai fini della corretta esposizione.
Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
EmanueleS
fotografo
Messaggi: 97
Iscritto il: 16/02/2017, 11:23
Reputation:
Contatta:

Re: Sekonic L-208

Messaggio da EmanueleS »

Tomash ha scritto:E' un pessimo esposimetro, te lo dico francamente, facile che sia starato.
Il problema è che tu lo stai testando con altrettanti pessimi esposimetri, ovvero, che erano buoni se usati con le famigerate PX625 al mercurio da 1,35v.
L'esposimetro della Leica CL fa letteralmente dannare, parti con un coerente 500f2.8 e quando chiudi ad f11 il tempo è ben lontano da 1/30 (l'esposimetro della Leica M5 è ben altra cosa).
Il Leicametere MR-4 a seconda della luminosità, con il sole sembra preciso, poi cala la luce ed anche lui sovraespone in base al livello di carica della nuova PX625 da 1,5v.
La Leica M8 è una digitale e come tale tende a barare per far "tornare i conti" al sensore.

Tornando al nostro L-208, se ne provi più esemplari sul bancone del negoziante ti accorgerai che nessuno da la stessa lettura, se ne trovi due che i assomigliano probabilmente sono i più affidabili, un po come i termometri per intenderci.
Inoltre, la fotocellula tende a farsi abbagliare facilmente, devi sempre puntarlo verso terra, se vede un pezzo di cielo tende a dare misurazioni sottoesposte.
Anche come misurazione incidente non vale granché, spesso ripetendo più volte la lettura da valori differenti.
Peccato, ci sono cascato anche io, pensavo fosse un oggettino valido, piccolo e leggero, perfetto da portarsi dietro e non schiavo delle PX625, ma purtroppo non è così.
Presi anche un più moderno Sekonic Digisix, ma, dalla padella alla brace !
Leicameter e CL li sto alimentando con batterie Zinco-Aria da 1.35 v, dunque funzionano perfettamente e sono perfettamente tarati. A parte le tue inconsistenti considerazioni su CL, Leicameter e M8, ti posso garantire che non ho mai avuto una fotografia sotto/sovraesposta, né in digitale né in analogico... tra l'altro con al CL mi trovo da dio, molto meglio che con l'esposimetro della M8.

Detto questo: sì questo Sekonic non mi sembra un granché... ci faccio un rullino e in caso lo restituisco...

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi