Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da Willy985 »

Provando a tornare in topic io sono abbastanza contrario alla stampa digitale da negativi analogici, mentre sono favorevole alla digitalizzazione dei negativi o delle stampe (analogiche) principalmente per tenere tutte le foto sul computer (anche quelle da scartare che non stamperesti mai e non andresti mai a rivedere) o per condividerle su internet.
Mi piace l'ìdea di mantenere tutto il processo interamente analogico, e la stampa è una parte importantissima (a mio parere) di tutto ciò, eppure non mi reputo affatto un "talebano della pellicola"! :p
Proprio l'altroieri ho visto parecchie stampe digitali ricavate da scansioni di negativi degli anni '30 e '40, devo dire che perdevano gran parte del loro fascino


I Immagine my Nikon
flickr

Avatar utente
.Leo.
guru
Messaggi: 556
Iscritto il: 23/08/2012, 18:15
Reputation:
Località: Livorno

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da .Leo. »

Io ho iniziato con la pellicola perché adoro il bianconero e la stampa digitale non mi soddisfaceva.. adesso faccio tutto il processo analogico dallo scatto alla stampa passando per i provini a contatto, da molti snobbati. Quindi dal mio modo di vedere il tutto, il bello è proprio la stampa !!
Anche io mi sono preso uno scanner per digitalizzare alcuni scatti o alcune stampe che male c'è (..?!) non mi sognerei mai da fare della post produzione "pesante", soltanto giocare con qualche livello per le regolazioni base e lo trovo normale per avere come risultato una parvenza di foto realistica.. non lo considero un'abominio, non mi sognerei mai di ottenere "risultati" da una scansione, servono atrezzature e conoscenza, non ci sono vie di mezzo!
Detto questo, tanto per far riflettere (quello che conta è il risultato di qualità).. è bene dire che come sistema ibrido è molto meglio l'opposto, scatto digitale e stampa analogica, anche se l'approccio all'immagine è sempre un pò freddino, almeno per quello che ho provato, reputo che il risultato non sia per niente male! Ho potuto anche vedere le stampe di Irene Kung, scattate con Hasselblad digitale e stampate su baritata classica..
Ultima modifica di .Leo. il 01/10/2012, 1:08, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da Willy985 »

Quoto soprattutto l'ultima parte! Il processo digitale - stampa analogica lo apprezzo molto di più, è un buon modo (dal mio punto di vista) di "nobilitare" uno scatto fatto in digitale e dargli quel "qualcosa in più" che può dare una stampa artigianale anche se continuo comunque a preferire il processo interamente analogico.
I Immagine my Nikon
flickr

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11749
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da Silverprint »

@ Willy & .Leo.... ma de che state a parlà? :-\

Lambda, Sigma, Lightjet, foto-restitutore generico, stampa a contatto da trasparente ink-jet... roba digital-archeologica fatta con la Polaroid Pro-Palette? I risultati sono ultra variabili...
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
.Leo.
guru
Messaggi: 556
Iscritto il: 23/08/2012, 18:15
Reputation:
Località: Livorno

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da .Leo. »

Io ho fatto stampare dei file digitali su DeVere di ultima generazione.. altro non l'ho provato :-??

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11749
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da Silverprint »

Uh! Mi mancava!

Quasi ganzo! Penso che su immagini non troppo grandi (17 megapizze con pannello LCD, quindi con "interlinea" visibile) possa avere dei numeri, specialmente in BN, col colore sono più dubbioso per via dei limiti dello spazio colore ottenibile dai panelli LCD, ma non sarà certo peggio d'un Lambda o d'un array di led...

http://www.de-vere.com/products.htm

Il prezzo non l'ho trovato... dovrebbe essere circa 30.000 neuros, non troppo.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
Willy985
guru
Messaggi: 520
Iscritto il: 24/11/2011, 23:25
Reputation:
Località: Napoli

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da Willy985 »

Silverprint ha scritto:@ Willy & .Leo.... ma de che state a parlà? :-\
Di pippe mentali ed opinioni personali :p Alla fine per me è tutto un discorso legato al fascino, e poi non ho la competenza necessaria per discutere della qualità effettiva dei processi di stampa digitale da negativo (so solo che quelli che ho visto fino ad ora non mi sono piaciuti)
I Immagine my Nikon
flickr

Avatar utente
mjrndr
guru
Messaggi: 1261
Iscritto il: 21/06/2012, 10:19
Reputation:
Località: Bergamo

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da mjrndr »

Più che del risultato finale, che sono sicuro essere migliore nel analogico, parlo della possibilità di visionare a monitor tutti i negativi fatti senza spese. Ed eventualmente di stampare in piccolo immagini a poco prezzo.

L'istogramma da scansione può essere uno strumento utile a valutare l'esposizione e la distribuzione dei grigi nel negativo o viene falsato dal l'acquisizione?
Ovviamente parlo di bn


Andrea

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11749
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da Silverprint »

mjrndr ha scritto:Più che del risultato finale, che sono sicuro essere migliore in analogico, parlo della possibilità di visionare a monitor tutti i negativi fatti senza spese. Ed eventualmente di stampare in piccolo immagini a poco prezzo.
Beh... se uno a pazienta di farsi delle scansioni in bassa e di archiviare tutto. Imho, però si fa millanta volte prima a farsi un provino a contatto :ymdevil: Sei sicuro che le stampine costino meno?
mjrndr ha scritto:L'istogramma da scansione può essere uno strumento utile a valutare l'esposizione e la distribuzione dei grigi nel negativo o viene falsato dal l'acquisizione?
Con l'istogramma in analogico non ci fai proprio NULLA, e non perché viene "riaggiustato" via software, è proprio che non servirebbe a NULLA. La "distribuzione dei grigi" (andamento della gamma tonale) dipende dalla combinazione delle curve caratteristiche di carta e pellicola e poi dall'ingranditore e dallo sviluppo della carta, senza contare interventi sul contrasto, mascherature e bruciature.
Valutare l'esposizione dalla scansione poi ti porta davvero fuori strada, fuori strada di brutto, di brutto... anche più d'un paio di stop. LASCIA PERDERE.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9594
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sensori analogici, post produzione e stampa digitali

Messaggio da chromemax »

Valutare l'esposizione dalla scansione poi ti porta davvero fuori strada, fuori strada di brutto, di brutto... anche più d'un paio di stop. LASCIA PERDERE.
:-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o
Anatema!!!!
:-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o

:)) :)) :))

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi