Serenità e inquietudine

Racconta un tuo scatto, le scelte prese, l'inquadratura, il soggetto, la tecnica di sviluppo e la metodologia di stampa...

Moderatore: etrusco

Avatar utente
osvi
fotografo
Messaggi: 52
Iscritto il: 09/04/2010, 18:07
Reputation:

Serenità e inquietudine

Messaggioda osvi » 28/02/2011, 10:53

Questa volta prendo come pretesto due scatti, fatti a distanza di un'oretta uno dall'altro, per parlarvi di come, nel mio modo di "sentire" l'immagine in un dato momento, inetrvengano una miriade di fattori emotivamente influenti.Tempo fa ho fatto una specie di workshop e mi sono venuti a trovare due amici, anche loro medioformatisti e bianconeristi, curiosi di vedere come ottenessi le mie immagini.... in realtà ho poi imparato più io da loro che non il contrario. :D
Ok, la prima uscita fotografica è stata pianificata in modo da essere in sito prima dell'alba e poter sfruttare la tenuissima luce che precede i raggi solari. Giunti ai piedi della scogliera bassa ci siamo dedicati a trovare una inquadratura soddisfacente. Io, mostruosamente appassionato di Mare, rimuginavo tra me e me sul fatto che avrei fatto meglio a portare la mia attrezzatura da pesca in apnea... lo spettacolo di un mare invernale completamente immobile, quasi fosse assorto in mille pensieri, mi lasciava incantato e la pace e la serenità che spriginava, erano qualcosa di magnetico. Ecco che il desiderio di immortalare questo momento dolcissimo mi ha guidato nel cercare di previsualizzare la foto: il faro, che nella composizione con grandangolare spinto, risultava essere piuttosto piccolo, aveva bisogno di un ruolo da protagonista... scattando con tempi brevi avrei preso, se mi andava bene, solo una volta la luce dello stesso ed il suo riflesso sulla superficie liquida sarebbe stato piuttosto evanescente. Da qui la scelta di un tempo lungo e di un filtro arancio: il rosso sarebbe stato troppo forte ed avrebbe oscurato troppo il blu predominante. L'esposizione, calcolata col solito esposimetro spot, è venuta dopo una accuarata ricerca della composizione più equilibrata. Il tempo è stato, calcolando anche un buon margine di tempo per l'effetto di reciprocità, di 4 minuti, più che sufficienti a dare corpo alla luce del faro ed ai suoi deboli riflessi. In fase di post produzione ho solo regolato selettivamente i livelli e bruciato e mascherato alcune zone. Questo il risultato della Pentax 6x7 armata di 45 mm e di Fuji Acros 100:

Immagine

Il sole appena alto sull'orizzonte ci ha suggerito di cambiare zona, per questo siamo andati sopra una scogliera alta a picco sul mare. La giornata già preannunciava cambiamenti ed infatti nuvoloni importanti soraggiungevano ad inavdere lo sfondo. Questo cambiamento contribuiva a dare al mare un aspetto meno sereno ma decisamente più minaccioso. Considerando che il mio stato d'animo del momento ben si somigliava ho cercato ( a lungo senza trovar nulla) un qualcosa che desse del mare una lettura diametralmente opposta allo scatto precedente. Uno spuntone di roccia, che mi pareva come una grossa freccia (od un grosso dito, che indicava la direzione del mare che si perdeva nell'infinito, e delle rocce a strapiombo che rafforzavano l'impatto minaccioso) mi induceva a concentrarmi su di essa: il solito 45 mm, posizionato il più vicino possibile per ottenere un primo piano a fuoco, mi dava una sfocatura che includeva tutto il resto della scena, utile per rafforzare il senso di mistero ed angoscia che mi balenava nel cervello bacato che mi ritrovo. Solito filtro arancio e solito scatto: specchio presollevato, cavetto di scatto e questo è il risultato:

Immagine

Ed ora a voi i commenti.

Ciao,
Osvi.



Advertisement
Avatar utente
Coglians79
guru
Messaggi: 407
Iscritto il: 10/12/2009, 0:20
Reputation:
Località: Paluzza (UD)

Re: Serenità e inquietudine

Messaggioda Coglians79 » 28/02/2011, 12:29

Beh, che dire. Il racconto è bello, le scelte tecniche e compositive eccellenti. Le foto:
La prima è una delle più emozionanti che ho visto quest'anno. Complimenti. Merita senz'altro una stampa fatta bene almeno 30x40. Emozionante.
Per la seconda forse avrei preferito una profondità di campo un pelo più lunga, ma lungi dal dire che non mi piace.

Complimenti, assolutamente sinceri.

A cercare il solito pelo nel solito uovo: un pochino di contrasto in più. Ma sono minuzie.


[i]Non importa quante volte vai al tappeto. L'importante è rialzarsi e continuare a combattere.[/i]

http://www.flickr.com/photos/[email protected]/

Avatar utente
etrusco
moderatore
Messaggi: 4626
Iscritto il: 08/12/2009, 12:16
Reputation:
Località: Viterbo
Contatta:

Re: Serenità e inquietudine

Messaggioda etrusco » 28/02/2011, 13:26

Seguendo il tuo racconto trovo che le foto che hai realizzato siano in perfetta sintonia con il tuo stato d'animo. Bravissimo.

Prima di leggere il tuo racconto, però, ho cercato di analizzarle senza farmi "inquinare" dalle tue parole (concedimi la metafora) per vedere se poi ciò che avevo provato nello studiare le tue foto coincideva con quanto poi da te descritto.

Sulla prima foto siamo in perfetta sintonia, ciò che hai descritto è esattamente ciò che sei riuscito a trasmettere, bravissimo! Ottima composizione, ottima inquadratura, gran bella foto.

Sulla seconda, sono rimasto un pochino più perplesso....ma questo non è necessariamente un male. Tantissimo sfocato, ad eccezione del primo scoglio, che disturba molto la visione della foto. Inizialmente mi son detto "azz....e tutto questo sfocato? Perchè?"
Poi ho capito che volevi trasmettere la tua inquietudine (da solo non l'avevo capito)... devo dire che per i miei gusti personali tutto quello sfocato mi disturba, ma è una scelta tecnica ben precisa e voluta per cui non posso sindacare, ma solo esprimere la mia personalissima idea, molto soggettiva.

Per concludere, alla prima foto do un bel 9 alla seconda un 7--

Ciao


ImmaginePssss, Hei! ... Ti sei ricordato di registrare la tua camera oscura su darkroom locator?

Alessandro "etrusco" De Marchi - @trovarigenerati - @trovareflex - @trovaregalodonna

Avatar utente
mellons89
fotografo
Messaggi: 34
Iscritto il: 10/01/2011, 1:33
Reputation:
Località: genova

Re: Serenità e inquietudine

Messaggioda mellons89 » 09/03/2011, 23:29

splendida la prima!!!



Advertisement
Avatar utente
mastem
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 03/01/2011, 17:25
Reputation:
Località: Roma
Contatta:

Re: Serenità e inquietudine

Messaggioda mastem » 15/03/2011, 21:07

La prima splendida, nella seconda lo sfocato è un pò eccessivo.



Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1128
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: Serenità e inquietudine

Messaggioda guarrellam » 15/03/2011, 23:05

Ti faccio i complimenti,la prima,d'amante del mare è stupenda,mi piacciono i tempi lunghi ed il loro risultato.
Per la seconda,preferisco non valutarla,perchè la sento molto "personale ed emotiva".

;)


Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Avatar utente
Marco
esperto
Messaggi: 154
Iscritto il: 17/03/2011, 15:05
Reputation:
Località: Salerno
Contatta:

Re: Serenità e inquietudine

Messaggioda Marco » 17/03/2011, 21:27

davvero notevole..belle, entrami complimenti.


Vendo nel mercatino di Analogica.it:
Ingranditore Durst M301: viewtopic.php?f=26&t=1041
Macchina Yashica 107 MP + accessori: viewtopic.php?f=26&t=1042

Affrettatevi!



  • Advertisement

Torna a “Racconta uno scatto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite