Sistema zonale

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Solibeni
appassionato
Messaggi: 25
Iscritto il: 12/03/2016, 19:57
Reputation:

Sistema zonale

Messaggioda Solibeni » 12/03/2016, 20:25

Ho deciso di dedicarmi alla fotografia analogica, ma sto partendo da zero.
Ho comprato una vecchia Nikon FE, un 50mm E Series e dei film a colori della Fuji a 400 asa. Ho impostato gli asa della camera a 200 dal momento che sto cercando di imparare a lavorare con il sistema zonale, cosa di cui ho letto sul vostro forum. Conto di far sviluppare i rullini presso un laboratorio fotografico, e sono un po in dubbio su cosa spiegare esattamente alla consegna x far si che i film vengano sviluppati a perfezione. La cosa é anche un po complicata dal momento che non vivo in Italia ma nel nord europa, quindi voglio esser ben sicuro di spiegarmi con chiarezza ed evitare incomprensioni.
Mi é sembrato di capire che il film non vada sviluppato come un 400ASA ma con un tempo di sviluppo un po inferiore, ma ho dubbi al riguardo e vorrei chiedervi se qualcuno di voi esperti non voglia usare un paio di minuti x schiarirmi le idee ed evitare di bruciare i per me preziosi rullini. :)
Ringraziandovi anticipatamente vi porgo i piú cordiali saluti :)



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11557
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Silverprint » 12/03/2016, 21:32

Non credo che tu troverai un laboratorio che faccia il S.Z. a colori e neanche in BN.

Cerca solo di rivolgerti ad un laboratorio serio e competente, non sarà facile, indipendentemente da dove ti trovi ce ne sono pochissimi. Per cui armati di pazienza e cerca di capire come lavorano prima di sceglierne uno.

NB. non si può parlare di Sistema Zonale in catene aperte. Quel che si può fare è una esposizione per le ombre, approssimativa finché non si fanno i test di S.E. Per carità, già cercare di esporre bene fa moltissimo, ma il S.Z. è un'altra cosa.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Solibeni
appassionato
Messaggi: 25
Iscritto il: 12/03/2016, 19:57
Reputation:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Solibeni » 13/03/2016, 0:50

Bene, a questo punto posso anche dichiarare terminata la mia avventura analogica :)
A parte gli scherzi, ho trovato un piccolo laboratorio analogico che sembra uscito da un film degli anni settanta, che lavora proprio con questo tipo di cose. Qui nel nord europa la fotografia analogica é molto popolare.
Sto lavorando appunto come dici tu cercando di fare un'esposizione per le ombre al meglio che posso, e sono molto curioso di vedere il risultato che verrá fuori. Normalmente ho sempre fatto foto usando impostazioni standard. :)



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11557
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Silverprint » 13/03/2016, 8:45

Molto bene.

Allora se il laboratorio è bravo e collaborativo, forse puoi cominciare a fare gli esperimenti del S.Z. :)
Parla con loro e vedi se potete iniziare i test di verifica di sensibilità effettiva e contrasto nella loro procedura standard.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
Solibeni
appassionato
Messaggi: 25
Iscritto il: 12/03/2016, 19:57
Reputation:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Solibeni » 13/03/2016, 11:27

mi chiedevo se per fare una effettiva esposizione/misurazione delle ombre sia necessaria la misurazione a spot, o se mi basti anche la classica impostazione delle macchine tipo la mia vecchia Nikon FE, dove si da la prioritá alla zona centrale della foto senza focalizzare su un punto ben preciso, mi puoi dire qualcosa al riguardo?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11557
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Silverprint » 13/03/2016, 11:40

È necessario misurare precisamente le parti scure. Anche una piccola "intrusione" di aree più chiare in ciò che si misura falsa la misurazione in modo molto evidente.
Senza esposimetro spot è necessario avvicinarsi fino al punto che la parte da misurare riempia completamente il mirino.
Si può fare quasi sempre, anche se è un po' scomodo.

Andrea Calabresi, aka Silverprint


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Solibeni
appassionato
Messaggi: 25
Iscritto il: 12/03/2016, 19:57
Reputation:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Solibeni » 13/03/2016, 13:37

Quindi con la macchina mi avvicino piú che posso e misuro le zone piú scure, prendo nota della misurazioni con le quali imposto la macchina, e faccio la foto (se nel frattempo la luce non é cambiata), ho capito bene?. Ma la domanda che mi rimane é come far compensare il film in fase di sviluppo, mi potresti dare una dritta semplice x regolarmi? Ancora grazie x la pazienza.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11557
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Silverprint » 13/03/2016, 14:07

Dritta semplice non c'è.
Per prima cosa occorre misurare la sensibilità effettiva. Poi dopo aver misurato le parti scure dovresti decidere dove porle, ovvero se e quanto ridurre l'esposizione rispetto alla lettura.

Questo è il primo passo, quello semplice, cioè "esporre per le ombre".

Per la seconda parte, cioè "sviluppare pet le luci", bisogna fare i test. Ci vuole un bel po di tempo e prima bisognerebbe capire come funziona la cosa....

Andrea Calabresi, aka Silverprint


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11557
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sistema zonale

Messaggioda Silverprint » 13/03/2016, 14:37

Purtroppo per mettere a punto il SZ per una catena (pellicola, rivelatore, ingranditore, carta, etc) ci vogliono varie giornate di lavoro e ci vuole qualche giorno anche per capire come funziona.

Nel forum ci sono vari lunghi e complicati thread su come fare i test. Ma quelli dovrebbero venir dopo aver capito come funziona il SZ.

Andrea Calabresi, aka Silverprint


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
fotocelluloide
esperto
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/07/2010, 11:24
Reputation:

Re: Sistema zonale

Messaggioda fotocelluloide » 13/03/2016, 19:01

Forse con il 35mm conviene un po' di bracketing negli scatti più dubbi. Tieni presente che se dichiari al laboratorio di sotto o sovrasviluppare il risultato si vedrà sull'intero rullino.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti