Smontare Leica IIIF

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
giubacchio
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 14/07/2014, 19:49
Reputation:

Re: Smontare Leica IIIF

Messaggioda giubacchio » 15/07/2014, 22:19

Credo tu possa, mi è già stato consigliato un centro (di nome Piccolo Formato) che tiene corsi e dà la possibilità di sviluppare e stampare. Altrimenti scrivi anche in privato se vuoi.



Advertisement
Avatar utente
lecicale
esperto
Messaggi: 138
Iscritto il: 07/12/2011, 22:28
Reputation:

Re: Smontare Leica IIIF

Messaggioda lecicale » 17/07/2014, 13:56

Io te lo sconsiglio altamente anche perchè non basta la conoscenza meccanica e la abilità manuale , servono a anche le atrezzature cacciaviti appositi e altro , per esmpio mi sembra la serie a vite utilizzasse 7 tipi differenti di lubruficante per diversi tipi di ingranaggi ........tutte le viti sono fatte a mano dal pieno non ci sono pezzi montati o tagliati in catena di montaggio...............la Samca di Genova ( non credo di fare pubblicità in quanto non mi sembra che ne abbiano bisogno e soprattutto perchè sono gli unici per certi tipi di macchina) che non sono fratelli hanno ancora dalla Cattaneo di genova attrezzature e materiali unici in europa che credo si trovino solo in pochissimi centri specializzati .


Ciao a tutti ,
Matteo

Avatar utente
giubacchio
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 14/07/2014, 19:49
Reputation:

Re: Smontare Leica IIIF

Messaggioda giubacchio » 18/07/2014, 10:41

Si, mi sono sbagliato non sono fratelli. Comunque leggendo quà e là il fatto lubrificanti non è così tragico: questi meccanismi lavorano "relativamente" poco, e un olio leggero (o anche solo una pulita) basterebbero. Anche gli strumenti necessari non dovrebbero essere un problema, non ci sono particolari attrezzi necessari. Il problema secondo me è smontare e rimontare tutto nel giusto ordine e con precisione (se poi smonti alcune parti è anche necessario ricalibrarle), senza perdere pezzi. Mi chiedevo appunto se qualcuno lo avesse mai fatto.



utente04

Re: Smontare Leica IIIF

Messaggioda utente04 » 18/07/2014, 13:16

Io ho smontato e rimontato decine di fotocamere di ogni epoca, (con alterne fortune) ma se tu sei convinto che non servano strumenti specifici e che basti un "olio leggero" (??) scusami ma è inutile parlare, perchè è esattamente il contrario.
L'uso dei lubrificanti giusti (tipo i Moebius) è di importanza fondamentale, chi pensa di poter lubrificare con l'olio di oliva (come in realtà molti pensano davvero) o con oli e grassi non specifici, è del tutto fuori strada.
Prova a lubrificare con un "olio leggero" i freni delle tendine e poi aspetta di vedere l'effetto che fa.
Comunque, se ti sei convinto di poter riparare una Leica senza aver mai messo le mani su una fotocamera , non puoi fare altro che provarci e farci sapere come è andata.
Magari scopri di avere un talento infuso che ti potrebbe tornare molto utile.



Avatar utente
giubacchio
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 14/07/2014, 19:49
Reputation:

Re: Smontare Leica IIIF

Messaggioda giubacchio » 08/09/2014, 9:44

Scusate il ritardo della risposta!
Fotoloco, io mi riferivo alla riparazione necessaria nella mia Leica, che non prevede teoricamente la messa di mano indispositivi molto sensibili; non dovrei aver parlato di lubrificazione delle tendine, e a questo proposito proprio il video che ho condiviso in precedenza mostra come siano appunto necessari lubrificanti di diverso tipo per i vari meccanismi.
I meccanismi a cui mi riferivo erano appunto quelli del ritardatore, i quali non dovrebbero (correggimi se sbaglio) necessitare di estrema cura dal punto di vista della lubrificazione: questo l'ho appurato sia leggendo in internet, sia il manuale di riparazione della Leica IIIF, dove vengono anche mostrati i vari passi e gli strumenti necessari.
Mi spiace per la tua risposta un pò aspra, che non mi ha di fatto aiutato granchè, e confido magari in una successiva più costruttiva. Saluti!



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 1798
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Smontare Leica IIIF

Messaggioda Elmar Lang » 08/09/2014, 10:19

Io credo che la risposta un po' secca di Fotoloco fosse piuttosto opportuna, con tutta la simpatia per chi vorrebbe cimentarsi in un'operazione di ripristino d'una bella fotocamera.

Se proprio vuoi provare, compra per pochi Euro chessò, una Zorki-4 (che "sotto la pelle" ha i principi d'una Leica a vite) ed esperimenta.

Una Leica IIIf è una macchina pregevole, che merita le cure d'un bravo riparatore: per le Leica a Vite, i Signori Sammartino e Casanova di Genova, sono sicuramente tra i migliori, se non i migliori nel loro campo specifico: vale il viaggio fino a Genova anche solo per conoscerli. Com'è ovvio che sia, l'intervento di noti specialisti ha un costo conseguente.

Io amo il sistema Contax a telemetro (e le Kiev, ovviamente), ma anni fa dei colleghi d'ufficio della ditta genovese per cui lavoravo, mi regalarono una Leica IIIg ch'era ridotta ad un semplice soprammobile, pure bruttino a vedersi. Io non amo le fotocamere non in grado di fare ciò per cui furono costruite e vedere tutti i giorni in ufficio quella Leica sporca, bloccata e graffiata, mi faceva pena. Sapevo della SamCa ed allora presi una mattina di permesso, per portargliela. Per farla breve, in capo ad una ventina di giorni, mi tornò in mano una macchina che non sembrava nemmeno la stessa di prima: pareva appena uscita dall'imballo (più o meno) e funzionante in modo perfetto; assieme, una busta minigrip con le viti ed i pezzi sostituiti. Uno di quei casi in cui una cifra consistente viene spesa con piacere.

I fotoriparatori sono una categoria quasi in via d'estinzione e quelli bravi sono sempre più rari, anche per ragioni anagrafiche. Noi amiamo usare fotocamere "analogiche": è giusto quindi che facciamo quel ch'è in nostro potere per far sì che nelle nostre macchine mettano le mani persone qualificate... a meno di voler intraprendere con serietà la carriera del fotoriparatore, andando a bottega da uno dei grandi vecchi del settore... anche se di questi tempi c'è poco da stare allegri, all'idea di iniziare un'attività.

In conclusione, tra vedere un "tutorial" su youtube o un "service manual" scaricato dal web e ritenere che intervenire -con mezzi casalinghi e senza esperienza- sia facile, ce ne corre. Bisogna per prima cosa essere modesti con noi stessi.

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
giubacchio
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 14/07/2014, 19:49
Reputation:

Re: Smontare Leica IIIF

Messaggioda giubacchio » 15/09/2014, 15:49

Ciao Elmar, grazie per la risposta.
Concordo ciò che dici, e mi ero infatti interessato ai riparatori di Genova, e ho in mente magari anche di andarli a trovare (purtroppo sono abbastanza lontani per me!)
Giusto un paio di precisazioni, perchè dalle vostre risposte sembra che io volessi completamente smontare la macchina. In realtà la macchina fotografica è funzionante ed in ottime condizioni, ha solo questo piccolo difetto dovuto al non utilizzo, e spenderci molti soldi non lo ritengo opportuno perchè non utilizzandola riincapperà nello stesso problema. Ho infatti un altro paio di macchine fotografiche d'epoca, e il tempo di utilizzarle tutte purtroppo manca.
Volevo solo capire se piccoli riparazioni come questa fossero possibili senza fare danni, e ho capito che è meglio non rischiare.
Aggiungo che oltre a forum e service manual scaricati dal web, ho anche il manuale di riparazione originale Leica (pdf), e se siete interessati ve lo posso inviare.
Vi ringrazio per i consigli!
Giulio




Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite