Sonnar 250 f 5.6

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
giobers
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 10/01/2015, 18:12
Reputation:

Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda giobers » 27/02/2015, 17:38

Ho appena acquistato un Sonnar 250 F 5.6 C (senza la T*) per Hasselblad. Sul sito storico dell'Hasselblad (www.hasselbladhistorical.eu) risulta solo un obiettivo Sonnar 250 5.6 CF*. C'è qualche esperto che mi svela l'arcano? Come mai la mia lente non è citata ufficialmente da Hasselblad! Mistero!!!!



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5085
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda -Sandro- » 27/02/2015, 18:21

Quel sito non è da prendere come esempio di funzionalità e completezza.

P.S.: anche io ho un 250 non T*, obiettivo meraviglioso.



Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 908
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda PIERPAOLO » 27/02/2015, 20:33

il Sonnar 250/5,6 C è stato presentato nel 1957, come parte del primo corredo della 500C, nel 1973 è stato cambiato l'elemento posteriore, il il trattamento T* introdotto nel 1975/76. La versione CF è del 1982, mentre il Superacrhomat risale sempre al 1973 ma con una produzione molto ridotta, nel 1982 la versione CF.

Pertanto tutte le ottiche precedenti alla metà degli anni settanta non possedevano la T*


Pierapolo

--------------

del resto occorre ricordare che le prime ottiche Carl Zeiss con trattamento T* sono state il 16/2,8 e lo 85/1,4 per il sistema Contarex nel 1972



Avatar utente
giobers
appassionato
Messaggi: 15
Iscritto il: 10/01/2015, 18:12
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda giobers » 01/03/2015, 9:16

Grazie! Esaurienti!



Advertisement
Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5085
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda -Sandro- » 01/03/2015, 9:39

Usalo sempre col paraluce, mi raccomando, gli obiettivi senza trattamento T* sono particolarmente sensibili al controluce ed al calo di contrasto, ma hanno un garbo nella resa che non puoi trovare altrove.



Avatar utente
rugge#55
esperto
Messaggi: 138
Iscritto il: 16/12/2012, 18:15
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda rugge#55 » 01/03/2015, 9:54

Prima dell' acquisto del suddetto ne parlai via telefono con Gino Ferzetti, che me ne lo consigliò vivamente.
A suo dire i primi C cromati non T* avevano lenti prodotte con un vetro ottico particolare, che poi era stato cambiato nelle versioni successive.
L' ho usato poco, ma posso confermarti la resa eccellente già a partire da tutta apertura.
Ovviamente sempre paraluce!



Avatar utente
karlo
guru
Messaggi: 459
Iscritto il: 08/06/2013, 19:44
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda karlo » 01/03/2015, 10:11

rugge#55 ha scritto:Prima dell' acquisto del suddetto ne parlai via telefono con Gino Ferzetti, che me ne lo consigliò vivamente.
A suo dire i primi C cromati non T* avevano lenti prodotte con un vetro ottico particolare, che poi era stato cambiato nelle versioni successive.
L' ho usato poco, ma posso confermarti la resa eccellente già a partire da tutta apertura.
Ovviamente sempre paraluce!



andrebbe bene anche per il ritratto?



Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 908
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda PIERPAOLO » 01/03/2015, 10:37

le vere ottiche da ritratto nel sistema Hasselblad sarebbero: 120 Macro in entrambe le versioni f/4 e f/5,6, il 150/4, per anni preferito dai matrimonialisti e se vogliamo il 180/4 molto inciso e dedicato più forse al ritratto etnico. C'è poi il formidabile 110/2 per macchine serie 2000 , ottica eccezionale. Il 250 per l'apertura 5,6 che consiglierebbe il cavalletto visti i tempi di posa conseguenti, la distanza di messa a fuoco di 2,5m può essere anche usato per ritratto, (come tutto del resto), ma non è certo l'ottica preposta a questo uso. Tuttavia nessuno impedisce di provare...

Pierpaolo



Avatar utente
karlo
guru
Messaggi: 459
Iscritto il: 08/06/2013, 19:44
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda karlo » 01/03/2015, 10:49

PIERPAOLO ha scritto:le vere ottiche da ritratto nel sistema Hasselblad sarebbero: 120 Macro in entrambe le versioni f/4 e f/5,6, il 150/4, per anni preferito dai matrimonialisti e se vogliamo il 180/4 molto inciso e dedicato più forse al ritratto etnico. C'è poi il formidabile 110/2 per macchine serie 2000 , ottica eccezionale. Il 250 per l'apertura 5,6 che consiglierebbe il cavalletto visti i tempi di posa conseguenti, la distanza di messa a fuoco di 2,5m può essere anche usato per ritratto, (come tutto del resto), ma non è certo l'ottica preposta a questo uso. Tuttavia nessuno impedisce di provare...

Pierpaolo


Sarebbe comodo perchè spesso vorrei allontanarmi dal soggetto. Lo utilizzerei si treppiedi ovviamente con pellicole bn.
Mi interesserebbe sapere la differenza di incisione con il 150mm



Avatar utente
PIERPAOLO
guru
Messaggi: 908
Iscritto il: 19/10/2010, 17:30
Reputation:

Re: Sonnar 250 f 5.6

Messaggioda PIERPAOLO » 01/03/2015, 10:58

personalmente ho esperienza solo del 250 CF e del SA CF: il primo tipo non l'ho mai provato e penso sia abbastanza adatto al b/n come tutte le ottiche di quel periodo, sicuramente plastico, specie nelle lettura delle ombre, meno convincente nel colore o alle dia, a meno di non ricercare colori pastello.L'incisione è sicuramente minore rispetto al SA ma nel ritratto è un dato relativo e non sempre importante a meno che non si parli di ritratto etnico, dove l'incisione talvolta è il quid vincente dell'immagine.

Pierpaolo





  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti