split grade?

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11611
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: split grade?

Messaggioda Silverprint » 02/01/2013, 18:43

Procedura operativa... istruzioni da seguire, prima si fa una cosa, poi un altra, etc...

Solo una procedura operativa nel senso che NON determina i risultati.

L'idea della stampa split è che con il grado basso faccio le luci (bianchi) e con quello alto le ombre (neri). Solo che anche il grado più basso produce densità non trascurabili dove il negativo è poco denso (i neri, le ombre), ovviamente. Quindi si usa per primo. E poi si ottiene questa stampa morbidissima dove sono ok i toni chiari e slavati quelli scuri (se il negativo è normale).
Ora su quella stampa devi dare il giusto peso ai toni scuri senza scurire anche quelli chiari...e per farlo approfitti del fatto che se si usa un contrasto altissimo sulle luci (i bianchi, parti dense del negativo) di luce, rispetto a quanta ne arriva dove il negativo è poco denso, non ce ne va.

Se invece usi un contrasto alto, ma non altissimo sulla seconda esposizione, c'è il rischio (tanto più alto quanto più il negativo è morbido) che ti vada ad alterare le alte luci, rendendo inutile tutta la fatica fatta prima per trovare il tempo giusto col grado basso.

Ma guarda te... se mi tocca spiegare come fare cose che non amo fare! ahahhaha! :))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: split grade?

Messaggioda franny71 » 02/01/2013, 19:37

Silverprint ha scritto:Procedura operativa... istruzioni da seguire, prima si fa una cosa, poi un altra, etc...

Solo una procedura operativa nel senso che NON determina i risultati.

L'idea della stampa split è che con il grado basso faccio le luci (bianchi) e con quello alto le ombre (neri). Solo che anche il grado più basso produce densità non trascurabili dove il negativo è poco denso (i neri, le ombre), ovviamente. Quindi si usa per primo. E poi si ottiene questa stampa morbidissima dove sono ok i toni chiari e slavati quelli scuri (se il negativo è normale).
Ora su quella stampa devi dare il giusto peso ai toni scuri senza scurire anche quelli chiari...e per farlo approfitti del fatto che se si usa un contrasto altissimo sulle luci (i bianchi, parti dense del negativo) di luce, rispetto a quanta ne arriva dove il negativo è poco denso, non ce ne va.

Se invece usi un contrasto alto, ma non altissimo sulla seconda esposizione, c'è il rischio (tanto più alto quanto più il negativo è morbido) che ti vada ad alterare le alte luci, rendendo inutile tutta la fatica fatta prima per trovare il tempo giusto col grado basso.

Ma guarda te... se mi tocca spiegare come fare cose che non amo fare! ahahhaha! :))

ora ho capito.... :D
questa procedura operativa non è malissimo però...
in che situazioni è consigliabile utilizzarla?
io l'ho provata su negativi sottoesposti e sovrasviluppati ottenendo stampe passabili, su negativi normali lo vedo ancora meglio, su quelli morbidi non ho riscontrato particolari benefici, anche se mi si sono chiusi meglio i neri, che era poi il mio problema.... :)


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11611
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: split grade?

Messaggioda Silverprint » 02/01/2013, 21:41

franny71 ha scritto:...su quelli morbidi non ho riscontrato particolari benefici, anche se mi si sono chiusi meglio i neri, che era poi il mio problema.... :)


Ricordati che se non riesci ad ottenere gli stessi risultati il problema è tuo, non della procedura operativa. :ymdevil:

Io trovo la stampa split solo inutilmente laboriosa. Nella fase iniziale, di determinazione di densità e contrasto di una stampa di lavoro va anche bene, ma dopo lavorarci su, con ogni intervento raddoppiato (nelle rispettive variabili percentuali da calcolarsi) mi pare abbastanza un incubo. Va meglio con uno di quei marchingegni dedicati, ma l'idea di dover avere per forza un aggeggio complicato quando basta un metronomo non mi piace. :ymhug:

Altro discorso è che al 90% delle persone già una stampina di lavoro appena passabile sembri un mezzo miracolo. E come ho già detto lo so bene che l'impostazione di base iniziale di densità e contrasto richiede tempo per essere appresa... e se una procedura astratta e complessa (ma codificata) aiuta a fare questa benedetta stampina... mi arrendo!

Poi però non lamentatevi... :ymdevil:


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: split grade?

Messaggioda franny71 » 02/01/2013, 22:09

Non ho detto questo Andrea, è solo che ora come ora questo è il solo sistema che mi abbia reso delle stampe vicine a ciò che avevo previsualizzato... Più avanti sarò tuo alunno e spero di poter capire, per ora mi devo accontentare di quello che ottengo sperimentando...


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11611
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: split grade?

Messaggioda Silverprint » 02/01/2013, 22:15

:)

Va bene tutto... solo ricordati che se con la split ottieni qualcosa che non ottieni con una diretta, nella diretta hai "sbagliato" qualcosa e naturalmente viceversa. Nel senso che è sempre possibile ottenere gli stessi risultati.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: split grade?

Messaggioda franny71 » 03/01/2013, 22:16

stampe asciutte, abbastanza convincenti, ma con un accenno di verdino sulla carta, una ADOX non ricordo cosa in questo momento...
carta nuova, presa qualche mese fa e mai utilizzata, è lei o sono stato io?
sviluppata in eukobrom 1+9, non so se serva...
ilford MG e fomabrom variant non mi hanno dato questo "inconveniente"...


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4695
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: split grade?

Messaggioda impressionando » 03/01/2013, 22:26

La Variotone esce verde in Euko.
Mi dissero che usciva neutra e che mi sbagliavo.
Franco, siamo in due a sbagliarci ;-)



Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: split grade?

Messaggioda franny71 » 03/01/2013, 22:31

impressionando ha scritto:La Variotone esce verde in Euko.
Mi dissero che usciva neutra e che mi sbagliavo.
Franco, siamo in due a sbagliarci ;-)

mal comune mezzo gaudio? :D
sono solo 25 fogli, tra l'altro non mi sta piacendo moltissimo, la vedo un pò fiacca, ma non ho una grande esperienza in merito...
se poi chi te lo dice è stato folgorato dalla fomabrom, che a detta di molti non è una gran carta... ;)
ho provato a cercare in archivio qualcosa che potesse andar bene da stampare e spedire, ma credo che la neve sto giro la salto...
se invece non avete problemi a vedere dell'altro, vedo di spedirvi una stampina di altro soggetto


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал


Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: split grade?

Messaggioda franny71 » 03/01/2013, 22:46

seee, la mia metà mi ridurrebbe a "quarto"....
tipo quello di manzo... :D
domani faccio una scansione di qualcosa che ho stampato, almeno capisci il genere....
ora vado un pò dalla metà, ha freddo.... :)


Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал



  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti