Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
umperio
esperto
Messaggi: 128
Iscritto il: 25/02/2015, 23:28
Reputation:

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda umperio » 29/03/2019, 21:02

Oggi ho imparato un'altra cosa: con gli f-stop bisogna fare attenzione alla velocità di accensione dell'ingranditore. Nel mio caso ho notato che il trasformatore stabilizzato Durst impiega circa 0,5 secondi per accendere la luce dal momento in cui si pigia il pulsante, ritardo non da poco quando si fanno provini a scalare incrementali con accensione e spegnimento della lampada per ogni striscia. Ergo bisogna quantificare il ritardo e aggiungerlo al tempo in f-stop della striscia da esporre per compensare.


Umberto

Advertisement
Avatar utente
darkrat
guru
Messaggi: 467
Iscritto il: 26/05/2014, 15:23
Reputation:
Località: Lago Maggiore

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda darkrat » 01/04/2019, 16:47

Da quando mi è capitato per le mani un timer logaritmico (un primitivo Durst 1000) i provini scalari in f-stop sono diventati il mio standard. La procedura mi risulta molto più comoda se abbinata a una mascherina per valutare sempre la stessa zona, come nell'immagine allegata.

Immagine.png
Mascherina provino scalare
Immagine.png (114.48 KiB) Visto 425 volte


Così sono meno influenzato dalla densità locale e scelgo la zona del provino con i dettagli più importanti o con le densità più interessanti da valutare.

Immagine1.jpg
Provino
Immagine1.jpg (38.99 KiB) Visto 425 volte


Andrea

Avatar utente
umperio
esperto
Messaggi: 128
Iscritto il: 25/02/2015, 23:28
Reputation:

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda umperio » 01/04/2019, 17:47

darkrat ha scritto:La procedura mi risulta molto più comoda se abbinata a una mascherina per valutare sempre la stessa zona, come nell'immagine allegata.

Molto interessante, hai usato il progetto presente su Way Beyond Monochrome? Vorrei provare a farlo anch'io ma a bricolage non sono molto ferrato. Il provino scalare sulla stessa zona con alcune stampe può rivelarsi davvero utile.


Umberto

Avatar utente
darkrat
guru
Messaggi: 467
Iscritto il: 26/05/2014, 15:23
Reputation:
Località: Lago Maggiore

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda darkrat » 01/04/2019, 18:00

La mia è una versione molto simplificata, eccolaImmagine


Andrea

Advertisement
Avatar utente
umperio
esperto
Messaggi: 128
Iscritto il: 25/02/2015, 23:28
Reputation:

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda umperio » 01/04/2019, 19:03

Semplice ma efficace, hai usato solo cartoncino nero?


Umberto

Avatar utente
darkrat
guru
Messaggi: 467
Iscritto il: 26/05/2014, 15:23
Reputation:
Località: Lago Maggiore

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda darkrat » 01/04/2019, 19:41

In realtà me lo diede un amico, credo che sia un A4 piegato in 2 con finestrella e tacche per lo spostamento del foglio fotografico. Tengo fermo il tutto con delle calamite nel bordo basso ai due lati, di modo che il foglio scorra liberamente


Andrea

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1584
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda Lollipop » 01/04/2019, 23:21

È una discussione che seguo con molto interesse.
L’idea della provinatura f-stop è davvero intrigante e potrebbe semplificarmi alcuni processi in CO.
Trovo invece difficile, sempre per me ovviamente, la provinatura a scalare della medesima zona. È vero che non verrei influenzato da densità diverse ma perdendo la visione d’insieme rischierei di concentrarmi su densità sbagliate per limiti di contrasto.
Non so, comunque sono due cose da provare.
Ottimo thread!


Lorenzo.

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1584
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda Lollipop » 01/04/2019, 23:24

PS c’è correlazione tra differenza di f-stop e di filtratura di contrasto?


Lorenzo.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9121
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda chromemax » 01/04/2019, 23:29

Le ho provate tutte, scalare lineare, dare un tempo di esposizione fisso a tutto il provino e poi una serie di esposizioni brevi, lo scalare geometrico (f-stop), il metodo di fare una stampa di prova un po' chiara e una un po' scura per arrivare alla terza col tempo corretto e derivare da le due precedenti gli interventi di mascheratura e bruciatura e poi alla fine... sono ritornato allo scalare lineare :D



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9121
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Stampa in f-stop: benefici rispetto a quella tradizionale?

Messaggioda chromemax » 01/04/2019, 23:29

Lollipop ha scritto:PS c’è correlazione tra differenza di f-stop e di filtratura di contrasto?

In che senso?





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite