Stampa sfuocata

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

effegi61
esperto
Messaggi: 251
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Stampa sfuocata

Messaggioda effegi61 » 13/02/2017, 10:38

Ho trovato questo:
http://manuelsphoto.free.fr/durstf60p5f.jpg
Il Francese non è il mio forte ma si intuisce che c'è una vite di regolazione per la lampadada e questo è già bene!
Quindi ti dico come faccio io, questo sistema è un centraggio meccanico che va benissimo per principianti ma che purtroppo non tiene conto di difetti portati dai condensatori che comunque di solito sono irrilevanti.
Togli appunto il o i condensatori, diaframma tutto aperto e metti a fuoco la lampada di proiezione sul tavolo di proiezione, dovresti cioè vedere a fuoco la sagoma della lampada sul tavolo. Adesso non so se tu usi vetrini o mascherine, comunque in entrambi i casi dovresti riuscire regolando la colonna a vedere questa immagine, "un pò a pera" all'interno della mascheratura causata dal portanegativi.
Poi regolando la vite di cui parla il manuale fai in modo che "la pera" cada in mezzo alla marginatura, puoi anche misurare con il righello.
Se hai un occhio allenato lo puoi fare anche con i condensatori montati ma è più difficile perchè a condensatore montato le differenze sono meno eclatanti, ci vorrebbe un esposimetro da C.O. ma non so se ne valga la pena solo per questo. Prova e sappimi dire. Per l'allineamento invece la cosa è un pò più complessa. In pratica il piano di proiezione (portanegativi) ed il piano di stampa (tavola base) devono essere perfettamente paralleli. Ovviamente se i due piani sono paralleli ma il negativo non aderisce perfettamente al portanegativi e/o la carta non aderisce perfettamente al piano di stampa siamo punto a capo....Questo tipo di ingranditore non presenta grandi regolazioni:
http://manuelsphoto.free.fr/durstf60p8f.jpg
L'unica è quella per le linee cadenti, controlla che l'indice sia perfettamente a zero. Controlla anche che tutti i serraggi siano ben stretti e che l'apparecchio non abbia preso botte. Poi fammi sapere, ci sono dei modi empirici per riportare in piano un apparato che si è disallineato per "maltrattamenti" , ma se non ne hai bisogno è inutile parlarne.
Fabio


Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

Advertisement
Avatar utente
photopb
fotografo
Messaggi: 41
Iscritto il: 18/12/2015, 14:52
Reputation:

Re: Stampa sfuocata

Messaggioda photopb » 13/02/2017, 22:28

Sono senza parole...davvero grazie per aver "perso" tempo nel cercare di aiutarmi a risolvere il problema...appena riesco a trovare il tempo provo a fare queste regolazioni nella speranza di un esito positivo...anche se confesso di voler conoscere i metodi empirici di cui parli...
Vi farò aggiornerò al più presto sugli sviluppi...
Grazie mille!
Un saluto
Pietro

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5166
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Stampa sfuocata

Messaggioda -Sandro- » 14/02/2017, 7:54

Un buon sistema per controllare l'assetto dell'ingranditore è quello di proiettare un reticolo quadrato sul piano e di misurarne i lati.

Io uso una diapositiva 6x6 appositamente realizzata da Hasselblad per i suoi proiettori PCP80:

IMG_2822.JPG


Si può anche usare della carta millimetrata trasparente che ho visto essere ancora reperibile su ebay, e sarebbe meglio che fosse su supporto in acetato piuttosto che su carta da lucido, che essendo sensibile all'umidità potrebbe non garantire costanza dimensionale e vanificare il lavoro.

Intanto il piano dell'ingranditore deve essere stabile, eventualmente lo si stabilizzi con piedini in gomma. Poi con una livella si controlla sui due assi l'orizzontalità del piano, eventualmente spessorando alla bisogna.
Dopo aver posizionato la carta nel portanegativi, tra i vetrini, la si proietta, e si deve individuare un quadrato sul piano e misurarne i lati con una riga millimetrata di precisione:

IMG_2823.JPG


Per l'allineamento valgono le seguenti regole:

Se a<c allora la colonna è inclinata all'indietro, viceversa se a>c allora è inclinata in avanti.
Se d<b la colonna è inclinata a sinistra, viceversa se d>b allora è inclinata a destra.

Per regolare la colonna se mancano registri a vite si possono usare spessori di lamierino da mettere sotto al supporto nei punti opportuni.

Regolata la colonna si controllano le diagonali e,f, devono essere uguali, se non lo sono si devono ricontrollare le regolazioni, perché non sono state accurate.





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti