Stampare le nuvole

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Stampare le nuvole

Messaggioda Pacher » 23/06/2014, 14:07

Come si stampano le nuvole belle contrastate e morbide allo stesso tempo?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Silverprint » 23/06/2014, 14:22

Il problema è riuscire a mantenere un microcontrasto elevato.

Si perde sui toni più chiari perché sulla stampa si sommano la spalla della pellicola e il piede della carta.

In stampa occorre grande attenzione all'esposizione, per non andare troppo oltre nel piede. Occorre, tendenzialmente, un tempo di sviluppo ridotto con le carte reattive. Non sono da escludere eventuali interventi, delicati, di sbianca locale su una stampa appena più scura (nelle luci) dell'ottimale, ovvero appena oltre il piede.
Stampando a condensatori, se le densità sono elevate, l'effetto Callier può dare problemi perché tende anche ad appiattire le piccole differenze sulle alte densità.

Sul negativo andrebbero evitati gli sviluppi compensatori, va posta attenzione a non sovra-esporre, specialmente con le pellcole tradizionali. In questo ambito le T-grain possono dare un aiuto perché di solito la spalla è molto lontana e continuano a modulare anche a livelli di esposizione molto elevati.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
zone-seven
guru
Messaggi: 700
Iscritto il: 18/02/2012, 22:16
Reputation:
Località: italia

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda zone-seven » 23/06/2014, 14:33

oppure si telefona ad Ansel Adams ...
si può fare riferimento alla chiromante ciccia formaggia :D =))

Con simpatia, solo per sorridere, null'altro, niente di denigratorio...


viviamo in un mondo dove il sapone per i piatti è fatto con vero succo di limone, la limonata con aromi artificiali.
Enzo

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Silverprint » 23/06/2014, 14:36

:))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Pacher » 24/06/2014, 15:14

Un lavoretto di fino insomma. Ma dove mi crea problemi è saper dosare il grado piu alto e quello piu basso assieme. Se faccio un provino scalare dei due gradi assieme funzionerebbe? Cioè prima faccio un provino scalare con il contrasto "normale" e poi senza togliere il foglio faccio un'altro provino scalare ma perpendicolare al primo? Avrebbe un interesse o no? o vado per tentativi?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Silverprint » 24/06/2014, 15:25

Non ho mica capito bene.

Non devi necessariamente usare contrasti multipli.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Pacher » 24/06/2014, 15:35

L'esposizione di base è di 24 secondi con filtro 3. Con questa esposizione le nuvole ciccia, si intravede qualche cosa ma mancano di dettaglio. Allora ho bruciato il cielo ulteriormente con un contrasto piu basso per far uscire qualche cosa. Solo che ora sono un bel macchiolone grigio. Quindi pensavo di fare un provino come al solito con il filtro 3. Poi cambiare filtro e fare un'altra serie di esposizioni con il filtro 1 perpendicolari alle strisciette fatte con il filtro 3.



Avatar utente
Camillo
esperto
Messaggi: 101
Iscritto il: 02/06/2014, 21:34
Reputation:
Località: Genova

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Camillo » 24/06/2014, 15:47

Mi sembra un'ottima idea da usarsi genericamente all'occorrenza.
In pratica si ha un provino a quadretti con tutte le mescolanze di tempi e gradazioni.


Camillo
...sia fatto un piccolo spiracolo retondo, che tutte le alluminate cose manderanno la loro similitudine per detto spiraculo e
appariranno dentro all'abitazione nella contraria faccia,..., e saranno la punto e sotto sopra;
Leonardo

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Silverprint » 24/06/2014, 15:57

Uhmm. Non mi convinci.

I provini a quadretti sono abbstanza difficili da valutare e spesso poco utili, nel senso che è difficile che la combínazione esatta vada a cadere nel punto in cui conviene valutarla. Insomma alla fine con un solo provino non se ne esce e allora tanto vale fare quello che si fa di solito, cioè fare in provino col secondo contasto sopra una esposizione già determinata.

Perché la base è col filtro 3? Sicuro che scendendo un po' di contrasto la nuvola non esca?

Prova a stampare la nuvola e basta, se è comunque grigiona, cioè senza microcontasto il problema è altrove. Se manca micro-contrasto nei toni chiari ci possono essere varie ragioni: sono sulla spalla della pellicola e/o sul piede della carta; la carta non è fresca; c'è qualcosa che vela o pre-vela (magari poco, poco, ma quel poco che basta); quei toni sono su densità in cui si sente l'effetto Callier.
Prova anche un'altra carta, l'andamento del piede varia abbastanza.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Stampare le nuvole

Messaggioda Pacher » 24/06/2014, 17:13

Silverprint ha scritto:Uhmm. Non mi convinci.

Per fortuna... :)) Vedo di cambiare l'approccio e stampare le nuvolozze in primis e poi pensare al resto..





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti