Stampe quando c'è di mezzo la pelle

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Rispondi
Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 863
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Stampe quando c'è di mezzo la pelle

Messaggio da Alessandro_Roma »

ciao a tutti, ho una domanda sulle stampe. Nello specifico la mia domanda è relativa a quando ci sono ritratti e in generale il tono della pelle da riprodurre. Vi allego l'esempio da cui mi è nata la domanda
foto pelle.jpg
Purtroppo la foto col cellulare alla stampa fa un po' pena, però lasciando stare il livello non artistico dello scatto, quello che mi chiedo è questo. Per avere un buon grigio della pelle, a volte mi capita di non avere il nero su stampa, cioè espongo per un po' meno di Dmax la carta.
Ho notato che mi fermo, diciamo per questioni di gusto, ma non so se tecnicamente la cosa è risolvibile. Foto sottoesposta? Sovrasviluppata? C'è cioè un fattore tale per cui mi trovo a dover sacrificare il nero per non avere una pelle con densità da V o IV zona, per dirla alla Adams?

Spero di essere riuscito a spiegare il mio dubbio

Grazie a tutti
Alessandro



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9965
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Stampe quando c'è di mezzo la pelle

Messaggio da chromemax »

Perché cercheresti del "nero" nella stampa che hai postato?

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 863
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Re: Stampe quando c'è di mezzo la pelle

Messaggio da Alessandro_Roma »

stai quindi confermando la mia scelta di fermarmi prima di Dmax?

Avatar utente
Nazario
fotografo
Messaggi: 88
Iscritto il: 26/03/2017, 18:24
Reputation:

Re: Stampe quando c'è di mezzo la pelle

Messaggio da Nazario »

Ti do la mia Poca esperienza personale!
Il nero è l’ultima cosa che guardo, penso che ogni negativo va prima provinato a contatto per poi avere un’idea di cosa si voglia ottenere nella stampa finale. Non è detto che un negativo debba per forza essere stampato secondo il nero massimo ottenibile.
Penso che un approccio puramente scientifico tolga il gusto personale della stampa fotografica con l’ingranditore.

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 863
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Re: Stampe quando c'è di mezzo la pelle

Messaggio da Alessandro_Roma »

Nazario ha scritto:Ti do la mia Poca esperienza personale!
Il nero è l’ultima cosa che guardo, penso che ogni negativo va prima provinato a contatto per poi avere un’idea di cosa si voglia ottenere nella stampa finale. Non è detto che un negativo debba per forza essere stampato secondo il nero massimo ottenibile.
Penso che un approccio puramente scientifico tolga il gusto personale della stampa fotografica con l’ingranditore.
concordo e infatti da quando stampo io, mi sono sganciato dalle visioni di chi stampava per me, che riteneva il nero in stampa un must...

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi