Stand con HC-110

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Roberto B
fotografo
Messaggi: 62
Iscritto il: 09/03/2010, 9:48
Reputation:
Località: Pressi di Firenze

Stand con HC-110

Messaggioda Roberto B » 15/05/2014, 19:28

Ciao a tutti,

Ho sempre sviluppato in stand e semi-stand con il Rodinal ma volevo chiedervi se era possibile fare la stessa cosa con l'HC-110 e, se si puo', con quali diluzioni.

Grazie in anticipo per le eventuali risposte.
:)


FLD/FLP [email protected]- Rodinal Supporter

Advertisement
Avatar utente
mauresepolizio
esperto
Messaggi: 275
Iscritto il: 09/09/2011, 13:05
Reputation:

Re: Stand con HC-110

Messaggioda mauresepolizio » 15/05/2014, 20:38

Sì, si può, funziona.

Ma non chiedermi dettagli...
Io l'ho fatto un paio di volte con qualcosa tipo 1:120 (1:119? 1:124?). Ho gli appunti in camera oscura. Semistand per un'ora, se non sbaglio. Ma io son di bocca buona per quel che riguarda i negativi.
Mi ero riferito qui per le efke-adox e ha funzionato, magari trovi altri input per le tue pellicole:

http://www.digitaltruth.com/devchart.ph ... empUnits=C



Avatar utente
Roberto B
fotografo
Messaggi: 62
Iscritto il: 09/03/2010, 9:48
Reputation:
Località: Pressi di Firenze

Re: Stand con HC-110

Messaggioda Roberto B » 15/05/2014, 23:49

Grazie per il link.
:)

Ma dando un'occhiata alle varie modalita' del semi-stand in quel sito intendono agitazione ogni 5/10 minuti mentre con il Rodinal, a parte l'agitazione per il primo minuto, effettuo 3/4 ribaltamenti al 30esimo minuto e basta. E poi non c'e' un tempo/diluzione uguale per tutte le pellicole mentre con il Rodinal, ieri, ho cucinato in semi-stand una HP5 e una SFX nella solita tank.

Mi sarebbe piaciuto provare a fare lo stesso con l'HC-110.
:-?


FLD/FLP [email protected]- Rodinal Supporter

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11103
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stand con HC-110

Messaggioda Silverprint » 16/05/2014, 1:47

Perché stand? Che esigenze hai?


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
joeanty
guru
Messaggi: 423
Iscritto il: 20/01/2013, 0:38
Reputation:
Località: Roma

Re: Stand con HC-110

Messaggioda joeanty » 16/05/2014, 6:53

Lo sviluppo stand produce negativi scansionabili ma difficilmente stampabili.
Noto questo, tempo e diluizione vanno trovati con qualche prova e sono "universalmente" validi proprio per il principio che c'è dietro allo stand (sfrutti l'esaurimento dello sviluppo sulle luci ma non sulle ombre), quindi anche in hc-110 puoi sviluppare insieme una 100 iso e una 400.
L'hc-110 prevede 5 minuti di sviluppo se diluito 1+30 (o giù di li) quindi un punto di partenza potrebbe essere 20-25 minuti a 1+120, avendo l'accortezza di mettere almeno x ml di sviluppo per ogni rullo (per il rodinal sono 6 ml a rullo, per L'hc-110 inizierei con la stessa quantità, quindi ci vuole una tank capiente, da almeno 720 ml)


Sent using Tapatalk


La creatività è la capacità di immaginare soluzioni non convenzionali rispetto a situazioni che siamo in grado di riconoscere senza difficoltà: l'attenzione viene catturata quando si disattendono le aspettative fondate sulla consuetudine esperenziale.

Avatar utente
Roberto B
fotografo
Messaggi: 62
Iscritto il: 09/03/2010, 9:48
Reputation:
Località: Pressi di Firenze

Re: Stand con HC-110

Messaggioda Roberto B » 16/05/2014, 20:27

Silverprint ha scritto:Perché stand? Che esigenze hai?


Niente di particolare. Volevo solo provare a vedere cosa ne veniva fuori. Visto che in stand dovrebbe aumentare la definizione dei bordi era una mia curiosita' a provarlo con l'hc-100.
:)

joeanty ha scritto:Lo sviluppo stand produce negativi scansionabili ma difficilmente stampabili.
Noto questo, tempo e diluizione vanno trovati con qualche prova e sono "universalmente" validi proprio per il principio che c'è dietro allo stand (sfrutti l'esaurimento dello sviluppo sulle luci ma non sulle ombre), quindi anche in hc-110 puoi sviluppare insieme una 100 iso e una 400.
L'hc-110 prevede 5 minuti di sviluppo se diluito 1+30 (o giù di li) quindi un punto di partenza potrebbe essere 20-25 minuti a 1+120, avendo l'accortezza di mettere almeno x ml di sviluppo per ogni rullo (per il rodinal sono 6 ml a rullo, per L'hc-110 inizierei con la stessa quantità, quindi ci vuole una tank capiente, da almeno 720 ml)


Grazie per l'info.
:-bd :-bd


FLD/FLP [email protected]- Rodinal Supporter

Avatar utente
joeanty
guru
Messaggi: 423
Iscritto il: 20/01/2013, 0:38
Reputation:
Località: Roma

Re: Stand con HC-110

Messaggioda joeanty » 16/05/2014, 20:53

Sono solo speculazioni, quindi prendile con le mille, ma dovrebbero essere un buon punto di partenza.
Buon divertimento :)


Sent using Tapatalk


La creatività è la capacità di immaginare soluzioni non convenzionali rispetto a situazioni che siamo in grado di riconoscere senza difficoltà: l'attenzione viene catturata quando si disattendono le aspettative fondate sulla consuetudine esperenziale.



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti