Step guide

Discussioni sui vari accessori necessari in camera oscura (tank, termometri, marginatori, taglierine, focometri, timer, esposimetri, etc..)

Moderatore: isos1977

Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1149
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Step guide

Messaggioda guarrellam » 28/03/2013, 21:54



Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9264
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Step guide

Messaggioda chromemax » 28/03/2013, 22:36

Sembra una scala di grigi simile a quelle della stouffer, anche se viene descritta come sistema per determinare il tempo di esposizione in stampa, forse una versione maggiorata della torta Kodak.
Forse può essere usata per test sensitometrici ma non viene specificato lo scarto di densità tra i gradini.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11606
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Step guide

Messaggioda Silverprint » 28/03/2013, 22:39

Ciao Marco,

È una scala graduata, in cui ogni gradino ha lo stesso incremento di densità.
Può essere usata per esempio come la "torta" della Kodak, o usata per testare l'Iso Range della carta o anche per testare le pellicole, ammesso che si riesca a dare con precisione una esposizione sufficiente e per un tempo abbastanza rapido.

Quelle da 21 gradini però di solito hanno intervalli di densità abbastanza marcati, tipo 0,15 unità densitometrche, mezzo stop per gradino. Un po' di lana grossa per determinare l'esposizione in stampa o il range della carta.

Io uso una scala Stouffer da 41 gradini con incrementi di 0.05 u.d. per testare le carte e regolare l'iso range. Ma in stampa faccio normalissimi provini scalari e con intervalli fini, 1/10 di stop (0,03 u.d.) mediamente.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1149
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: Step guide

Messaggioda guarrellam » 28/03/2013, 23:42

Vi ringrazio,ma come si usa in pratica?


Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........

Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11606
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Step guide

Messaggioda Silverprint » 29/03/2013, 9:03

:)

È sempre prodotta dalla Stouffer: http://stores.photoformulary.com/-strse ... Detail.bok

Per i test della carta si stampa come fosse un negativo...

A mo' di torta kodak si dovrebbe poggiare sulla carta, ma poi (come la torta) non funziona bene: c'è differenza tra stampa a contatto e proiezione. Usato invece nella stampa a contatto funziona bene, quindi è un buono strumento per le tecniche antiche. Nelle tecniche antiche può anche essere usato per calibrare il negativo sulle caratteristiche della carta. Cioè si usa la scala come strumento di verifica del range della carta e poi si fa il negativo in modo che vi rientri.

Per i test pellicola si usa a contatto, ma io i test così non li ho mai fatti. Preferisco lavorare direttamente in macchina in modo da ridurre le variabili (taratura, etc.).

Si può usare anche come strumento di calibrazione degli scanner e forse è l'uso più adatto per quel tipo di scala li (con intervalli da 0.15).

Secondo me non è un acquisto utile se non all'interno di un sistema di taratura. Comunque preferisco scale diverse, più fine per la carta, i classici test dei negativi per le pellicole.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
guarrellam
guru
Messaggi: 1149
Iscritto il: 11/02/2010, 21:46
Reputation:

Re: Step guide

Messaggioda guarrellam » 30/03/2013, 16:39

Perfetto:-)


Non mi interessano i paesaggi di bellezza disinfettata, tipo Ansel Adams.

Don McCullin



Ho una reflex digitale da 4000 euro,
che può scattare fino 128.000 ISO,
e mi piace aggiungere la grana
in post,come per la pellicola.........



  • Advertisement

Torna a “Accessori vari per camera oscura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti