Stranezze Jobo

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Stranezze Jobo

Messaggioda paolob74 » 14/10/2013, 22:17

Ciao a tutti...

Esco da un brutto periodo di test, tanto per cambiare...

Vi racconto la vicenda:

Avevo la jobo CPE che utilizzavo da mesi con successo per sviluppare svariati tipi di pellicole.

Tutte testate al decimo di densità.

35mm
120
4x5

Poi mi è venuta l'idea malsana di prendere un banco 5x7 e qui sono nati i problemi.

Lo sviluppo in bacinella non mi piaceva, non dava risultati omogenei e mi mandava in paranoia il fatto di restare chiuso al buio ad aspettare.

La CPE non accettava tank professional quindi l'ho venduta e ho comprato una cpp2 adatta allo scopo.

Ho comprato anche una bella tank professional 3006 adatta allo sviluppo sia di lastre 4x5 che 5x7.

Cambiata la tank e la sviluppatrice ho iniziato a fare i test sulla trix 5x7 combinata con hc110 come consigliato dal caro silverprint.

Ho fatto un altro post su questo test, un macello...

Oltre al nuovo test volevo provare a usare una temperatura di 24 gradi per evitare problemi estivi di surriscaldamento.

I risultati non erano ripetibili, un disastro, inoltre la sensibilità della pellicola era scesa a 100 iso per lo sviluppo N. Un poco strano....

Dopo aver sprecato un pacco completo ho deciso di cambiare temperatura e sono arrivato a risultati molto soddisfacenti e ripetibili con 20 gradi.

I problemi non sono finiti!

Dopo la trix sono passato a ri-testare la acros che uso da due anni con risultati straordinari.

Altro casino, la pellicola si comporta stranamente come la trix, inoltre ha perso di sensibilità.

Prima avevo:

N iso 80
N-1 iso 64
N-2 iso 50

Adesso non trovo la zona I neanche a iso 32!

Stesse temperature, stessi chimici, stessa pellicola.

Ma possibile che cambiare la jobo faccia perdere sensibilità alla pellicola?

Mi sembra stranissimo....

Che dite?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda Silverprint » 14/10/2013, 22:29

Ciao Paolo!

La tank "expert" può usare meno chimici. Hai usato le stesse quantità di chimici che usavi con la CPE?


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda paolob74 » 14/10/2013, 22:33

Esatto 300 ml su CPE e 300 ml su expert...



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda Silverprint » 14/10/2013, 22:35

Per la stessa superficie di pellicola?


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda paolob74 » 15/10/2013, 8:00

Per la stessa superficie di pellicola?


Esatto....

15ml neofin poi acqua fino ad arrivare a 300ml... Sempre per Acros 4x5.

Ovviamente cambia la tank, ma cosa può influire sulla sensibilità?

Chi ci capisce è bravo.



Avatar utente
iz7nct
guru
Messaggi: 511
Iscritto il: 11/04/2011, 16:10
Reputation:
Località: Nardò-LE

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda iz7nct » 15/10/2013, 15:06

una curiosità...
ma la tank della cpe rispetto la tank professional, varia di molto il diametro? la velocità di rotazione è uguale tra la cpe e la cpp2?

Ciao
Tony!



Avatar utente
franzcalab
guru
Messaggi: 310
Iscritto il: 11/03/2013, 20:49
Reputation:
Località: S. Lazzaro di Savena (BO)

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda franzcalab » 15/10/2013, 17:33

paolob74 ha scritto:Chi ci capisce è bravo


per me non se lo spiegano neanche alla Jobo,
dal loro sito:

"Utterly random
It normally isn't a good idea for a company who sells photographic equipment to declare that their stuff provides random processing. After all, we all want consistency while developing our film. The reason we state that processing with the Expert Drums is "utterly random" is because the unique design of the drums dares the chemistry to try to develop a pattern. It can't! What this means is you won't get streaks or spots, and the density will be completely uniform."

link: http://www.jobo.com/Expert-Drums.855.0.html


Ciao.
Francesco

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda paolob74 » 15/10/2013, 20:38

Praticamente c'è scritto:

Assolutamente random ma omogenea....

Ma vaffan....

Io sono impazzito per un mese!

La jobo piccola creava delle onde nello sviluppo e rigava tutto il laterale della pellicola.

Questa ha uno sviluppo casuale.

Che cavolo di zone system faccio?

Random?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda Silverprint » 15/10/2013, 21:04

Boh...

Io proverei mettendo più chimico.
Nella piccola il chimico è condiviso, in quella grande è "meno" condiviso.


Ma ho ancora dubbi... non è che nel frattempo stai facendo i test con un altro obbiettivo?

Nel senso che se il contrasto ritorna il solito, ovvero le zone stanno al solito posto e con densità più o meno uguali, e cambia solo la sensibilità mi pare difficile possa essere un problema di sviluppo. Se fosse così direi che il problema è in ripresa: otturatori, diaframmi, esposimetro...


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Stranezze Jobo

Messaggioda paolob74 » 15/10/2013, 21:36

Oggi ho letto un post su un forum americano, più o meno lo stesso problema.

Consigliavano di fare un prelavaggio lungo, di 5 min!

Ho provato con 4 minuti e i risultati sono questi:

Iso 32

Zona I 0,14
Zona X 1,15

É una N-2

Forse potrei tentare iso 40 perdendo solo un terzo di stop che non é un dramma.

Anche se preferisco la zona I bella decisa.

Rimane solo da provare la ripetibilità e gli sviluppi N-1 e N.

Vi aggiorno....

Rispondo alle domande dell'amico del post sopra, la tank expert é più grossa e gira più lentamente.

Ma non vedo come possa influire sulla sensibilità della pellicola.

Stesso tempo - stessa temperatura - stesso chimico

Deve dare lo stesso risultato.

Rispondo anche ad Andrea, obiettivo sempre identico e testato con strumentazione apposita comprata su ebay.

Ha uno scarto minimo sui tempi lunghi ma non sono quelli a generare le densità basse.

Non vi dico quanto ho speso per jobo e tank, butto tutto dal balcone.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti