Sviluppo Delta 3200

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
FeliX
esperto
Messaggi: 164
Iscritto il: 30/06/2016, 14:43
Reputation:

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda FeliX » 16/04/2017, 17:38

Eccomi come promesso.
Racconto la mia esperienza, a beneficio di chi leggerà:

Come già detto, ho scattato tre rullini di Delta 3200 in notturna in situazione di forte contrasto dovuta all' illuminazione artificiale.
Dovendo scattare a mano libera per avere tempi i più veloci possibili ho esposto due rulli a 3200iso con lente f/2 e un rullo a 1600iso avendo una seconda fotocamera con lente f1/4.

Per sviluppare ho usato il Microphen in stock e a differenza di quello che avevo intenzione di fare (leggero sottosviluppo), ho sviluppato seguendo il consiglio di Silverprint e cioè sviluppare con tempi per uno stop in più dell' IE che ho usato. Ho preso come riferimento i tempi scritti nella confezione dei rullini.

Rullino a 1600 iso: 9 minuti - 21°c - "agitazione Ilford" - Questo tempo corrisponde ad uno stop in più
Rullini a 3200 iso 10'30" minuti - 21°c - "agitazione Ilford" - Questo tempo corrisponde a mezzo stop in più

L' esposizione l'ho presa nelle zone a luminosità "normale" tenendo fuori il più possibile grandi zone nere e zone fortemente illuminate nella lettura.

Se devo valutare il risultato in relazione alla mia scarsa esperienza mi ritengo molto soddisfatto, i negativi sono stati un po' ostici da scansionare ma penso (e spero) di riuscire a stampare anche se non sarà semplicissimo.
La cosa che però mi è piaciuta parecchio è la resa della pellicola, che a differenza di quello che di solito ho visto/letto in rete e che mi aspettavo, mi ha restituito una grana decisamente accettabile e non "aggressiva" ( @
Avatar utente
Silverprint
: non mi appuntare su questo termine altrimenti ti tedio su "fioccosa" che ogni tanto tiri fuori!! :D )

Grazie a tutti per i consigli ricevuti!

Allego qualche scansione per mostrare i risultati:

pkp090crid.jpg


pkp096crid.jpg


pks421crid.jpg


pks428crid.jpg



Advertisement
Avatar utente
karlo
guru
Messaggi: 405
Iscritto il: 08/06/2013, 19:44
Reputation:

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda karlo » 17/04/2017, 7:51

emigrante ha scritto:Perché a 24 gradi?



Perché i liquidi che ho si trovano a quella temperatura e mi secca di mettere tutto in frigo.....



Avatar utente
NaCo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 27/08/2016, 10:14
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda NaCo » 13/09/2017, 20:26

Salve ragazzi, riprendo questo post perché ho esposto un rullino di Delta 3200 a 1200 iso per le ombre. Normalmente svilupperei​ con i tempi di una esposizione a 3200 iso.
Ho letto però che questa pellicola "gradisce" uno stop in più di sviluppo. Quindi vuole essere sviluppata come se fosse stata esposta a 6400 iso?
Ho capito bene?
In conseguenza sviluppando con Xtol stock, da data sheet, dovrei sviluppare a 20 gradi per 10 minuti?
Come vi sembra? Sbaglio qualcosa ?
Vi ringrazio anticipatamente


Inviato dal mio ONEPLUS A5000 utilizzando Tapatalk


"il negativo diventa quindi il nostro insegnante, giudicando le stampe impariamo da esso" (cit. Silverprint)

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 1600
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda ammazzafotoni » 13/09/2017, 23:10

NaCo ha scritto:Salve ragazzi, riprendo questo post perché ho esposto un rullino di Delta 3200 a 1200 iso per le ombre. Normalmente svilupperei​ con i tempi di una esposizione a 3200 iso.
Ho letto però che questa pellicola "gradisce" uno stop in più di sviluppo. Quindi vuole essere sviluppata come se fosse stata esposta a 6400 iso?
Ho capito bene?
In conseguenza sviluppando con Xtol stock, da data sheet, dovrei sviluppare a 20 gradi per 10 minuti?
Come vi sembra? Sbaglio qualcosa ?
Vi ringrazio anticipatamente


Inviato dal mio ONEPLUS A5000 utilizzando Tapatalk
Credo si intenda uno stop in più rispetto allo IE a cui hai scattato, quindi basandoti su 1200.
Attendi però consigli molto più valevoli del mio!



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7437
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda chromemax » 13/09/2017, 23:48

NaCo ha scritto:Ho letto però che questa pellicola "gradisce" uno stop in più di sviluppo

Dove lo hai letto?



Avatar utente
NaCo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 27/08/2016, 10:14
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda NaCo » 14/09/2017, 1:47

Per sviluppare ho usato il Microphen in stock e a differenza di quello che avevo intenzione di fare (leggero sottosviluppo), ho sviluppato seguendo il consiglio di Silverprint e cioè sviluppare con tempi per uno stop in più dell' IE che ho usato. Ho preso come riferimento i tempi scritti nella confezione dei rullini.




Inviato dal mio ONEPLUS A5000 utilizzando Tapatalk


"il negativo diventa quindi il nostro insegnante, giudicando le stampe impariamo da esso" (cit. Silverprint)

Avatar utente
NaCo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 27/08/2016, 10:14
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda NaCo » 14/09/2017, 1:49

Scusate ma non sono riuscito a postare uno spezzone scritto Felix qualche posto sopra. Mi riferivo comunque al passo scritto prima di questo messaggio.

In ogni caso ho già sviluppato. Xtol a 20 gradi per 10 minuti. Domani posto le foto del negativo magari può essere utile.
Ciao

Inviato dal mio ONEPLUS A5000 utilizzando Tapatalk


"il negativo diventa quindi il nostro insegnante, giudicando le stampe impariamo da esso" (cit. Silverprint)

Avatar utente
NaCo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 27/08/2016, 10:14
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda NaCo » 14/09/2017, 9:07

Ecco una foto del negativo.
Come vi pare?
A me sembra un po sottoesposto e pure sottosviluppato nonostante i 10 min di xtol stock.
Siete d'accordo?
Allegati
IMG_20170914_085448.jpg


"il negativo diventa quindi il nostro insegnante, giudicando le stampe impariamo da esso" (cit. Silverprint)

Avatar utente
NaCo
fotografo
Messaggi: 79
Iscritto il: 27/08/2016, 10:14
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda NaCo » 14/09/2017, 15:49

Allego un'altra foto del negativo.
Devo dire pero che parlando con Silverprint abbiamo capito (in realtà lui...) che lo sviluppo era esausto.
Occorre fare un nuovo tentativo, ma a spanne sviluppare per uno stop in più con questa pellicola non sembra una cattiva idea....
Vi aggiornerò
Ciao
Allegati
IMG_20170914_142535.jpg


"il negativo diventa quindi il nostro insegnante, giudicando le stampe impariamo da esso" (cit. Silverprint)

Avatar utente
beppegallo
fotografo
Messaggi: 49
Iscritto il: 28/05/2013, 20:50
Reputation:
Località: Faenza

Re: Sviluppo Delta 3200

Messaggioda beppegallo » 20/10/2017, 19:50

Silverprint ha scritto:Ma come non ti abbiamo risposto! :D

La risposta è che, caso raro, per la 3200 i tempi pubblicati (almeno per alcuni rivelatori) paiono a molti insufficienti, io concordo almeno per X-Tol e D-76.

Per iniziare a far prove svilupperei per un tempo corrispondente ad un IE di uno stop superiore. Che sarebbe la risposta che cercavi e che era già scritta, anche se un po' tra le righe. :)

In caso di tiraggi - la Delta 3200 esposta a 3200 è tirata - non ha senso preoccuparsi più di tanto del contrasto. Patirai un po' in stampa, ma con quella pellicola è inevitabile. Il rivelatore compensatore che hai giustamente scelto aiuterà a contenere le densità più alte nella decenza.

Quindi esporre la Delta 3200 (120) alla metà dell'IE e la svilupparla con R09 spezial (che è l'unico sviluppo di cui dispongo)per il tempo indicato sulla scheda tecnica per quella pellicola (6'), può essere una ricetta plausibile per ottenere negativi decentememte stampabili? Grazie





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti