Sviluppo finegranulante

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7437
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Sviluppo finegranulante

Messaggioda chromemax » 05/11/2017, 17:18

Qualcuno conosce uno sviluppo finegranulante possibilmente non a base di solvente e che non perda troppa sensibilità ?
Grazie



Advertisement
Avatar utente
negativo
fotografo
Messaggi: 40
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda negativo » 05/11/2017, 17:44

Ci sarebbe il Nucleol BF 200 della Bellini che è a base di pirocatechina, per me un po' caruccio. Oppure il Pyrocat HD che per le pellicole a 100 ASA mantengo l'esposizione nominale, per le 400 le espongo per 300 ASA, pure lui a base di pirocatechina ma più economico. Grana fine e alta acutanza.



Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 355
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda Tomash » 05/11/2017, 23:45

Oppure usi i classicissimi Perceptol e Microdol-X diluiti 1+3 a 24° dove l'effetto solvente si perde e viene a meno anche la perdita di sensibilità.
Io trattai così delle Tmax 100 con ottimi risultati.
Che pellicole devi sviluppare ?


Immagine

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 307
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda kiodo » 06/11/2017, 13:39

Tomash ha scritto:Oppure usi i classicissimi Perceptol e Microdol-X diluiti 1+3 a 24° dove l'effetto solvente si perde e viene a meno anche la perdita di sensibilità.
Io trattai così delle Tmax 100 con ottimi risultati.
Che pellicole devi sviluppare ?
Puoi provare l'Obsidian aqua di Jay Defehr. È facile da preparare, ottimo per grana e tonalità. Ho avuto però difficoltà a stampare i negativi ottenuti con questo sviluppo su carta VC, probabilmente per il colore giallognolo dell'immagine negativa: anche filtrando a grado 5, sulla mia testa Meochrome, il contrasto delle stampe è spesso un po'più basso di come lo vorrei.

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 307
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda kiodo » 06/11/2017, 13:41

Scusate, non voleva essere un commento a Tomash. Lo riscrivo qui:

Puoi provare l'Obsidian aqua di Jay Defehr. È facile da preparare, ottimo per grana e tonalità. Ho avuto però difficoltà a stampare i negativi ottenuti con questo sviluppo su carta VC, probabilmente per il colore giallognolo dell'immagine negativa: anche filtrando a grado 5, sulla mia testa Meochrome, il contrasto delle stampe è spesso un po'più basso di come lo vorrei.

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7437
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda chromemax » 06/11/2017, 13:54

Grazie delle risposte.
Sto facendo un piccolo studio sulla Foma Retropan Soft 320; personalmente ci trovo una serie di analogie con la vecchia Tri-x per come genera una sorta di "alonatura" sulle alteluci, ma ha altre caratteristiche che devono essere modificate per renderle più simili alla Tri-X di trent'anni fa, in primo luogo la sensibilità cromatica, troppo estesa sul rosso, per cui è necessario un filtro blu in ripresa, e la grana che è esagerata.
Con buona pace della Foma, la Retropan ha una sensibilità effettiva intorno a 100 per cui è importante che lo sviluppo sfrutti bene la sensibilità.
@
Avatar utente
negativo

Non conosco il Pyrocat HD, ma dalla mia esperienza con altri sviluppi tannanti, non li trovo molto adatti al 35mm, hanno una grana "differenziale", più presente (e brutta come struttura) nelle ombre e meno visibile nelle alteluci. Inoltre la resa tonale di questi sviluppi non è adatta a quello che voglio raggiungere. Magari il Pyrocat HD è diverso, ma credo che una sorta di "cremosità" delle alteluci, causate dallo staining, sia un dato che accomuna tutta questa tipologia di rivelatori, inoltre l'uso di carbonati come alcalinizzanti, comune in questa classe di sviuppi, non credo siano il massimo per la finezza e la struttura della grana.

@
Avatar utente
Tomash

Per quanto ne so, sia il Perceptol che l'ormai estinto Microdol-X sono finegranulanti basati sull'azione solvente del solfito, accentuata dall'uso di un ritardante (che forse nel Microdol-X dovrebbe essere il cloruro di sodio) che, rispetto ad altri sviluppi con alto tenore di solfito di sodio, dà più tempo al solfito di compiere la sua azione solvente prima che l'agente rivelatore cominci a ridurre il cristallo di alogenuro. Ad alta diluizione non si ha perdita di sensibilità perché l'effetto finegranulante è molto ridotto, essendo la quantità relativa di solfito assai minore.

Usando lo sviluppo dedicato, il Retro Special Developer, la grana esce fuori a pallettoni, essendo uno sviluppo di vecchia maniera alcalinizzato col carbonato. Col D-76 1+1 la grana e visibilmente inferiore, ma ancora troppo presente; dovrei provare col D-76 stock ma credo che la grana sarebbe ancora troppo grande e dalla struttura poco netta rispetto a quella della vecchia Tri-X.

Non so esiste quello che cerco, magari un qualche prodotto miracoloso di un qualche produttore relativamente poco conosciuto, che so... Tetenal, Spur, Moersch, Acufine, ecc.
Grazie ancora :)



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 307
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda kiodo » 06/11/2017, 14:15

Solo per precisare: il Pyrocat non è l'Obsidian aqua, anche se i risultati dovrebbero essere simili. Non ho mai usato il Pyrocat.

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 307
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda kiodo » 06/11/2017, 14:16

http://hypercatacutancedeveloper.blogsp ... a.html?m=1

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7437
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda chromemax » 06/11/2017, 15:47

kiodo ha scritto:Solo per precisare: il Pyrocat non è l'Obsidian aqua, anche se i risultati dovrebbero essere simili. Non ho mai usato il Pyrocat.

Ciao Kiodo è che io ho scritto senza aver letto il tuo contributo. Penso comunque che anche per l'Obsidiana aqua valga il discorso degli sviluppi tannanti.
Grazie :)



Avatar utente
negativo
fotografo
Messaggi: 40
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Sviluppo finegranulante

Messaggioda negativo » 06/11/2017, 15:56

L'Obsidian aqua l'ho provato anch'io qualche mese fa e sinceramente mi ha deluso, ho avuto negativi deboli, tanto è che mi sono chiesto se alla formula pubblicata mancasse qualcosa e anche sui vari forum di fotografia oltre ai pochissimi commenti riguardo a questo sviluppo ho letto di qualcuno che ha avuto gli stessi problemi. Riguardo alla Fomapan retropan di cui ho letto più pareri negativi che positivi, mi sono chiesto se vale la pena correggerla sovraesponendo più di uno stop per arrivare ad una giusta esposizione quando usando una per es. fp4 o qualsiasi altro 100 ASA avrei un risultato migliore, a meno che si cerca di ottenere qualcosa di diverso. Cromemax, d'accordo che non hai mai usato il Pyrocat HD ma c'è da dire che la quantità di carbonato presente e minima, giusto il necessario per fare reagire la pirocatechina, io che lo uso da anni spesso anche con il 135, posso assicurare che dà una grana finissima e una ottima separazione dei toni, questo l'ho verificato confrontando altri sviluppi tipo D.76 , Rodinal o microphen alle varie diluizioni e combinazioni ( doppio bagno ). Fra gli sviluppi che ho provato credo che solo lo sviluppo al pirogallolo lo può eguagliare ma con le stampe VC la colorazione tendente al giallognolo le rende decisamente meno contrastate . Peccato che non ho la possibilità di mostrarne le stampe per farsene una idea. Poi non escludo che ci siano altri sviluppi equivalenti o migliori in circolazione.Poi va da sé che ognuno si affida giustamente al proprio gusto personale.
Ultima modifica di negativo il 06/11/2017, 19:00, modificato 1 volta in totale.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti