Sviluppo id-11 in polvere

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda Tecnico73 » 05/01/2011, 20:25

Al posto di partizionare uno sviluppo già preparato, che è una operazione sconsigliata per tanti motivi, si possono acquistare i chimici sfusi, in questo modo si possono preparare le quantità desiderate, i quantitativi di chimici sono facilmente reperibili nei negozi di fotografia e la formula del ID-11 è:

Metolo.......2 grammi
Sodio solfito anidro ......100 grammi
Idrochinone.......5 grammi
Borace.......2 grammi
Acqua........1000 cc


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Advertisement
Avatar utente
fabrizio979
fotografo
Messaggi: 95
Iscritto il: 13/12/2010, 15:12
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda fabrizio979 » 05/01/2011, 20:45

Tecnico73 ha scritto:Al posto di partizionare uno sviluppo già preparato, che è una operazione sconsigliata per tanti motivi, si possono acquistare i chimici sfusi, in questo modo si possono preparare le quantità desiderate, i quantitativi di chimici sono facilmente reperibili nei negozi di fotografia e la formula del ID-11 è:

Metolo.......2 grammi
Sodio solfito anidro ......100 grammi
Idrochinone.......5 grammi
Borace.......2 grammi
Acqua........1000 cc


prendo nota :D grazie infinite
per adesso ho fatto un ordine di id-11 5 litrozzi
ma la prossima volta vorrei provare
eventualmente ti chiedero' info su
cio che riguarda la preparazione
ancora grazie



Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda Tecnico73 » 06/01/2011, 0:44

il vero inconveniente che si incontra con i chimici puri è il prezzo, con quello che si spende si comprano più di 7 kg di id-11 preparato, non aprendo le confezioni, conservate nella maniera giusta non hanno scadenza,
concludendo svantaggio chimici puri:
1) prezzi esagerati
2) vanno conservati con tutte le cure del caso
3) vanno maneggiati con tutte le cautele del caso

svantaggi chimici pronti:
1) nessuno


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
stormy
guru
Messaggi: 617
Iscritto il: 31/01/2010, 11:52
Reputation:

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda stormy » 06/01/2011, 11:34

Io sono riuscito ad utilizzare una confezione di kodak xtol da 5 litri, preparata tutta, in circa 8 mesi.
Ho utilizzato 2 bottiglie da 2 litri a soffietto e una da 1 litro, in quel periodo ho cercato di darmi da fare con i rulli, nel senso che cercavo di farne il piu possibile, riutilizzavo meno la soluzione di lavoro, o la usavo in stock, però devo ammettere che verso la fine cominciava a scadere ed era un pò giallo, ma funzionava lo stesso.
Tutto questo per dire che se scatti con un certo ritmo, e conservi bene il rivelatore, magari lo usi in stock, ce la fai tranquillamente ad usarlo in 6 mesi, senza tanti patemi...


Non c'è strada che porti alla pace che non sia la pace, l'intelligenza e la Verità. (M. K. Gandhi)
Per me nessun colore avrà mai tinte piu forti del bianco e nero (Alex Del Piero)
flickr
Immagine

Advertisement
Avatar utente
fabrizio979
fotografo
Messaggi: 95
Iscritto il: 13/12/2010, 15:12
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda fabrizio979 » 06/01/2011, 13:22

stormy ha scritto:Io sono riuscito ad utilizzare una confezione di kodak xtol da 5 litri, preparata tutta, in circa 8 mesi.
Ho utilizzato 2 bottiglie da 2 litri a soffietto e una da 1 litro, in quel periodo ho cercato di darmi da fare con i rulli, nel senso che cercavo di farne il piu possibile, riutilizzavo meno la soluzione di lavoro, o la usavo in stock, però devo ammettere che verso la fine cominciava a scadere ed era un pò giallo, ma funzionava lo stesso.
Tutto questo per dire che se scatti con un certo ritmo, e conservi bene il rivelatore, magari lo usi in stock, ce la fai tranquillamente ad usarlo in 6 mesi, senza tanti patemi...


Con 4800 ml ci faccio quasi 17 rullini con la tank paterson da 600ml, quindi penso di farli anche in tre mesi, avendo
l'accortezza di accumularne almeno 6 per il primo sviluppo. Comunque id-11,
nei fatti va usato in stock, mentre il tmax lo uso 1+4, quindi non c'e' un grandissimo risparmio,
ma sempre meglio che niente. A occhio, mi pare di capire che id-11 si presta di piu a differenti
tipi di pellicole, ma è questione di esperienza, sono ancora un pivellino.

Recentemente ho fatto un casino con l'imbibente. Ho messo 4 gocce di sapone liquido per l'ultimo risciacquo
e la pellicola è venuta fuori appiccicosa dopo essersi asciugata!!! AAAHH! Peccato
perchè con il controllo della temperatura ed i tempi era andata benissimo. Inoltre in fase di scansione
vedo qualche puntino bianco (i sali dell'acqua che fanno reazione con i chimici?) .
D'ora in poi (pazienza per il costo) usero solo acqua distillata per tutto il processo,
micriscopica goccia di imbibente e risciacquo con il metodo ilford.



Avatar utente
fabrizio979
fotografo
Messaggi: 95
Iscritto il: 13/12/2010, 15:12
Reputation:
Località: Catania

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda fabrizio979 » 06/01/2011, 13:25

Tecnico73 ha scritto:il vero inconveniente che si incontra con i chimici puri è il prezzo, con quello che si spende si comprano più di 7 kg di id-11 preparato, non aprendo le confezioni, conservate nella maniera giusta non hanno scadenza,
concludendo svantaggio chimici puri:
1) prezzi esagerati
2) vanno conservati con tutte le cure del caso
3) vanno maneggiati con tutte le cautele del caso

svantaggi chimici pronti:
1) nessuno


Io in effetti davo per scontato un bel risparmio con i chimici puri, tanto
vale come dici te prendere confezioni grandi di id-11.



Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda Tecnico73 » 06/01/2011, 16:38

stormy ha scritto:Io sono riuscito ad utilizzare una confezione di kodak xtol da 5 litri, preparata tutta, in circa 8 mesi.
Ho utilizzato 2 bottiglie da 2 litri a soffietto e una da 1 litro, in quel periodo ho cercato di darmi da fare con i rulli, nel senso che cercavo di farne il piu possibile, riutilizzavo meno la soluzione di lavoro, o la usavo in stock, però devo ammettere che verso la fine cominciava a scadere ed era un pò giallo, ma funzionava lo stesso.
Tutto questo per dire che se scatti con un certo ritmo, e conservi bene il rivelatore, magari lo usi in stock, ce la fai tranquillamente ad usarlo in 6 mesi, senza tanti patemi...



e un calcolo approssimativo che ho fatto anche io in circa 7-8 mesi consumo 5 litri di id-11, ripeto medio, visto che possono passare settimane che non scatto neanche un fotogramma e poi mi trovo con 5-6 rulli da sviluppatore con una tank da 300ml faccio fuori da 1,5L ad circa 2L, per quanto riguarda la scadenza è un tempo medio valutato dal fabbricante sulla durata di un prodotto preparato, ma conservato con i dovuti accorgimenti si riesce sicuramente a fare di più, una cosa che ho notato anche io


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda Tecnico73 » 06/01/2011, 16:47

fabrizio979 ha scritto:
Tecnico73 ha scritto:il vero inconveniente che si incontra con i chimici puri è il prezzo, con quello che si spende si comprano più di 7 kg di id-11 preparato, non aprendo le confezioni, conservate nella maniera giusta non hanno scadenza,
concludendo svantaggio chimici puri:
1) prezzi esagerati
2) vanno conservati con tutte le cure del caso
3) vanno maneggiati con tutte le cautele del caso

svantaggi chimici pronti:
1) nessuno


Io in effetti davo per scontato un bel risparmio con i chimici puri, tanto
vale come dici te prendere confezioni grandi di id-11.



per un foto amatore apparentemente si risparmia con i chimici puri ma valutando la spesa e tutto quello che comporta lo stoccaggio, la preparazione e quant'altro non c'è nessun vantaggio o risparmio in termini economici, se fai un giro in rete vedrai che i prezzi oscillano mediamente da una 40ina di euro al kg fino ai 110-120 euro al kg contro i 4-5 euro di uno sviluppo già miscelato a cui bisogna solo aggiungere l'acqua, come dice il saggio meditate gente meditate


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
svarfi
esperto
Messaggi: 240
Iscritto il: 23/11/2010, 19:44
Reputation:

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda svarfi » 07/01/2011, 19:10

Tecnico73 ha scritto:per un foto amatore apparentemente si risparmia con i chimici puri ma valutando la spesa e tutto quello che comporta lo stoccaggio, la preparazione e quant'altro non c'è nessun vantaggio o risparmio in termini economici, se fai un giro in rete vedrai che i prezzi oscillano mediamente da una 40ina di euro al kg fino ai 110-120 euro al kg contro i 4-5 euro di uno sviluppo già miscelato a cui bisogna solo aggiungere l'acqua, come dice il saggio meditate gente meditate


Io aggiungerei il fatto che secondo me sbattersi a gestire i chimici puri per fare la stessa cosa che si può benissimo avere già pronta non ha senso nemmeno se il risparmio fosse consistente...
I chimici puri gli contemplerò solo se mi decidessi a fare preparati che non esistono in commercio e che mi diano risultati diversi...

Matteo



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8417
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo id-11 in polvere

Messaggioda chromemax » 07/01/2011, 21:40

Non è che ci sia un grande sbattimento nel gestire i chimici puri; li compri, li usi quando ti servono, li lasci lì, magari poco accessibili. Durano anni, tranne qualche caso particolare, ad esempio la glicina. Ti puoi preparare quantitavi personalizzati e formule non in commercio. Puoi sperimentare e capire di più della chimica fotografica.
Faccio anche un breve escursus sul tema dell'economicità, che mi pare sia stato più volte sottolineato in questo thread: sono assolutamente convinto che risparmiare sia non solo utile ma anche un dovere, ma non sono convinto che il risparmio debba essere il fine di un attività anche, anzi soprattutto, se si tratta di un "passatempo" o un hobby. La fotografia tradizionale aimé diventerà sempre più costosa, ma se devo usare uno sviluppo 1+3 perché risparmio e non perché usare uno sviluppo diluito serve ad ottenere detrminate caratteristiche del negativo e di conseguenza della stampa e dell'immagine che voglio ottenere, posso garantire che il risparmio maggiore si ha portando il rullino dal fotografo e farlo stampare su carta colore. Si risparmiano soldi, tempo, sbattimenti per mettere su la CO ecc.
Se decido di sviluppare da me è perché quello che voglio ottenere nessun altro me lo può dare, anche pagando oppure, questo si, lo ottengo risparmiando moltissimo. Quanto potrebbe costarmi uno stampatore professionista che lavora in CO su un mio negativo per 3 giorni? Questo è il mio risparmio!
Quando facevo pochissimi provini, per non sprecare carta, il 18x24 che ottenevo era talmente "piatto" che con quel foglio buttato in una brutta stampa ci potevo fare tutti i provini che mi servivano per ottenere una bella immagine.
Un altro buon sistema per risparmiare è il cestino; il cestino virtuale in cui butto tutti gli scatti che, per me non valgono la pena. Di un rullo da 36 di solito stampo molto meno di una decina di scatti; il cestino è uno degli attrezzi fondamentali di un fotografo e fa anche risparmiare. Ma quando sono convinto che uno scatto vale la pena (vedi il mio post sulla foto della foglia) non esito ad usare 4 lastre, al "modico" prezzo di ca 2,5 euro l'una solo di pellicola.
Concludo con la preghiera di leggere bene il mio post e di non cadere in conclusioni affrettate.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti