Sviluppo Kodak 7266

Forum dedicato alle discussioni su tutto quello che riguarda Video, Cine e super8mm

Moderatore: etrusco

Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 725
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da Marco Leoncino II° »

Buongiorno a tutti. Sono tornato da Nairobi. Esperienza fortissima dalla quale ho imparato moltissimo. Altro che la teoria che ti insegnano a scuola... Mi sono portato a casa 80 rulli in medio formato e 6 caricatori Super 8 che devo ora sviluppare.

In questa discussione vorrei chiedere qualche opinione sullo sviluppo della Kodak 7266 (https://www.kodak.com/uploadedFiles/Mot ... ti2617.pdf)

Ecco come procederei:

1) ho comprato un caricatore di film in Super 8 scaduto al prezzo piu´ basso possibile. Questo mi serve solo per fare delle prove di caricamento della tank UPB-1A Russa che possiedo gia´. Non avendola mai usata, necessito di pratica;
2) ho ancora un caricatore vergine di Tri-x Super 8, che utilizzero´ per fare i test di sviluppo, magari tagliando spezzoni di qualche metro per fare diversi tests;
3) una volta completati i test mi dedichero´ allo sviluppo dei 6 caricatori fatti in Kenya.

Fino a questo punto tutto semplice. Ora iniziano le difficolta´. Devo decidermi su un kit di sviluppo.

a) l´ideale sarebbe usare i chimici descritti nel datasheet della Kodak, ma non so come procurarmeli, dato che non li trovo in commercio. Se qualcuno se la sentisse di aiutarmi con i chimici puri (ricordo che il materiale ha lo scopo di essere usato anche per scopi benefici, per aiutare Worldfriends).
b) kit Bellini;
c) kit Foma R100;
d) nuovo arrivato su Fotomatica: http://fotomatica.it/Istruzioni/roba%20 ... merged.pdf

Suggerimenti?



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6157
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da -Sandro- »

Indipendentemente dal kit (e ti consiglio il bellini perché è più universale e adattabile), non puoi pensare nemmeno minimamente di centrare l'inversione al primo colpo. La pellicola scaduta non può aiutarti se non nella manualità per il caricamento della lomo. Per mettere a punto l'inversione su una pellicola sconosciuta possono essere necessari giorni e giorni di prove e riprove. Lo sviluppo kodak non lo conosco, è materiale troppo specifico. Attento Marco, rischi di buttare via tutto.

Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 725
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da Marco Leoncino II° »

Sandro, la pellicola stra-scaduta mi serve solo per fare delle prove di caricamento....

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6157
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da -Sandro- »

Appunto.

L'inversione non è un processo universale come possono essere E6 o C41. Va calibrata con attenzione su ogni tipo di pellicola, con riguardo anche a come è stata esposta (fa molta differenza sul contrasto). Perciò se non vuoi buttare via tutto il lavoro fatto sul posto devi comprare un'altro caricatore di pellicola nuova, esporla nelle stesse condizioni, tagliarla a pezzi e fare prove su prove. Le variabili sono tante, una per ogni fase del processo.

Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 725
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da Marco Leoncino II° »

-Sandro- ha scritto:Appunto.

L'inversione non è un processo universale come possono essere E6 o C41. Va calibrata con attenzione su ogni tipo di pellicola, con riguardo anche a come è stata esposta (fa molta differenza sul contrasto). Perciò se non vuoi buttare via tutto il lavoro fatto sul posto devi comprare un'altro caricatore di pellicola nuova, esporla nelle stesse condizioni, tagliarla a pezzi e fare prove su prove. Le variabili sono tante, una per ogni fase del processo.
Sandro, perdonami, ma hai letto cosa ho scritto nel mio messaggio iniziale?

2) ho ancora un caricatore vergine di Tri-x Super 8, che utilizzero´ per fare i test di sviluppo, magari tagliando spezzoni di qualche metro per fare diversi tests;

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6157
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da -Sandro- »

In particolare:

- il tempo del primo sviluppo determina la densità massima dei neri (più sviluppi, più saranno chiari)
- il tempo di sbianca è ininfluente ma deve essere almeno di 3-4 minuti
- lo schiarimento è la parte più difficile, determina la densità nelle luci
- l'esposizione alla luce (ti sconsiglio VIVAMENTE la velatura chimica) deve essere adeguata ed uniforme e non so in una tank fitta come la lomo quanta luce possa passare tra le spire.
- il secondo sviluppo deve essere adeguato altrimenti non otterrai equilibrio tonale

L'esposizione determina il contrasto, quindi questo non potrà essere modificato se non sottosviluppando, con densità inadeguate ed effetto finale piuttosto brutto.

Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 725
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da Marco Leoncino II° »

Grazie Sandro per le indicazioni.

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6157
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da -Sandro- »

Ti consiglio di partire dai tempi standard del kit bellini, fare un primo pezzo e valutare il risultato.

Adesso non so quali siano i tempi consigliati perché bellini ha il brutto vizio di modificare i bugiardini continuamente (e di non informarmi sempre), quindi:

primo sviluppo 8 minuti
sbianca 4 minuti
seconda esposizione con almeno 250W 2 minuti per ogni lato della spirale
chiarificatore (schiarimento) 4 minuti
secondo sviluppo 4 minuti
fissaggio 2 minuti

giusto per darti un'idea:

il primo sviluppo può arrivare fino a 14 minuti, lo schiarimento a 16.

Avatar utente
Marco Leoncino II°
guru
Messaggi: 725
Iscritto il: 04/01/2016, 16:17
Reputation:
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da Marco Leoncino II° »

Allora mi procurero´ i chimici Bellini sperando che me li spediscano qui in Germania. Si appoggiano solo ai rivenditori oppure basta contattarli?
Resta da capire come si fa a giudicare il risultato finale sulle pellicole cinema.

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6157
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak 7266

Messaggio da -Sandro- »

Solo tramite rivenditori, non spediscono direttamente a privati, dimenticavo che sei in Germania.

Valuta eventualmente il kit Foma, non lo conosco nello specifico, ma le linee guida sono assolutamente le stesse; anche in questo caso sconsiglio la velatura chimica perché nei kit amatoriali non possono mettere per questioni ambientali l'agente velante che funziona veramente (un borano molto tossico), quindi i vari succedanei non danno densità dei neri adeguate alla proiezione. Il giudizio è lo stesso che per una diapositiva, vengono entrambi proiettati, quindi devi avere un contrasto adeguato che non faccia sbiadire l'immagine in proiezione.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi