Sviluppo ossidato in un mese

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Massibecio
fotografo
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/11/2016, 19:28
Reputation:
Località: Pisa

Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda Massibecio » 03/01/2018, 22:55

Ho bisogno del vostro aiuto.
Ho aperto ad inizio dicembre (neanche un mese fa) una boccetta di Rodinal R09 one shot che ho utilizzato per sviluppare un negativo e provveduto a richiudere.
Stessa cosa per lo sviluppo carta Ilford PQ universal.
Oggi, avendo un negativo da sviluppare ho aperto il Rodinal R09 ed ho notato che risulta ossidato (di colore marrone scuro); ho controllato anche il PQ universal ed è ossidato anche quello!!!
Possibile che in un mese sia successo questo?...li conservo in casa dentro una valigetta.
Alcuni mi dicono che quando apro le boccette devo anche togliere la pellicola di alluminio che mettono di fabbrica perché fa spessore ed evita al tappo di chiudere ermeticamemte (io invece ho fatto due fori per far uscire il liquido pensando che facesse da protezione).
Aiutatemi...



Advertisement
Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7912
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda chromemax » 03/01/2018, 23:02

In genere le bottiglie ben chiuse contenenti lo sviluppo si comprimono per il consumo dell'ossigeno contenuto nell'aria all'interno della bottiglia da parte del conservante (in genere il solfito) e/o per la reazione di ossidazione nei confronti dell'agente sviluppante.
Un buon sistema per migliorare la conservazione è quello di dare una spruzzata di gas inerte dentro la bottiglia, può andare bene sia quello venduto nei negozi di fotografia sia l'equivalente e più economico gas da ricarica per gli accendini.



Avatar utente
Massibecio
fotografo
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/11/2016, 19:28
Reputation:
Località: Pisa

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda Massibecio » 03/01/2018, 23:12

Quindi è normale che si ossidi così velocemente?



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7912
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda chromemax » 03/01/2018, 23:20

Se la bottiglia non è ben chiusa si, se è chiusa bene in genere si comprime, anche se molto leggermente se la plastica è spessa.



Avatar utente
Tomash
guru
Messaggi: 416
Iscritto il: 21/04/2010, 22:02
Reputation:
Località: Bologna

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda Tomash » 04/01/2018, 8:32

L'R09 è duro a morire e come il Rodinal tende a diventar marrone, ma dovrebbe funzionar lo stesso senza problemi.
Se fosse Rodinal ti direi di usarlo senza indugio, il mio era già marrone nella confezione sigillata, è aperta da anni e funziona ancora.
L'R09 mi dicono che non è così longevo, o almeno alcuni lotti, ma per un mese e se prima era limpido, non penso proprio sia andato a male.


Immagine

Avatar utente
lamanorbu
fotografo
Messaggi: 47
Iscritto il: 31/10/2017, 15:41
Reputation:
Località: Brescia

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda lamanorbu » 04/01/2018, 11:24

E' normale che il Rodinal (o R09) diventi scuro dopo qualche settimana dall'apertura, non c'è da preoccuparsi. L'unica formulaziona del Rodinal basata sulla vecchia e deperibile ricetta che si può trovare in commercio è l'Adox APH09. Voci di corridoio affermano che tutti gli altri R09 disponibli in commercio siano ora prodotti dalla Tetenal (Fomadon R09, Compard R09 one shot, Tetenal Paranol S...). Forse l'unica eccezione è l'Adox Adonal (che oggi viene venduto anche sotto nome Rodinal). Purtroppo i Rodinal attuali sembrano durare meno del vecchio prodotto Agfa a causa del fatto che molti rivenditori usano bottiglie di plastica più economica e più permeabile all'ossigeno, accelerando i processi di ossidazione.



Avatar utente
Massibecio
fotografo
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/11/2016, 19:28
Reputation:
Località: Pisa

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda Massibecio » 04/01/2018, 12:21

Proverò ad acquistare Ilford ilfosol 3 ma l'unico che trovo è in confezione da 1 litro (al fotoamatore hanno solo quello).
Purtroppo l'acquisto da internet prevede delle spese di spedizione troppo alte per l'acquisto di un solo prodotto.
Sviluppando solitamente un negativo ogni mese, dite che comunque butterò buona parte del chimico?...o riuscirà a conservarsi senza problemi?



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 7912
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda chromemax » 04/01/2018, 12:30

L'Ilfosol 3 è famoso per essere deperibile senza darlo a vedere



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 4706
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda -Sandro- » 04/01/2018, 12:47

Il mio consiglio sempiterno è sempre valido: usare bottiglie di vetro scuro entro cui travasare i prodotti usati e gasarne il volume residuo col butano da accendini. Il famigerato kit tetenal E6 che dura solo sei mesi una volta aperto mi è arrivato a durare esattamente il triplo, due volte di seguito (ora lo faccio fuori in 3-4 mesi, ma è un altro discorso)


Ubi maior minor cessat.

http://canonfdworld.blogspot.it/

Avatar utente
octobertango
fotografo
Messaggi: 30
Iscritto il: 30/12/2012, 17:42
Reputation:
Località: Montecompatri (Roma)

Re: Sviluppo ossidato in un mese

Messaggioda octobertango » 04/01/2018, 13:16

Ciao Massibecio, io è già qualche anno che ho adottato la soluzione "enoteca", mi son comperato la pompetta e i tappi che si usano in enoteca per togliere l'aria dalle bottiglie di vino, quando acquisto lo sviluppo lo passo in bottigliette più piccole e tolgo l'aria, cada tanto controllo la tenuta e devo dire che non ho più avuto problemi anche dopo mesi, la spessa è stata minima in confronto a quando usi uno sviluppo scaduto e te ne rendi conto tardi, butti magari una confezione quasi intera e ti giochi anche un rullo...
buon sviluppo. ;) ;) ;)
Danièl





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti