Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9258
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda chromemax » 01/07/2013, 19:15

L'agitazione ha un'influenza relativamente moderata sul contrasto. Sarebbe meglio agitare continuamente per i primi 30" inquanto sono proprio i primi 60-90" quelli più critici per una buona uniformità dello sviluppo. Quindi la procedura è questa:
Fai partireil timer e subito cominci a versare lo sviluppo nella tank, la tappi con movimenti rapidi ma precisi e ribalti la tank e la riporti in posizione, continuando a fare ribaltamenti in questo modo finché il timer non arriva a 30"; non si sta facendo un cocktail, le inversioni devono essere fatte con un movimento a velocità normale, senza slogarsi il polso e neanche come se si stesse maneggiando nitroglicerina.
Dai un colpetto alla tank sul tavolo e la lasci lì per i restanti 30", passati i quali la capovolgi 4-5 volte (10 sec circa), altro colpetto sul piano e lasci la tank ferma per i successivi 60 secondi, e così via per ogni minuto, fino ad arrivare a 15 secondi dalla fine del tempo di sviluppo, al che togli il tappo e svuoti la tank. Se sei preciso e calcoli bene i tempi delle varie operazioni il bagno d'arresto entra nella tank al preciso scadere del tempo di sviluppo, ma non ti preoccupare hai qualche secondo di margine :)
Per l'arresto ci volgiono circa 30" in agitazione continua, il tempo non è critico, si svuota e si versa il fissaggio, con agitazione continua per i primi 30", quindi 10" ogni minuto e agitazione continua per gli utlimi 30", anche qui il tempo non è critico.
Da questo momento si può anche aprire la tank, ma la pellicola va ancora lavata. Personalmente ti consiglio il metdo della Ilford, funziona e consuma poca acqua:
riempi la tank d'acqua a temperatura e poi la butti
Riempi ancora a fai 5 capovolgimenti (mia aggiunta per sicurezza)
Riempi con acqua e fai 10 capovolgimenti,
Riempi con acqua e fai 20 capovolgimenti e la pellicola e sufficientemente lavata.
Come ultimo passaggio riempi la tank con acqua demineralizzata con la metà della dose suggerita di imbibente. Non agitare invertendo la tank perché l'imbibente fa molta schiuma, piuttosto apri la tank e ruota la spirale per circa 60", quindi scuotila un po' per togliere l'eccesso d'acqua e appendi la pellicola ad asciugare, senza toccare la superficie con dita, pinze tergifilm, panni di daino o altre cose del genere; l'imbibente farà scivolare via l'acqua che evaporerà senza lasciare tracce.
L'arresto con indicatore è di colore giallo, quando comincia a diventare color viola è da cambiare, ma come ti hanno già detto prima se conti i rulli è meglio.
Quasi tutti i fissaggi attuali non sono indurenti, come non lo sono l'Hypam o il Rapid fixer.
L'imbibente è necessario, altrimenti ti ritrovi le macchie di calcare sulla pellicola.



Advertisement
Avatar utente
bartez
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 08/01/2013, 20:07
Reputation:
Località: Barletta

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda bartez » 01/07/2013, 19:46

grazie chromemax

seguirò alle virgola i tuoi consigli!!!

Lo sviluppo sarà sicuramente ben fatto, speriamo anche le esposizioni :D :D



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9258
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda chromemax » 01/07/2013, 20:08

Ho editato il post sopra con qualche aggiunta... non mi capivo molto bene io, figuriamoci gli altri :D



Avatar utente
bartez
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 08/01/2013, 20:07
Reputation:
Località: Barletta

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda bartez » 02/07/2013, 10:38

Grosso modo quali sono i tempi per l'arresto ed il fissaggio??

se ho capito bene per l'arresto 30 secondi con agitazione continua sono sufficienti, mentre per il fissaggio non ho proprio capito quante volte eseguire l'operazione.



Advertisement
Avatar utente
iz7nct
guru
Messaggi: 511
Iscritto il: 11/04/2011, 16:10
Reputation:
Località: Nardò-LE

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda iz7nct » 02/07/2013, 10:49

Per il fix da bugiardino porta dai 2 hai 5 minuti in totale. Io parto dai 2 minuti più qualcosa x i primi rulli ad aumentare man mano che si esaurisce in base al numero di rulli fatti.

Tony



Avatar utente
DanieleLucarelli
guru
Messaggi: 1152
Iscritto il: 12/08/2010, 16:56
Reputation:
Località: Livorno
Contatta:

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda DanieleLucarelli » 02/07/2013, 11:02

Parti da 5 minuti per i primi rulli arriva a 7-8 poi butta. Io il fix nello sviluppo pellicole lo giudico al momento: fisso la pellicola sempre per 7 minuti, apro la tank e, se vedo che la pellicola è poco fissata, butto il fix vecchio lo rifaccio e, a seconda di quanto poco è fissata, rifaccio un bagnetto col fix nuovo, altrimenti rimetto nella bottiglia.



Avatar utente
bartez
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 08/01/2013, 20:07
Reputation:
Località: Barletta

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda bartez » 02/07/2013, 11:23

DanieleLucarelli ha scritto:Parti da 5 minuti per i primi rulli arriva a 7-8 poi butta. Io il fix nello sviluppo pellicole lo giudico al momento: fisso la pellicola sempre per 7 minuti, apro la tank e, se vedo che la pellicola è poco fissata, butto il fix vecchio lo rifaccio e, a seconda di quanto poco è fissata, rifaccio un bagnetto col fix nuovo, altrimenti rimetto nella bottiglia.


OK, proverò così.

Anche perchè essendo il primo sviluppo non ho la capacità di valutare quando la pellicola è poco fissata, quindi ho bisogno di tempi di riferimento.

Grazie ;)



Avatar utente
ciromattia
esperto
Messaggi: 183
Iscritto il: 02/05/2013, 15:10
Reputation:
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda ciromattia » 02/07/2013, 11:32

bartez ha scritto:Anche perchè essendo il primo sviluppo non ho la capacità di valutare quando la pellicola è poco fissata, quindi ho bisogno di tempi di riferimento.

essendo il primo non avrai problemi con il fissaggio fresco (in genere tiene una dozzina di pellicole, con tempi progressivamente maggiori), è poco fissata quando noti delle "strisciate" magenta sul film (come in allegato); nel caso rifai un fissaggio fresco e rifissa.

20130624_231731-_DSC1204.jpg


So long, and thanks for all the fish.

Avatar utente
bartez
fotografo
Messaggi: 81
Iscritto il: 08/01/2013, 20:07
Reputation:
Località: Barletta

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda bartez » 02/07/2013, 11:41

Chiarissimo!
grazie!

P.s.: toglimi una curiosità come mai sulla pellicola sono sviluppati solo due fotogrammi??



Avatar utente
ciromattia
esperto
Messaggi: 183
Iscritto il: 02/05/2013, 15:10
Reputation:
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Messaggioda ciromattia » 02/07/2013, 11:48

Eh, uno scherzetto che m'ha fatto la Rolleiflex appena presa, aveva l'otturatore "addormentato" (scemo io a non controllare prima) e i primi 10 scatti son venuti di un trasparente invidiabile ;)


So long, and thanks for all the fish.



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti