Tacking iron

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: Tacking iron

Messaggioda luca_dega » 14/12/2012, 15:09

Acutanza Umbra ha scritto:Ragazzi!


Continuiamo a parlare di Fotografia, eh!



...concordo....però un tacking iron E' fotografia :)) e se uno ce l'ha a 120 e rotti Volt e lo vuole usare qui....s'ha da adattà.
..però io l'avevo già detto: sicuro che su Ebay il cinese di turno il trasformatore te lo tira dietro...
sono comunque incuriosito dal riaffiorare di certi ricordi, scatenato dalla discussione: quando vado a casa tiro fuori gli appunti dell'esame di elettronica (presi 19 al secondo appello =)) =)) =)) =)) =)) )



Advertisement
Avatar utente
Chiccopiteco
esperto
Messaggi: 131
Iscritto il: 01/03/2012, 14:04
Reputation:
Località: Zena!!!

Re: Tacking iron

Messaggioda Chiccopiteco » 14/12/2012, 19:50

paolob74 ha scritto:Ciao ragazzi...

Sapete dove posso recuperare questo strumento in italia?

http://www.amazon.com/Hangar-9-Sealing- ... cking+iron

O anche simile...

Serve per puntare il foglio di colla sotto le stampe.

Ringrazio


Puoi mettere in parallelo un dente di sega con un condensatore diodato :-? o in serie un dente di diodo con un condensato di sega ~x(

...o puoi provare a dare un'occhiata a questi link :D
http://www.hobbyprofessional.it/product ... ticolo=735 <-- magari mandi una mail per maggiori info
http://www.lmshop.com/online-shop/6-acc ... itura.html

:-h



Avatar utente
Acutanza Umbra
guru
Messaggi: 457
Iscritto il: 06/06/2011, 17:04
Reputation:

Re: Tacking iron

Messaggioda Acutanza Umbra » 14/12/2012, 21:30

vngncl61
Scusami ma gli ossimori si moltiplicano? ;)

vngncl61 ha scritto:...Il diodo è elettrotecnica, è un resistore non lineare.


Mah, dipende.
Ovvero dipende dalla regione in cui vuoi far lavorare il Diodo.
Mi spiego.
Nell'articolo che hai postato si parla di Resistore Non Lineare controllato in Corrente riferito all zona sinistra del punto A . Prima cosa è sbagliato o detto male. Si chiama Generatore di Tensione controllato in corrente, probabilmente l'autore Ti confonde poichè parla di Resistore.
E' un generatore di Tensione poichè come puoi vedere la Tensione rimane costante al variare, anche di molto, della Corrente.
Inoltre per avere ciò devi far lavorare il Diodo nella regione di polarizzazione inversa chiamata pure zona ad effetto Zener.
Ma non te ne devi passare con la corrente altrimenti romperesti la giunzione

Ciò che faresti mettendo il Diodo come hai scritto, sarebbe quello di far lavorare il dispositivo per la semionda positiva in saturazione ed in quella negativa in interdizione avendo in uscita la famosa forma d'onda pulsante che, ritornando a Bomba, sull'oggetto "incriminato", avrebbe l'effetto di fargli fare :Spento - Acceso - Spento - Acceso - etc.
Ora siccome quell'incocco dovrebbe servire a spalmare il collante in maniera appena un po' uniforme sul dorso della Baritata, credo che, una non uniformità di Alimentazione elettrica creerebbe una non uniformità di dissipazione di calore di cui le conseguenze sul lavoro potresti benissimo intuirle.

Volevo precisare che per quanto riguarda il problema dell'alimentazione a 110Vac, Io credo che, ipotizzando che il Tacking Iron sia essenzialmente un carico resistivo (cioè in pratica una resistenza) alimentandolo a 220Vac funzionerebbe lo stesso, almeno per un pò di tempo. Ma poi, essendo un apparecchio progettato per una Tensione più bassa (110Vac) potrebbe succere che l'isolamento del materiale isolante sul Resistore ma sopratutto sul manico, pressacavo etc. potrebbe non essere sufficiente.
Ammesso che lo sia, non staremmo mai comunque in completa sicurezza nel maneggiarlo.
A qualche cosa la certificazione CE deve pur servire no?
E' chiaro che anche il Trasformatore dovrebbe essere posto in situazione sicura. All'interno di un involucro in doppio isolamento con cavo in doppio isolamento.
Ciao
ACU

P.S.
Ah per quanto riguarda la catalogazione del Diodo, la teoria si trova anche sui libri di Fisica II.
Generalmente quando parli con i Fisici o con gli Elettrici di Diodi ovvero di circuiti non lineari...fanno una faccia!



Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Tacking iron

Messaggioda paolob74 » 15/12/2012, 0:02

Allora ragazzi....

Ringrazio tutti per la consulenza, premetto che lavoro nel campo dell'elettrotecnica da 20 anni ma giuro non ho mai sentito parlare di onde a sega.

Noto con tristezza che ne sapete più di me sia di fotografia che elettrotecnica. :((

È se ci metto un inverter?

Ps... Che pacco che devo fare per questo scaldìno, ma in Europa possibile che nessuno lo utilizzi?!?!



Advertisement
Avatar utente
Chiccopiteco
esperto
Messaggi: 131
Iscritto il: 01/03/2012, 14:04
Reputation:
Località: Zena!!!

Re: Tacking iron

Messaggioda Chiccopiteco » 15/12/2012, 11:10




Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Tacking iron

Messaggioda paolob74 » 15/12/2012, 15:52

Grazieeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!

^:)^



Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: Tacking iron

Messaggioda andreab » 15/12/2012, 17:13

e allora, avendone lette tante, ne aggiungo qualcuna anch'io:
con il diodo si prende solo la mezza onda positiva (o negativa, basta intenderci) e quindi si dimezza la potenza media: niete seghe, sono seni (o coseni).
La frequenza, per un riscaldatore, puo' cambiare da 60 a 50 Hz senza alcun effetto.
Siccome il trapanante in questione e' termostatato (vero?) io penso che possa essere utilizzato anche con la 220V senza alcun accorgimento: solo il termostato interverra' piu' rapidamente e piu' spesso per staccare l'alimentazione: non credo che la resistenza ne soffra molto.
Concordo che il diodo sarebbe la cosa piu' semplice: se non c'e' elettronica di controllo.



Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Tacking iron

Messaggioda paolob74 » 15/12/2012, 18:38

Apriamo un forum di elettrotecnica!!!!!



Avatar utente
etrusco
moderatore
Messaggi: 4634
Iscritto il: 08/12/2009, 12:16
Reputation:
Località: Viterbo
Contatta:

Re: Tacking iron

Messaggioda etrusco » 15/12/2012, 20:14

Elettrotecnica.it esiste ?


Etrusco.

Sent from my iPhone using Tapatalk.


ImmaginePssss, Hei! ... Ti sei ricordato di registrare la tua camera oscura su darkroom locator?

Alessandro "etrusco" De Marchi - @trovarigenerati - @trovareflex - @trovaregalodonna

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Tacking iron

Messaggioda paolob74 » 15/12/2012, 20:50

elettrotecnica.it esiste ma non è un forum...

Questo è un ottimo forum: http://www.electroyou.it/

O anche questo: http://www.plcforum.it/portale/index.php

Andiamo avanti con la fotografia....

Meglio...

;)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti