Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Disussioni sulle tecniche alternative come l'infrarosso od il foro stenopeico

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12636
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da Silverprint »

Ahhaha! Per fare venire i video fanno le cose finte...

La luce non devi proprio fargliela vedere, basta pochissima e la carta ne sarebbe impressionata completamente.

Devi lavorare al buio o in luce inattinica, non ci sono alternative. ;)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
hereistay
fotografo
Messaggi: 68
Iscritto il: 21/05/2012, 16:13
Reputation:
Località: Forlì/Chieti-Pescara/Roma

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da hereistay »

Ok.
Allora mi è venuta un'idea.
Preparo dei cartoncini della dimensione dimezzata, da 12x15.
Al buio dispongo il foglio sul tavolo, con due squadrette e con il cartoncino mi regolo su dove tagliare e con un taglierino effettuo un taglio.
Dovrebbe funzionare...
Purtroppo spendere 20€ per una lampadina (comprese spese di spedizione) non ne vale la pena per quello che voglio realizzare.
Però, la carta è trattata solo su una faccia, giusto?
C' un modo per capire qual'è?
Cioè al buio dovrei introdurla nella lattina rivolta verso il foro da cui entra la luce...

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12636
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da Silverprint »

Eh...

Se la carta (politenata) ha superficie lucida è abbastanza semplice distinguerla anche al tatto. La superficie lucida (quella sensibile) è molto più liscia.

Se la carta è matt (opaca) o semi-matt distinguerla al tatto può essere difficile.

La superficie sensibile ad ogni modo è più "appiccicosa"... le dita ci scorrono diversamente (non so se aiuta... :( ).
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
franny71
superstar
Messaggi: 2635
Iscritto il: 21/11/2011, 12:53
Reputation:
Località: Anzio (RM)

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da franny71 »

perdonatemi, ma sviluppo e fissaggio vanno fatti oppure no?
non l'ho mica capito...
Franco
il mio Flickr

Я родилась даже не узнал

Avatar utente
hereistay
fotografo
Messaggi: 68
Iscritto il: 21/05/2012, 16:13
Reputation:
Località: Forlì/Chieti-Pescara/Roma

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da hereistay »

Che io sappia non andrebbero fatti, per lo meno non lo sviluppo, il fissaggio invece ho visto farlo...

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12636
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da Silverprint »

No, niente sviluppo o fissaggio.

Provano con l'annerimento diretto per poi scansionare il risultato (che dopo la scansione risulterà distrutto).

Io NON so se funzionerà allo scopo, ma l'annerimento diretto e le sue strane sfumature di colore sono verificabili facilmente.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
hereistay
fotografo
Messaggi: 68
Iscritto il: 21/05/2012, 16:13
Reputation:
Località: Forlì/Chieti-Pescara/Roma

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da hereistay »

Ennesima domanda stupida...
Ora che ci penso dai cinesi vicino casa vendono delle lampadine "colorate" a 4 soldi, ovvio che non sono lampadine per camera oscura...potrebbero funzionare lo stesso?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12636
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da Silverprint »

Ah...boh?

Di solito le lampadine colorate fanno TROPPA luce e non del rosso giusto, bisognerebbe provarle.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
hereistay
fotografo
Messaggi: 68
Iscritto il: 21/05/2012, 16:13
Reputation:
Località: Forlì/Chieti-Pescara/Roma

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da hereistay »

Ma, cioè esiste una determinata tonalità o la lampadina ha qualcosa di particolare?
Inoltre, leggevo che anche giallo o verde andrebbero bene...che differenza avrebbero?

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12636
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica di solargraphy/solargrafia/solarigrafia

Messaggio da Silverprint »

Semplificando...

Le lampade giallo-verde vanno bene, ma non sempre, dipende dalla carta.
Quelle rosse invece vanno bene per tutte le carte.

La lampada ha un colore molto intenso (una spessa verniciatura) ed è poco potente.

Con altre tecnologie che non siano le semplici lampade ad incandescenza (led, vapori di sodio...) è possibile avere una emissione luminosa con uno spettro molto più controllato e fare lampade inattiniche molto più potenti.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi