Tecnica per la fotografia notturna

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 990
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da Ri.Co. »

Darklay ha scritto:Molto bello il video grazie. Sarebbe interessante, secondo me ovviamente, un video sulla lettura dei negativi, su quale sia un buon negativo e perché rispetto ad altri, magari avendo una stessa immagine esposto a più meno stop e vedere quale sia il migliore e perché per la stampa.
Secondo me vedere in un video certe differenze sulle densità mi pare troppo difficile se non impossibile. Penso a come, ad esempio, si dovrebbe valutare un inutile incremento di densità nelle ombre in quanto non porta aumento di dettaglio.. o alle luci troppo dense... in un video non credo siano apprezzabili visivamente.



Avatar utente
popecide
guru
Messaggi: 413
Iscritto il: 16/09/2014, 11:54
Reputation:
Località: Padova

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da popecide »

Grazie Andrea per il bel video. Una domanda: so che non ami molto i polveroni quindi ti chiedo se l'utilizzo del D76 sia stato dettato da finalità didattiche o in questo caso fosse effettivamente il più adatto.
Wendy, I'm home! (Jack Torrance)

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da Silverprint »

Ciao, ho scelto il D-76 perché molto funzionale all'effetto cercato con quella pellicola.

Nella parte centrale del video spiego bene perché.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
seiunozero
esperto
Messaggi: 103
Iscritto il: 06/03/2016, 18:11
Reputation:
Località: Firenze

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da seiunozero »

Sono quelle cose che mi guardo e riguardo nei momenti di calma in modo da seguire senza interruzioni.
Conta più una cosa fatta che dieci da fare.

Avatar utente
Umberto M
fotografo
Messaggi: 57
Iscritto il: 05/01/2018, 9:38
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da Umberto M »

Ciao Andrea,
grazie per aver condiviso questo video.
Ho un dubbio legato all'esposizione.
Parli di prendere l'esposizione sulle zone più chiare e poi incrementare l'esposizione di 6 - 8 stop.
Le "zone più chiare con dettaglio" nel tuo ragionamento le usi come base mettendole in zona V e incrementano di 6 - 8 stop oppure le usi per definire la zona VII ?
Esempio
1"" @ f2.8 che compare nel video è la "nuda" rilevazione dell'esposimetro sulle zone luminose dove vuoi mantenere dettaglio oppure è la zona V (l'esposimetro in prossimità delle zone luminose indicava 1/4 @ f2.8 ).
Spero di essere stato sufficientemente chiaro
Grazie

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da Silverprint »

Se la vuoi descritta col SZ... eccola

Nel video parto già del piazzamento. Piazzo le parti più chiare con dettaglio (la Zona VIII di stampa) in Zona XII, dodici, +7 stop rispetto alla lettura, col bracketing saranno tra +6 e +8. Il ridotto sviluppo le riporta dove dovrebbero essere. Insomma sarebbe uno sviluppo N-4.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 832
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da kiodo »

Silverprint ha scritto:Se la vuoi descritta col SZ... eccola

Nel video parto già del piazzamento. Piazzo le parti più chiare con dettaglio (la Zona VIII di stampa) in Zona XII, dodici, +7 stop rispetto alla lettura, col bracketing saranno tra +6 e +8. Il ridotto sviluppo le riporta dove dovrebbero essere. Insomma sarebbe uno sviluppo N-4.
Aaah, ecco! Avevo visto il video, e continuavo ad arrovellarmi: "ma non sta semplicemente piazzando le luci in zona 11 o 12, e poi sviluppando -3? non avrò capito io..." :D :D :D

Avatar utente
Umberto M
fotografo
Messaggi: 57
Iscritto il: 05/01/2018, 9:38
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da Umberto M »

Tutto chiaro. Grazie

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Kid Claude
fotografo
Messaggi: 74
Iscritto il: 12/11/2015, 7:21
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da Kid Claude »

Desidero condividere uno scatto eseguito con un rullo 120 Delta [email protected], con la tecnica spiegata da Andrea; L’unica differenza è che ho utilizzato per lo sviluppo un doppio bagno secondo la variante di Thornton del D23. Tengo a specificare che si tratta di una foto eseguita col telefonino del negativo posto sullo schermo luminoso. Nonostante la tremarella, la qualità è veramente notevole per la lettura sia nelle ombre che nelle alte luci.
Grazie Andrea per avere condiviso questa perla di conoscenza; non ho ancora avuto modo di stampare ma sono certo che per il mio standard il risultato non potrà che essere alto. Indubbiamente non ero mai riuscito a fare degli scatti notturni di questa qualità. Davvero grazie Andrea.
Allegati
D42598F2-205B-40FA-9C6A-44E9E3F50850.jpeg
53C5C3F3-3FEE-42E7-944C-FBB13FC0CB18.jpeg
Ultima modifica di Kid Claude il 11/06/2018, 14:13, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
SamueleB
fotografo
Messaggi: 87
Iscritto il: 15/07/2016, 11:42
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggio da SamueleB »

Kid Claude ha scritto:L’unica differenza è che ho utilizzato per lo sviluppo un doppio bagno secondo la variante di Thornton del D23.


Complimenti per la foto. Da quello che si vede a video sembra proprio ben riuscita.

Mi hai incuriosito in merito alla variante Thornton del D23: puoi darmi qualche riferimento in merito (o link)?
Con questo metodo a 2 bagni riesci a fare lo sviluppo a N - 4 ?

Buona stampa ;)

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi