Tecnica per la fotografia notturna

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
SamueleB
fotografo
Messaggi: 87
Iscritto il: 15/07/2016, 11:42
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda SamueleB » 14/06/2018, 9:24

@
Avatar utente
Kid Claude


Se trovi qualche cosa mi interessa ma tieni conto del link che mi ha dato Kiodo.

Se ti interessa particolarmente la fotografia notturna voglio consigliarti il libro (solo immagini) Venetia Obscura. di Luca Campigotto. È fantastico e stampato in modo così superbo da non sfigurare rispetto alla sua mostra. Anni fa mi feci un viaggio di un migliaio di km per andarla a vedere ma ne valeva assolutamente la pena.

Credo che le riprese siano state fatte in 4x5” con una folding Linhof. Per quanto abbia cercato a suo tempo non sono riuscito a sapere quale pellicola sia stata usata e soprattutto quale tipo/tecnica di sviluppo, anche se osservando la conduzione delle alte luci propenderei per l’impego di un bagno tannante.



Advertisement
Avatar utente
Kid Claude
fotografo
Messaggi: 51
Iscritto il: 12/11/2015, 7:21
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda Kid Claude » 14/06/2018, 15:49

SamueleB ha scritto:@Kid Claude

Se trovi qualche cosa mi interessa ma tieni conto del link che mi ha dato Kiodo.

Se ti interessa particolarmente la fotografia notturna voglio consigliarti il libro (solo immagini) Venetia Obscura. di Luca Campigotto. È fantastico e stampato in modo così superbo da non sfigurare rispetto alla sua mostra. Anni fa mi feci un viaggio di un migliaio di km per andarla a vedere ma ne valeva assolutamente la pena.

Credo che le riprese siano state fatte in 4x5” con una folding Linhof. Per quanto abbia cercato a suo tempo non sono riuscito a sapere quale pellicola sia stata usata e soprattutto quale tipo/tecnica di sviluppo, anche se osservando la conduzione delle alte luci propenderei per l’impego di un bagno tannante.

Grazie, ma da veneziano DOC, ho la fortuna di conoscere il lavoro di Luca Campigotto, di cui sono un estimatore.
Avevo ritrovato nei miei appunti il link segnalato da Kiodo, e stavo giusto per girartelo, ma lui mi ha preceduto. Meglio così !
Ciao e buona luce !
Marco



Avatar utente
dainemac
appassionato
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/01/2017, 10:39
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda dainemac » 02/08/2018, 17:32

gentile andrea-silverprint.

vediamo se ho compreso bene la tecnica proposta nell'ottimo video.
ieri sera ho fatto una semplice misurazione con l'esposimetro spot per ragionare sul "campo".
ho fatto la misurazione sulla zona illuminata (non direttamente la fonte di luce) di un palazzo all'interno della piazza: ottengo quindi per una zona V la coppia
f11 1sec.
aumento di 7 stop e ottengo f8 60sec. per comodità scelgo la coppia f5.6 30sec.
con il bracketing: f5.6 15sec - f5.6 30sec - f5.6 60sec.
a questo punto devo fare i conti con il difetto di reciprocità e ipotizzando di usare una fp4 (la considero una 80iso) e ragionando sul grafico del datasheet arrivo a:
55sec (erano 15) - 160sec (erano 30) - 450sec (erano 60)
infine dovrò sviluppare con un tempo di circa il 50% quello proposto dal bugiardino.
sono fuori strada o ci siamo?
grazie mille.

luca



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11274
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda Silverprint » 02/08/2018, 17:48

Il ragionamento è quello.

Però userei una pellicola con un difetto di reciprocità meno marcato e con la gamma dinamica potenziale più estesa.



Inviato dal mio A0001 utilizzando Tapatalk


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
dainemac
appassionato
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/01/2017, 10:39
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda dainemac » 02/08/2018, 18:01

Grazie Andrea.
A questo punto la domanda sorge spontanea: quale pellicola?
Gentilissimo.
l.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11274
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda Silverprint » 03/08/2018, 9:28

Una t-grain non Ilford... per es.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
areabis
guru
Messaggi: 643
Iscritto il: 21/03/2014, 15:20
Reputation:
Località: Cervia

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda areabis » 03/08/2018, 9:56

Silverprint ha scritto:Una t-grain non Ilford... per es.



tmax 100 mi sa sia l'unica risposta .. .o sbaglio?


Stefano da Cervia

la passione tinge con i propri colori ciò che tocca ...

https://www.flickr.com/photos/[email protected]/

Avatar utente
Federico Pari
esperto
Messaggi: 104
Iscritto il: 05/09/2017, 15:36
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda Federico Pari » 03/08/2018, 10:39

Direi di si'; sto usando quella anche perche' i datasheet di altre 100iso spesso non riportano nulla in merito al difetto di reciprocita'...



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8404
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda chromemax » 03/08/2018, 10:59

Personalmente trovo eccellente l'app "reciprocity", più affidabile dei dati dei datasheet.



Avatar utente
Federico Pari
esperto
Messaggi: 104
Iscritto il: 05/09/2017, 15:36
Reputation:

Re: Tecnica per la fotografia notturna

Messaggioda Federico Pari » 03/08/2018, 11:04

chromemax ha scritto:Personalmente trovo eccellente l'app "reciprocity", più affidabile dei dati dei datasheet.


questa qui per android? https://play.google.com/store/apps/deta ... city&hl=en





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti