Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Discussioni su tecniche fotografiche, esposizione, sistema zonale, post produzione digitale ed altro

Moderatore: etrusco

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4419
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: R: RE: Re: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda impressionando » 13/11/2016, 22:18

stefnerv ha scritto:
Silverprint ha scritto:Ho appena caricato l'immagine.

Esp base 20" GD 1.5
Bruciatura a dx 10 + 10
Bruciatura cielo 25 + 20 GD 0
Mascheratura omino 20" con tampone piccino.



Scusate ma cosa significano 20" gd 1.5 e tutto il resto ???? Tipo 25+ 20 ?????? Tampone ?????

Il sistema più spiccio per capire i meccanismi e riuscire a metterli in pratica in modo proficuo da subito è farsi un corso (serio) o stampare qualche foto con qualcuno che lo SA fare.
Altra esperienza formativa è il vedere e studiare stampe ben fatte e magari farsele spiegare dallo stampatore (che non racconti balle).
Altra esperienza indispensabile è farsi stampare le proprie immagini da altri e a nostra volta stampare immagini di altri scambiandosi commenti ed istruzioni.
Ora con il web si pensa di imparare leggendo e di farsi insegnare dalle chat ma nulla sostituisce ciò che serviva ai "nostri tempi"...... la condivisione diretta.



Advertisement
Fabio Pasquarella
esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 31/07/2016, 20:51
Reputation:

Re: R: RE: Re: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda Fabio Pasquarella » 13/11/2016, 22:40

impressionando ha scritto:Ora con il web si pensa di imparare leggendo e di farsi insegnare dalle chat ma nulla sostituisce ciò che serviva ai "nostri tempi"...... la condivisione diretta.


Sono assolutamente d'accordo, per ora sono purtroppo impossibilitato a spostarmi e intanto mi arrangio sperimentando e chiedendo. Entro l'anno prossimo il mio obiettivo primario è il corso.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11307
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda Silverprint » 13/11/2016, 23:06

@
Avatar utente
stefnerv


Il mio criptico post voleva solo dimostrare che è assolutamente possibile fare bruciature consistenti senza far danno e mostrare, foto alla vista, che un astratto limite per mascherature e bruciature del 20% in percentuale sul tempo dell'esposizione base è una stupidaggine. :)

Scritto per esteso, il post misterioso si legge così:

Esposizione principale (base) 20" con filtro di contrasto 1,5.
Mascheratura con dell'omino in abito nero, con un cerchietto piccolo, per tutto il tempo dell'esposizione base.
Bruciatura del margine destro per 10" su tutto il bugnato all'angolo del palazzo, ulteriori 10" di bruciatura sullo spigolo esterno.
Bruciatura del cielo tra i palazzi con filtro 0 per 25", più ulteriore bruciatura della sola parte alta per altri 20" .

Interventi abbastanza ordinari, ma di quantità rilevante: uno stop intero per quelle dello stesso grado, oltre due stop la bruciatura del cielo. Cosa che evidenzia che il paventato limite del 20% (eseguiti 100% e 225%) non esiste neanche per un principiante con poche ore di stampa alle spalle. :)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
stefnerv
guru
Messaggi: 510
Iscritto il: 07/09/2013, 14:01
Reputation:
Località: milano

Re: R: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda stefnerv » 14/11/2016, 22:04

....



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11307
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda Silverprint » 14/11/2016, 23:12

stefnerv ha scritto:....


Uhmm? :-\ Laconico.
Allora, sono riuscito a spiegarmi meglio o è rimasto criptico?


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
stefnerv
guru
Messaggi: 510
Iscritto il: 07/09/2013, 14:01
Reputation:
Località: milano

Re: R: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda stefnerv » 15/11/2016, 10:28

Ma diciamo che sembra alquanto difficile eseguire la procedura al massimo io ho fatto una mascheratura mai tre o quattro !!!!



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2125
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: R: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda ammazzafotoni » 15/11/2016, 11:34

stefnerv ha scritto:Ma diciamo che sembra alquanto difficile eseguire la procedura al massimo io ho fatto una mascheratura mai tre o quattro !!!!

Condivido i puntini di sospensione...
E' evidente che poche ore di stampa alle spalle ben guidati siano più fruttuose di qualche ora in più, ma fatta alla battacchio canorum! :wall:



Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 970
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda fabriziog » 15/11/2016, 12:07

Ma diciamo che sembra alquanto difficile eseguire la procedura al massimo io ho fatto una mascheratura mai tre o quattro !!!!


Se fossero nozioni così semplici, saremmo tutti dei maestri stampatori :D
A parte gli scherzi, dico la mia dopo aver fatto l'anno scorso un corso con Andrea. Il "difficile" non è imparare le tecniche, ma è sapere quali tecniche ci sono, e quando applicarle. Non serve fare 3-4 mascherature o bruciature per ogni scatto, ma serve sapere che per arrivare al risultato che si vuole ci sono queste possibilità. E facendo un corso con un professionista è sicuramente più semplice venire a conoscenza di queste tecniche, come e quando applicarle, e la conoscenza base per applicarle. Dopo, come in ogni cosa, ci vuole dedizione per perfezionarsi.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8492
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: R: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda chromemax » 15/11/2016, 12:33

stefnerv ha scritto:Ma diciamo che sembra alquanto difficile eseguire la procedura al massimo io ho fatto una mascheratura mai tre o quattro !!!!

Non è difficile, se proprio non hai idea di come si faccia una mascheratura o bruciatura, youtube o vimeo hanno parecchi video in cui si vedono grandi, buoni e meno buoni stampatori all'opera.
L'uso degli interventi di stampa sono il principale strumento espressivo della fotografia, in grado di restituire, sulla stampa, la (pre)visulizzazione del soggetto.
Questo è un foglio di lavoro; può sembrare complicato ma la gran parte degli interventi viene fatto in sequenza, l'importante è avere una mappa di riferimento e costruirsi una procedura lineare da seguire. Per sapere dove e quanto intervenre è una questione... di prove. Vale sempre la regola di pazienza, perseveranza e tanta tanta carta :)
foglio_lavoro_stampa.jpg



Avatar utente
beppegallo
fotografo
Messaggi: 65
Iscritto il: 28/05/2013, 20:50
Reputation:
Località: Faenza

Re: Tecniche di mascherature ed esposizione localizzata

Messaggioda beppegallo » 15/11/2016, 13:22

Ho partecipato ad un corso da Andrea che, su mia richiesta nonostante forse l'argomento non era in programma per quel corso, mi ha insegnato i fondamentali per praticare mascherature e bruciature (e pre-velatura!!!), tecniche delle quali avevo sentito parlare ma che non sapevo applicare. I margini di miglioramento per me sono ancora ampissimi però, da quando Andrea mi ha fornito queste nozioni (chiavi in mano credo si possa dire...) il divertimento in fase di stampa per me è triplicato.
Colgo quindi l'occasione per esprimere ad Andrea la più sincera riconoscenza per il suo prezioso insegnamento.





  • Advertisement

Torna a “Tecniche fotografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti