Telemetro sovietiche

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatori: etrusco, isos1977

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da risa »

Grazie, Gianni. Beh, però se la spedizione è gratis: aluura!
Il copriobiettivo posteriore messo in vendita credo poi che vada proprio bene. E ' proprio della misura necessaria per tutti gli Jupiter 12, sfortunatamente però per tutti meno che per il mio. Purtroppo il mio Jupiter 12 è della rara famiglia degli Jupiter siberiani, che adotta una baionetta diversa -mannaggia!- certo: che peccato, però!!
Gianni, scherzi a parte: fai bene a richiamare spesso l'attenzione del forum sulla pazzesca dinamica dei prezzi, che non deve essere incoraggiata in nessun modo. E forse voi che avete esperienza e cultura fotografica da vendere, ripeto forse, dovreste proporre agli iscritti una riflessione corale su questo argomento. Voglio dire che, in questo delicato momento durante il quale assistiamo a una ripresa di interesse nei confronti della fotografia ai sali d'argento, una dinamica dei prezzi di carattere speculativo proprio non ci avvantaggia, perché è ovviamente scoraggiante. E finisce perciò per dar fiato a chi sostiene: che non si trovino più le pellicole, che non ci sia più nessuno che le sviluppi e che le stampi e, extrema ratio, proprio che la fotografia analogica sia troppo costosa in confronto alle foto fatte con il cellulare. Perciò a questo punto i tappi posteriori auto-produciamoceli tutti.
Certo, poi dice che arrivano i prodotti cinesi...



Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2876
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da Elmar Lang »

Il tuo discorso, sui prezzi, moralmente è comprensibile, ma nella pratica, purtroppo no.

Stiamo parlando di oggetti non più in produzione, che piacciono, o interessano, o servono a determinate categorie di appassionati.

Da qui, la legge della domanda e dell'offerta. Non esiste, per tali materiali, una sorta di "preiskurant" ovvero il prezzo imposto ai tempi dell'URSS, dal quale era proibito discostarsi, senza apposito decreto.

Un oggetto -a nostro parere, o per le nostre tasche- è troppo caro? Basta non comprare. In tal modo, chi si sveglia al mattino, pensando di vendere un tappo posteriore Zeiss Jena a 200,- euro, presto ridimensionerà le sue immaginifiche pretese.

È anche vero che internet è divenuto il classico trucco per poter dire "in rete si vende a tot" in una transazione tra privati. In altre parole, metto in vendita su un qualche sito web delle ciabatte vecchie a 1000 euro al paio, per poi proporne di simili, chessò, a 350 euro, sostenendo: "è un affare!, in rete, si vendono a 1000!".

Quel costoso tappo posteriore, non va bene per lo Jupiter 12 (o per lo Zeiss Jena Biogon 35/2,8), bensì per il 135mm. Jupiter o Zeiss Sonnar, o per il 35mm. Zeiss Jena Biometar, o quale tappo posteriore per il Flektoskop o per il Flektometer.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da risa »

Hai inquadrato il nucleo della questione con la consueta lucidità. Tutto, anche a mio parere, consiste proprio nella capacità di opporre all'eccitante frenesia dell'acquisto la gioia della ricerca e dell'attesa, la capacità di imparare a far a meno di qualcosa, oppure quella di organizzarsi con ciò che si ha.
A proposito delle nostre telemetro, frequentando le aste di Catawiki spesso si trovano tanti materiali a prezzi inferiori a quelli di ebay e per quanto riguarda i corpi macchina perfino sensibilmente inferiori. Ieri, ad esempio, è stato venduto un mirino universale a torretta a 37 euro, che mi sembra un prezzo onesto. Su Catawiki passano tanti materiali, basta saper aspettare un po'. Inoltre la descrizione è, di solito e a differenza di ebay, piuttosto sincera.
Spero che questa piccola segnalazione possa essere utile a qualcuno, come me, meno esperto.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2876
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da Elmar Lang »

Seguo poco i siti di aste online e più d'uno mi riferisce riguardo Katawiki. Purtroppo, sicuramente per miei limiti, non son riuscito a capire come iscriversi in maniera tale da poter eventualmente partecipare con delle offerte…

Io sono ancora abituato alle aste "in sala", ove si parla tra esseri umani, al massimo seguendole "live" via internet, qualora ciò sia possibile.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da risa »

Buona domenica a tutto il forum. Vi sarei grato se voleste fornirmi qualche indicazione su di una fotocamera circa la quale è oggettivamente difficile trovare notizie. In modo del tutto casuale ho scoperto l'esistenza della Junost', prodotta dagli stabilimenti GOMZ di Leningrado. Si tratta di una telemetro dal nome, direi, perfino assai poetico: junost' infatti significa gioventù. Potete fornirmi qualche notizia su questa fotocamera dimenticata, per favore?

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4653
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da graic »

http://www.sovietcams.com/l.php?tmpl_in ... mpl_id=205
A primo acchito sembra un copia delle rangefinder economiche prodotte negli stessi anni in Germania, Zeiss Contina, Agfa Silette, Braun Paxette etc.
Indubbiamente molto interessante nel panorama delle fotocamere sovietiche, in cui si prediligeva una maggiore versatilità, penso sia piuttosto rara e quindi da tenere da conto
Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da risa »

Grazie infinite, Gianni, ho fatto una nuova e piacevole scoperta.

user20190605

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da user20190605 »

risa ha scritto:Buona domenica a tutto il forum. Vi sarei grato se voleste fornirmi qualche indicazione su di una fotocamera circa la quale è oggettivamente difficile trovare notizie. In modo del tutto casuale ho scoperto l'esistenza della Junost', prodotta dagli stabilimenti GOMZ di Leningrado. Si tratta di una telemetro dal nome, direi, perfino assai poetico: junost' infatti significa gioventù. Potete fornirmi qualche notizia su questa fotocamera dimenticata, per favore?
La "adoperavo" per qualche ora. E' interessante dal punto di vista collezionistico. Belle finiture. Era la prima fotocamera sovietica con la levetta di avvolgimento. Mirino piccolino, mirino telemetrico separato.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2876
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da Elmar Lang »

La Junost fu una compatta che -nel panorama delle fotocamere sovietiche a telemetro- era considerata di pregio e non un ripiego economico, pur essendo ad ottica fissa. Il suo tripletto, non dissimile dal Novar di Zeiss da' buoni risultati.

E' meno comune di quanto si pensi e, salvo sorprese, viene venduta ad un prezzo più proporzionato ad un pubblico di collezionisti, che di fotoamatori alla ricerca di una semplice macchina a telemetro di fabbricazione sovietica.

Comoda, intuitiva nell'uso, va bene considerandola un "taccuino d'appunti" fotografico, compatto e di solida costruzione.
"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 265
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: Telemetro sovietiche

Messaggio da risa »

Grazie infinite a tutti. È vero, gran bella macchina, avete ragione. Sarei curioso d scattare qualche rullino. Purtroppo al momento sono impegnato con gli acquisti per il medio formato, ma la Junost' è entrata nei miei pensieri.
Mi colpisce la cura per i particolari in questa fotocamera, che mi lascia immaginare una bella lente e una meccanica interessante. Capisco che possa solleticare l'interesse dei collezionisti. Grazie ancora

Rispondi