temperatura camera oscura

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

gongolo
esperto
Messaggi: 174
Iscritto il: 18/01/2011, 18:15
Reputation:

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda gongolo » 21/10/2011, 21:49

Ho l'impressione che questa idea sia un pò ottimistica, e per due considerazioni: la prima è che una lastra di marmo, con il calore della resistenza, anche se con le baxinelle sopra abbia una grandissima probabilità che si spacchi,la seconda è che portare a temperatura utile i bagni, occorra molto, troppo tempo. In più questo non servirebbe affato a stemperare l'aria ambiente, e ti assicuro che in inverno, stare 2 0 3 ore a temperature tra i 2 e i 10 gradi, è dura da morire. Idem l'estate, la sauna comunque viene fuori gratis.



Advertisement
Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda zioAlex » 21/10/2011, 22:59

non saprei.. Forse è un pò articolata la cosa..
Il marmo non credo che si spacchi ,eventualmente provi direttamente con la pietra refrattaria! :D
apparte gli scherzi... Si fa prima a scalda' l'ambiente con una stufetta, a quelle temperature ti passa anche la voglia di fare tutto, perdendo l'attenzione e lavorando con una certa fretta per "scaldarsi" nel muoversi... #:-s :D


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
rgart1983
esperto
Messaggi: 290
Iscritto il: 03/10/2011, 13:28
Reputation:
Località: Bologna

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda rgart1983 » 23/10/2011, 18:23

più che una stufetta è meglio un calorifero ad olio, sempre elettrico...

meno pericoloso e molto più performante... basta accenderlo 1 oretta prima e scalda l'ambiente in un attimo...

contando che 1 ora acceso costa si e no 20 centesimi direi che è un ottimo affare! Attenti però a non accendere altro sennò scatta l'interruttore generale!!

:D


io per i liquidi (ho la taverna a 17 gradi tutto l'anno) ho una bacinella da bucato con dentro acqua a 23-24 gradi che le mi tiene alla temperatura giusta...!



Avatar utente
porcospino99
guru
Messaggi: 303
Iscritto il: 28/10/2010, 12:06
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda porcospino99 » 26/10/2011, 13:52

Nella mia camera oscura in inverno sono arrivato anche a 5 gradi. Ho una camera piccolina 3mt, la riscaldo con un ventilatore che tengo per terra con resistenza elettrica (10/20 euro) e arriva molto presto a 20 gradi ed oltre.
i bagni se li devo preparare li preparo con acqua calda dal rubinetto (acqua calda centralizzta esce di media a 38 gradi) se sono già pronti metto le bottiglie a bagno maria in acqua molto calda per un po' intanto la temperatura della camera arriva a 20^ e dopo rimane abbastanza costante il tutto. Il brutto è quando esco dalla camera e nel resto del garage ci sono 5 gradi.... prima o poi mi viene un coccolone da sbalzo di temperatura.



Advertisement
Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 355
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda adridimo » 08/11/2011, 9:40

Dopo svariate consulenze sono arrivato ad una conclusione: COIBENTAZIONE

L'unica alternativa al freddo artico in CO è la coibentazione con pannelli di poliuretano espanso e una rasata di intonaco superficiale. Credo che sia la migliore alternativa perchè riuscirò ad eliminare due problemi: il freddo e la polvere. Ovviamente continuerò ad utilizzare la stufa elettrica ma senz'altro senza dissipare tutto il calore all'esterno. Sto pensando anche ad una cappa aspirante da montare sopra i bagni dato che dopo ogni sessione di CO mi ristrovo con un mal di testa terribile.

Per quanto riguarda l'illuminazione avrei bisogno di qualche consiglio:

1) Su una superficie di 11 m^2 quante lampade inattiche posso utilizzare senza avere problemi di velatura?
2) Come luce bianca per l'ispezione delle stampe cosa consigliate? Faretti alogeni, tungsteno, incandescenza o neon?



Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda Tecnico73 » 08/11/2011, 11:04

il problema del freddo è una cosa comune in tante co amatoriali, ho avuto il tuo stesso problema, la mia camera oscura e collocata come la tua in soffitta o meglio sotto tetto, freddissima in inverno e calda in estate, avevo posto lo stesso quesito qui sul forum, prendendo in esame varie soluzioni compreso il tappetino per terrari per animali esotici, poi presi per provare un riscaldatore per acquari con termostato regolabile fino a 34°, in questo modo ho risolto tutti i problemi di temperatura, metto le soluzioni nelle vaschette immergo in orizzontale il riscaldatore, metto sotto la vaschetta 2 pezzettini di legno, in modo da inclinarla, mandando quasi tutto il liquido verso il riscaldatore, la zona che riscalda del riscaldatore deve essere completamente immersa nel licopodio in modo da non bruciarlo, all'inizio imposto la temperatura massima per portarlo in temperatura, ogni tanto faccio circolare i liquido con un cucchiai di plastica per far distribuire il calore, una volta raggiunta la temperatura di 21° setto il termostato tra i 22° e i 24°, il tutto monitorato con termometro, in questo modo ho risolto tutti i problemi di temperatura, il riscaldatore ti serve di piccola potenza, completamente stagno e con termostato regolabile.

Visto che la stanza è fredda i liquidi si raffreddano molto velocemente per compensare questo dissipamento di calore la temperatura del riscaldatore deve essere sempre più alta di 4 o 5 gradi rispetto a quello che serve, ma senza starsi ad impazzire con la temperatura, lo sviluppo della carta ha una tolleranza, se stampi a 19° va bene se stampi a 22° va bene ugualmente.

Lo sviluppo della pellicola è un pochino più complicato, la variazione di temperatura comporta variazioni sia sui tempi di sviluppo che sui risultati, l'unica vera soluzione è una vasca termostatica, prendi una pentola abbastanza grande per immergere tank con le bottiglie dei vari prodotti, porti l'acqua ad una temperatura superiore a quella che ti serve (per compensare la perdita di calore) immergi il tutto e cominci lo sviluppo, monitorando le temperatura della tank con termometro, io ho fatto cosi per molto tempo, ho ho una jobo cpe2 e tutti i miei problemi sono risolti


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda zioAlex » 08/11/2011, 12:11

la coibentazione é la meglio cosa alla fine!
Una camera oscura deve essere anche ben strutturata con la possibilità di farci lavorare comodamente, senza problematiche....
Come mai ti viene il mal di testa? Forse l'ambiente é piccolo? Posso capire se fai dei viraggi con odori forti un fastidio lo puoi avere... :-?


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7

Avatar utente
adridimo
guru
Messaggi: 355
Iscritto il: 18/10/2011, 11:14
Reputation:

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda adridimo » 08/11/2011, 12:14

zioAlex ha scritto:la coibentazione é la meglio cosa alla fine!
Una camera oscura deve essere anche ben strutturata con la possibilità di farci lavorare comodamente, senza problematiche....
Come mai ti viene il mal di testa? Forse l'ambiente é piccolo? Posso capire se fai dei viraggi con odori forti un fastidio lo puoi avere... :-?


L'ambiente non è enorme e per ora non c'è ricambio di aria durante la sessione di stampa. Credo che il bagno di stop della kodak sia la causa del mal di testa. Oppure tutti i chimici insieme.

Hai qualche consiglio riguardo alla quantità di luce da utilizzare per lavorare bene ed in sicurezza?



Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda Tecnico73 » 08/11/2011, 12:30

adridimo ha scritto:
zioAlex ha scritto:la coibentazione é la meglio cosa alla fine!
Una camera oscura deve essere anche ben strutturata con la possibilità di farci lavorare comodamente, senza problematiche....
Come mai ti viene il mal di testa? Forse l'ambiente é piccolo? Posso capire se fai dei viraggi con odori forti un fastidio lo puoi avere... :-?


L'ambiente non è enorme e per ora non c'è ricambio di aria durante la sessione di stampa. Credo che il bagno di stop della kodak sia la causa del mal di testa. Oppure tutti i chimici insieme.

Hai qualche consiglio riguardo alla quantità di luce da utilizzare per lavorare bene ed in sicurezza?



se il tuo problema e lo stop, puoi provare o l'acido acetico da diluire oppure in alternativa, aceto di vino che contiene acido acetico entrambi sono prodotti naturali, il primo si trova in natura il secondo si fa dal vino

le carte rc richiedono una luce rossa posta ad una distanza dal piano di stampa che varia da 1 metro al metro e mezzo, non ci sono altre soluzioni, prendi un pezzo di carta e mettila sul piano di stampa poni sopra la carta una moneta e lasciala li per 5 o più minuti, poi sviluppa a fondo stop, fix e vedi se, si vede l'impronta della moneta se non c'è tutto ok altrimenti devi vedere quale e la causa, una lampadina non adatta per il tipo di carta oppure una distanza non adeguata, con questa prova vedi anche quanto tempo puoi lasciare fuori la carata dal pacco senza incappare in velature


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
zioAlex
superstar
Messaggi: 2037
Iscritto il: 14/07/2011, 15:26
Reputation:
Località: Albano Laziale (rm)

Re: temperatura camera oscura

Messaggioda zioAlex » 08/11/2011, 12:37

a mio parere non credo dipenda da tutti i chimici insieme, più probabile dal non ricambio d'aria che non hai!
Per la luce io ho ben 4 lampade rosse ma le ho montate molto vicino al soffitto (credo 3 metri circa, boh!): 2 sistemate nella zona di sviluppo, le altre 2 simmetricamente con le altre 2, sopra il tavolo dell'ingranditore che collego alla centralina dello stesso...
In camera ho la cornice in gesso con luce diffusa al neon (6400k)
NON VEDO L'ORA DI FARVI VEDERE LE FOTO DELLA MIA CAMEROZZA OSCURA!! :D
mi manca qualche accessorio d'arredo... :))


Nikon F4 Nikon F80
Nikkor-Q Auto f.135/2.8 Sigma 28/70 2.8
I.F.F. Eurogon con testa colori sottrattiva
**************
nokia C7



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti