Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
DavideG(83)
esperto
Messaggi: 112
Iscritto il: 13/10/2011, 8:20
Reputation:
Località: Bologna

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda DavideG(83) » 30/05/2014, 21:32

Certo, adatta il tempo se sei in priorità di diaframmi. In manuale ovviamente no.
Comunque prima ho provato ed in manuale puoi regolare i tempi in terzi di stop, per cui basta che regoli il tempo per fare le regolazioni fini.



Advertisement
Avatar utente
franzcalab
esperto
Messaggi: 292
Iscritto il: 11/03/2013, 20:49
Reputation:
Località: S. Lazzaro di Savena (BO)

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda franzcalab » 30/05/2014, 21:36

Fabrizio, ti confermo che, con la F4, puoi variare l'esposizione di 1/3 di stop solo lavorando a priorita' di diaframma o in program utilizzando l'apposito comando oppure agendo sulla ghiera iso. In queste due modalità infatti l'otturatore elettronico lavora "senza soluzione di continuità" e cioè senza gli step imposti dai comandi.
In manuale e a priorita' dei tempi invece questo non é possibile. (cosa invece che ricordo fattibile sulla F90, ma non sono sicuro...)

Ciao.
Francesco


Ciao.
Francesco

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 886
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda fabriziog » 30/05/2014, 21:56

Perfetto, grazie mille. Domani se il tempo è decente rifaccio il tentativo usando la priorità di diaframmi.
A questo punto però bisogna stare molto attenti alla costanza della luce, perchè eventuali variazioni della luminosità del muro possono sballare il risultato..
:-?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 10850
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda Silverprint » 30/05/2014, 22:04

Anche no. È un altro motivo per lavorare in automatico.

Per cambiare esposizione puoi usare la variazione degli iso ed il correttore fisso.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 886
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda fabriziog » 31/05/2014, 11:32

Mo allora arriva la confusione + totale.
Ho provato a misurare l'esposizione con la F4 al famoso muro bianco in ombra.
Se lavoro con priorità di diaframmi, chiudendo il diaframma, l'esposimetro trova sempre il tempo corrispondente per cui gli scatti che ottengo sono sempre in zona V. Avrei a disposizione ancora 1 stop di chiusura prima che la macchina segni "LOW" per cui vado in sottoesposizione, e con questo stop arrivo in zona IV. Con la sottoesposizione che posso impostare (il famso punlsante +/-) posso escendere di altri due stop, per cui arrivo in zona I. Non so come arrivare in zona 0.
Idem per l'estremo opposto della scala, al massimo riesco ad arrivare alla zona X.
Sono io che non ci arrivo o come si può fare?
Aspettare l'imbrunire che ci sia meno luce potebbe essere una soluzione??



Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2980
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda Pacher » 31/05/2014, 11:44

Io (non so se è il miglior metodo) faccio cosi. Tengo l'otturatore allo stesso tempo finche posso e cambio il diaframma, quando sono al massimo con il diaframma cambio il tempo. Cerco di non scendere troppo, mai sotto il 1/2 secondo.
Ultima modifica di Pacher il 31/05/2014, 11:55, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 886
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda fabriziog » 31/05/2014, 11:49

Per cui lavori in manuale se non ho capito male.
Esattamente così ho sempre fatto pure io



Avatar utente
franzcalab
esperto
Messaggi: 292
Iscritto il: 11/03/2013, 20:49
Reputation:
Località: S. Lazzaro di Savena (BO)

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda franzcalab » 31/05/2014, 12:11

Strano Fabrizio, qualcosa mi sfugge....
Quali sono gli iso, tempo e diaframma quando raggiungi i limiti?
Se la F4 ti indica "low" significa che il tempo è inferiore a 30" mentre se indica "hi" che é superiore a 1/8000 che è un range di 18 stop (se non sbaglio... )
... l'esposimetro della F4 ha un range da 0 a 21 EV...
Hai provato ad usare la ghiera iso invece del comando di sovra/sotto esposizione?

Ciao.
Francesco


Ciao.
Francesco

Avatar utente
fabriziog
guru
Messaggi: 886
Iscritto il: 06/06/2011, 11:05
Reputation:
Località: Paese, Treviso

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda fabriziog » 02/06/2014, 9:56

Niente, ci devo rinunciare o meglio, fare un test "mozzato". Con la ma attrezzatura posso fare solo due serie 125-100 ISO e poi 80-60 ISO.
Non ho la possibilità digestire il 1/3 di STOP.
Usando la priorità di diaframmi, la macchina riconosce i tempi intermedi, ma solo fino a quando l'esposimetro entra in azione, per cui solo per la zona V. Con la compenzazione potrei arrivare a +- 2 STOP. Qualche cosa per scendere nella scala per cui zona 2 ed 1 posso arrivarci impostando gli ISO.
Il problema è arrivare fino alla zona XII. Nella parte alta della scala posso arrivare solo alla zona VIII
Quando esco dal range dell'esposimetro (per cui voglio sovra-sotto esporre oltre i 2 STOP gestiti della compensazione), sia la F4 che la F90 utilizzano come diaframma il valore impostato e come tempo, il tempo impostato manualmente (anche a priorità di diaframmi).

l'esposimetro della F4 ha un range da 0 a 21 EV

Questo è vero, e significa che entro quel range, la macchina legge un valore e mi restituisce una coppia tempo diaframma corretta, cioè ottenere una esposizione corretta.
Ma quello che serve qui non è una esposizione corretta, ma sottoesporre volontariamente di 5 STOP e sovraesporre di 7 STOP. Se faccio questo usando la macchina in manuale non ci sono problemi. Ci si riesce tranquillamente. Ma fare delle serie che si differenziano tra loro di 1/3 di STOP con la macchina in manuale è il problema. Il tempo ed il diaframma quelli sono, non posso modificarli. A meno che non usi la priorità di tempi o diaframmi, ma allora torno al problema descritto sopra.

Presumo che il tutto si può risolvere usando attrezzatura che gestisce il 1/3 di stop a livello meccanico, ma io non la ho.

Ma chi ha fatto il test di SE, come ha fatto?? Parlo del 35 mm



Avatar utente
DavideG(83)
esperto
Messaggi: 112
Iscritto il: 13/10/2011, 8:20
Reputation:
Località: Bologna

Re: Test SE con corretta quantità di luce in scatto

Messaggioda DavideG(83) » 02/06/2014, 16:54

Scusa, ma io ho una f90 ed in manuale posso variare il tempo in terzi di stop. La tua non fa cosí?

Nel forum Silverprint diceva che esistono dei filtri ND al terzo di stop. Mi pare siano della Lee.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti