Test Sistema Zonale

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda paolob74 » 01/01/2012, 9:50

AUGURI!!!!!

:ymparty: :ymparty: :ymparty:

In settimana vado in negozio e ti faccio sapere...

Ciao ciao



Advertisement
Avatar utente
pieryp
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/07/2010, 8:24
Reputation:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda pieryp » 25/01/2012, 17:40

Buon giorno a tutti!
Eccomi qua; dopo quasi un mese d'attesa son riuscito a trovare la tela in juta. Con questa dovrei aver completato l'attrezzatura per svolgere il test.
Vediamo....:
Pellicola: trix 400
Rivelatore: Hc110
Filtri nd: 0,1 e 0,2
Tela in juta.
In teoria dovrei esser pronto per la ripresa e per lo sviluppo.

Dato che la fotocamera è una 6x6, pensavo di procedere secondo questo schema:

Inizio primo rullino

1. Ipotetica zona I; -4 stop; 400 iso; 1\500 f 22
2. Ipotetica zona I 1\3; -3 2\3 stop: 320 iso; 1\500 f16 aggiunta filtro 2\3
3. Ipotetica zona I 2\3; -3 1\3 stop; 250 iso; 1\500 f 16 aggiunta filtro 1\3
4. Ipotetica zona II; -3 stop; 200 iso; 1\500 f16
5. Ipotetica zona II 1\3; -2 2\3 stop; 160 iso; 1\250 f 16 aggiunta filtro 2\3
6. Ipotetica zona II 2\3; -2 1\3 stop; 125 iso; 1\250 f 16 aggiunta filtro 1\3
7. Ipotetica zona III; -2 stop; 100 iso; 1\250 f 16
8. Ipotetica zona III 1\3; -1 2\3 stop; 80 iso; 1\250 f 11 aggiunta filtro 2\3
9. Ipotetica zona III 2\3; -1 1\3 stop; 64 iso; 1\250 f 11 aggiunta filtro 1\3
10. Ipotetica zona IV; -1 stop; 50 iso; 1\250 f11
11. Ipotetica zona IV 1\3; -2\3 stop; 1\125 f 11 aggiunta filtro 2\3
12. Ipotetica zona IV 2\3; -1\3 stop; 1\125 f 11 aggiunta filtro 1\3

Fine primo rullino

Inizio secondo rullino

1. Ipotetica zona V; indicazione esposimetrica; 1\125 f 11
2. Ipotetica zona V 1\3; +1\3 stop; 1\125 f 8 aggiunta filtro 2\3
3. Ipotetica zona V 2\3; +2\3 stop; 1\125 f 8 aggiunta filtro 1\3
4. Ipotetica zona VI; +1 stop; 1\125 f 8
5. Ipotetica zona VI 1\3; +1 1\3 stop; 1\60 f 8 aggiunta filtro 2\3
6. Ipotetica zona VI 2\3; +1 2\3 stop; 1\60 f 8 aggiunta filtro 1\3
7. Ipotetica zona VII; +2 stop; 1\60 f 8
8. Ipotetica zona VII 1\3; +2 1\3 stop; 1\60 f 5,6 aggiunta filtro 2\3
9. Ipotetica zona VII 2\3; +2 2\3 stop; 1\60 f 5,6 aggiunta filtro 1\3
10. Ipotetica zona VIII; +3 stop; 1\60 f 5,6
11. Ipotetica zona VIII 1\3; +3 1\3 stop; 1\30 f 5,6 aggiunta filtro 2\3
12. Ipotetica zona VIII 2\3; +3 2\3 stop; 1\30 f 5,6 aggiunta filtro 1\3

Fine secondo rullino

Inizio terzo rullino

1. Ipotetica zona IX; +4 stop; 1\30 f 5,6
2. Ipotetica zona IX 1\3; +4 1\3 stop; 1\30 f 4 aggiunta filtro 2\3
3. Ipotetica zona IX 2\3; +4 2\3 stop; 1\30 f 4 aggiunta filtro 1\3
4. Ipotetica zona X; +5 stop; 1\30 f4
5. Ipotetica zona X 1\3; +5 1\3 stop; 1\15 f 4 aggiunta filtro 2\3
6. Ipotetica zona X 2\3; +5 2\3 stop; 1\15 f 4 aggiunta filtro 1\3
7. Ipotetica zona XI; +5 stop; 1\15 f 4
8. Ipotetica zona XI 1\3; +5 1\3 stop; 1\8 f 4 aggiunta filtro 2\3
9. Ipotetica zona XI 2\3; +5 2\3 stop; 1\8 f 4 aggiunta filtro 1\3
10. Ipotetica zona XII; +6 stop; 1\8 f4
11. Ipotetica zona XII 1\3; +6 1\3 stop; 1\4 f 4 aggiunta filtro 2\3
12. Ipotetica zona XII 2\3; +6 2\3 stop; 1\4 f 4 aggiunta filtro 1\3

Non riesco ad inserire il primo scatto in zona V utile a visualizzare meglio l'inizio della ripresa, in quanto dovrei utilizzare un quarto rullino, e non so se non ne valga la pena.
Nella tabella ho già inserito i tempi di scatto ed il diaframma per vari motivi: innanzitutto, essendo 36 pose a passo di 1\3 di stop l'una, cioè 12 variazioni d'unità di stop, mi ritrovo ad esaurire quasi l'intero range di cui dispone l'obiettivo; secondariamente, perchè mi sono accorto che non è difficile, sulla tela bianca, con una sensibilità di 400 iso ed in ombra aperta, centrare un esposizione in zona V pari a 1\125 f11; infine, perchè spero così facendo di semplificarmi la vita durante gli scatti: almeno avendo scritto tutto forse non mi perderò per la strada :p .
Può andare?

Riguardo poi allo sviluppo, mi conviene farlo uno rullo per volta oppure posso processarli tutti insieme nella stessa tank pur sapendo che, per il fatto che la tank è di misura utile a contenere un massimo di 3 pellicole 120, durante i ribaltamenti non si avrà un netto ricambio della soluzione sulle pareti del negativo?

Infine: il rivelatore. Andrea (Silverprint), per ottenere le caratteristiche che io desidero (grana secca), mi aveva consigliato, due tipi di sviluppi: lo studional oppure l'hc110.
Per quanto riguarda il primo: è l'equivalente del rodinal special o sono due cose diverse?
Per il secondo: il bugiardino kodak della trix riporta per lo sviluppo a 20° con hc110 b un tempo pari a 3' 45''. Questo tempo, guardando cosa c'è scritto su altre pubblicazioni http://www.covingtoninnovations.com/hc110/ e anche secondo la mia modestissima esperienza personale, dovrebbe essere troppo breve: "Numerous photographers tell me that the correct time for 400TX is only a few percent shorter than for the old TX. Even Kodak told me the same thing – though they insist that they didn't mix up the dilutions.However, it's generally agreed that Kodak's published time of 7.5 minutes for TX in dilution B was a bit long. Most photographers recommend about 6 to 7 minutes". Vi risulta?
Ringrazio tutti per la pazienza e l'attenzione.
Viva!!!
Pietro



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 25/01/2012, 19:11

Ohi Ohi Pietro....

Che post mega! Mi farai fatica'! :(

:D

Premessa: la nuova TX non l'ho ancora testata, ma la nuova sembra richiedere tempi più brevi. Comincio dalla fine: i tempi da vecchia tabella dell'HC-110 per la Tri-x (7' in B) erano sballati parecchio: veniva durissima. Decisamente opportuno passare a diluizioni molto più diluite :)) .Un tempo minimo intorno ai 4'00" può andare per fare un N-2 abbondante (la tri-x ci arriva). Dovresti cercare un tempo per N intorno ai 7-8'. Orientativamente dovrebbe uscir fuori con la diluizione F o qualcosa intorno ad 1+60 (la diluizione puoi fartela come più ti aggrada). Il doppio passaggio che consiglia Kodak è comodo solo perché il rivelatore è mieloso e un po' difficile da misurare bene per piccole quantità.
Lo Studional non è il Rodinal Special (che è comunque da provare). Lo Studional usato 1+15 come suggerito è anch'esso troppo energico, tempi di lavoro comodi si hanno con diluizione raddoppiata (1+30), anche con lo Studional (sempre 1+30) il tempo per uno sviluppo N dovrebbe essere intorno ai 7'.

Per quanto riguarda i test tutto ok, il piano è buono. Solo un dubbio: se il tempo di partenza non fosse quello che ipotizzi? Insomma, ;) i dati di ripresa potresti anche scriverli dopo! :)

Lo sviluppo secondo me puoi farlo tutto insieme (anche io in quella da tre ne metto due e basta). Se fai con cura e le metti testa a testa (lasciando il nastro per evitare che si sovrappongano) puoi anche infilare due 120 in una spirale (Paterson). Magari da non farsi coi rulli importanti... comunque di solito va.

Buon lavoro!


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
pieryp
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/07/2010, 8:24
Reputation:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda pieryp » 27/01/2012, 0:29

Salve a tutti ed un particolare grazie ad Andrea per l'aiuto e per il "buon lavoro!"
Intanto
Mi farai fatica'! :(

Aspetta... è solo l'inizio; mi sa che dovrai aver pazienza oppure mandarmi a quel paese... m'auguro la prima delle due :) :ymhug:
Allora.... oggi mi son preso e ho dato il via al mio primo test. Dopo aver razzolato pel cortile con la tela in una mano e l'esposimetro nell'altra in cerca della luce adatta alla ripresa, sono riuscito a far partire il baraccone e ad impressionare i negativi.
Ho cominciato con le tre Tri-x e, visto che c'ero ho fatto lo stesso con le Across 100 (seconda pellicola che vorrei testare).
Dopo varie tribolazioni son riuscito a concludere gli scatti. L'aver scritto il piano per la sequenza delle foto ha contribuito a distrarmi ancor meglio di quanto sarei riuscito senza alcun aiuto.
i dati di ripresa potresti anche scriverli dopo! :)
Tanto per cambiare avevi ragione. Uffa!
Finito il carosello ho sviluppato le Tri-x in HC-110. La diluizione adottata è stata 1+3 in 1+15 il che dovrebbe portare ad 1+63 (risulta oppure ho sparato la solita castronata? Ne ho il sentore...). L'immersione è durata 7', con 30'' di agitazione iniziale con il "pirulino" della Paterson; a seguire 4 ribaltamenti (10'') ogni minuto. Ora son lì appese in attesa di nuovi sviluppi :)). Ad occhio compare una bella scala di grigi e per il momento son proprio contento!
Prima di passare alla fase di stampa pensavo di sviluppare le Across, così da fare poi tutto assieme. Come le vedete con il rodinal? Si riesce ad ottenere una curva regolare o è meglio passare ad altri sviluppi (possibilmente con simili caratteristiche sulla pulizia della grana)?
Per quanto riguarda invece la questione della stampa ancora due domande e poi smetto:
La carta. Ne ho di diversi tipi e formati, per buona parte regalata o comprata in svendita e quasi tutta politenata. Farò le prove anche su questa, ma vorrei testare anche una baritata seria. Mi lancio sulla Adox mcc 110 di si è già parlato in precedenza?
Il contrasto. Nel momento della stampa per i test deve essere centrato sul grado 2. Per poterlo ottenere, è sufficiente escludere i filtri della testa a colori. Se così è, non serve operare controlli o correzioni di alcun tipo, come si dovrebbe fare invece se si dovesse stampare con gradazioni diverse. Si?
Saluto tutti, chiedo scusa per la noia e vi auguro buona notte. :) :) :)
Viva!



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 27/01/2012, 0:45

Bella la Acros... Volendo ha un'estensione fenomenale!
Col Rodinal ce la vedo bene, a naso, ma non ce l'ho (ancora) inzuppata.

Perché l'agitazione iniziale col "pirulino"? Io ci vedo meglio le inversioni (soprattutto all'inizio).
Il calcolo della diluizione è giusto. 4x16-1=63

Per fare un grado 2 va bene senza filtri. I test di stampa falli sulla carta nuova. La Adox è promettente (peccato voler fare la base bianca, che il caldino della base dell'Agfa MCC111 era proprio bellino). Anche la Rollei Vintage 111 mi piace molto.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
pieryp
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/07/2010, 8:24
Reputation:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda pieryp » 27/01/2012, 1:23

Perché l'agitazione iniziale col "pirulino"? Io ci vedo meglio le inversioni (soprattutto all'inizio).
Era per poter mettere immediatamente dopo il termometro nella tank e controllare eventuali variazioni di temperatura. Comunque se è preferibile cambierò tecnica.
Grassie!!!!!



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 27/01/2012, 1:28

Precauzione eccessiva? Forse no, ma se la temperatura ambiente è molto lontana dai 20°C metti tutto a bagno maria in una bella tinozza. È la soluzione migliore e più sicura.

Correggere variazioni di temperatura col variazioni del tempo, non è esattamente il massimo: non tutti i componenti presenti nel rivelatore reagiscono alle variazioni di temperatura nello stesso modo e le tabelle di correzione (anche se sufficientemente affidabili per lavori generici), potrebbero rivelarsi inadeguate per i lavori di precisione.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
pieryp
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/07/2010, 8:24
Reputation:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda pieryp » 27/01/2012, 1:52

metti tutto a bagno maria in una bella tinozza

Sisi, già lo faccio, e per rendere la remperatura ancora più stabile il bagnomaria lo faccio dentro una valigia-frigo, in cui la tank resta in ammollo per tutta la durata dello sviluppo (ribaltamenti esclusi,chiaramente). Di solito le variazioni di temperatura non superano gli 0,2°, però preferisco controllare che non si sa mai...Almeno se qualcosa va storto posso avvicinarmi a capirne il motivo



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11277
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda Silverprint » 27/01/2012, 1:56

Esagerato! :-o

:))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
pieryp
fotografo
Messaggi: 71
Iscritto il: 03/07/2010, 8:24
Reputation:

Re: Test Sistema Zonale

Messaggioda pieryp » 27/01/2012, 2:00

:)) :)) :))
Era un abitudine che avevo preso quando avevo provato a trattare rullini a colore. Richiedendo una temperatura più alta, era facile che quella ambientale portasse lo sviluppo a raffreddarsi in fretta. Poi ho conservato la valigia frigo in camera oscura e così...





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti