"Tiraggio"

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

"Tiraggio"

Messaggioda maxnumero1 » 03/01/2012, 21:30

che succede tirare una pellicola,da 800 iso a 1600?
dopo 800,si deve andare a 1600 e poi 3200 o si puo passare a 2000?
consigli?



Advertisement
Avatar utente
luca 1970
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 31/12/2011, 17:09
Reputation:
Località: Chieri (TO)

Re: "Tiraggio"

Messaggioda luca 1970 » 03/01/2012, 21:47

Tirare una pelicola di uno stop non crea risultati sconvolgenti alla fine... quindi non succede praticamente nulla: il contrasto aumenta pochissimo e nelle stampe quasi non te ne accorgi. Tutt'altra storia se sviluppi da te la pellicola allora devi opportunamente modificare i tempi di sviluppo (anche qui comunque uno stop non cambia tantissimo e rientra nella "normale" latitudine di posa della pellicola, a patto che non siano dia, e quindi quasi non te ne accorgi) se no ottieni negativi un pelo sottosposti (nelle dia il problema è più visibile).

AMMP non serve a nulla trare una pellicola di un solo stop: dai quatto in su la differnza si vede e può anche essere interessante sotto l'aspetto creativo: ho visto spledide immagini tirando a 400 asa una dia Velvia 50 (giusto 4 stop) opportunamente sovrasviluppata.

Cia Lu.


"La mia non è arte. Faccio il fotografo. Quello che è impresso nel negativo è quello che c'è in realtà" H. Newton

Avatar utente
maxnumero1
guru
Messaggi: 1177
Iscritto il: 13/01/2011, 12:50
Reputation:
Località: Parma

Re: "Tiraggio"

Messaggioda maxnumero1 » 03/01/2012, 22:00

il problema è fare foto ai concerti
dicevano che c'era luce sufficiente e poi a 2500 iso,ho fatto fatica,anche se devo ammettere che era in un locale un pò "Speciale"



Avatar utente
luca 1970
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 31/12/2011, 17:09
Reputation:
Località: Chieri (TO)

Re: "Tiraggio"

Messaggioda luca 1970 » 03/01/2012, 22:22

Tirnado a 2500 iso se hai usato una 400 hai sottoesposto di circa 3,5 stop. Basta sovrasviluppare di conseguenza e avrai un po' di contrasto in più (con il bn usi una carta un po' più morbida e salvi, parzialmente, capra e cavoli) se usi in colore basta avvertire il laboratorio e se lavorano bene (sottolieo se) non dovresti avere grossi problemi... certo accettando un po' di grana e di contrasto (che a mio parere fanno gioco).

Per la stampa in CO mi sono un po' arrugginito e aspetterei qualcuno esperto (e più fresco di me) è dal lontano '95 che non stampo e qualcosa ho dimenticato... ma graze a questo forum mi è venuta voglia di ripovare.

Ciao Lu.

Edit: che focale hai usato?


"La mia non è arte. Faccio il fotografo. Quello che è impresso nel negativo è quello che c'è in realtà" H. Newton

Advertisement
Avatar utente
Tecnico73
esperto
Messaggi: 227
Iscritto il: 06/07/2010, 8:32
Reputation:
Località: ABRUZZO - CHIETI - ORTONA
Contatta:

Re: "Tiraggio"

Messaggioda Tecnico73 » 08/01/2012, 15:08

ho una domanda che non ho ancora una risposta, se tiro di 1 stop una pellicola per esempio da 400 a 800 come riesco a calcolare la variazione di tempo dello sviluppo per ottenere immagini visibili sul negativo??


Ogni cosa che vedi guardando sulla lastra di vetro della tua reflex è la realtà, le cose come sono.
La fotografia è ciò che tu deciderai di farne di tutto questo. George Rodger

Avatar utente
luca 1970
guru
Messaggi: 470
Iscritto il: 31/12/2011, 17:09
Reputation:
Località: Chieri (TO)

Re: "Tiraggio"

Messaggioda luca 1970 » 08/01/2012, 18:36

Qua la cosa si fa più difficile... sono anni che non sviluppo un rullino, vado a memoria e spero che non mi tradisca

Aumeto di sensibilità di 1 stop aumentare il tempo di sviluppo del 25%
Aumeto di sensibilità di 2 stop aumentare il tempo di sviluppo del 50-60%
Aumeto di sensibilità di 3 stop aumentare il tempo di sviluppo del 70-100%

Tieni conto che aumentando il tempo di sviluppo aumenta in contrasto della pellicola.

Potresti anche aumentare la temperatura del bagno di sviluppo per accelerare un po' il trattamento, e per questo nella camera oscura in cui andavo c'era una prartica tabella, ma a memoria quì non posso andare.

Spero di non essermo sbagliato, ma per sicurezza attendi qualcuno con esperienze di CO più fresche delle mie.

Saluti Lu.


"La mia non è arte. Faccio il fotografo. Quello che è impresso nel negativo è quello che c'è in realtà" H. Newton

Avatar utente
Ottooooo
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 14/02/2012, 18:21
Reputation:

Re: "Tiraggio"

Messaggioda Ottooooo » 15/02/2012, 13:51

Scusatemi se recupero questo post ma ho una domanda che si collega. Avevo letto un post simile sul forum pentaxiani, in pratica una persona voleva sottoesporre di 1-2 stop un negativo SUPERIA 400 per evitare la spesa ed il reperimento delle versioni ad 800 e 1600 iso, e domandava lumi sullo sviluppo. Gli fu li appunto detto di indicare allo sviluppatore il valore iso con cui aveva scattato e che si trattava di allungare solo il tempo di sviluppo. Non c'era una risposta sicura però. Adesso io ravanando in rete leggo però che i negativi a colori sono in assoluto le pellicole con la maggiore latitudine di esposizione, e che 1-2 stop se li mangiano a colazione come niente fosse senza cambiare nulla nello sviluppo. Anzi, le sconsigliano per provare le macchine usate in quanto, proprio per questo, non si è in grado di verificare la lettura corretta dell'esposimetro (ad esempio http://lewiscollard.com/cameras/shooting-a-real-camera/).
Ora, chi ha ragione?





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti