TMax 3200...la prima volta.

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Sisoker
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 07/09/2010, 20:02
Reputation:

TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Sisoker » 23/10/2013, 8:20

Salve a tutti, ho da poco tempo fatto ritorno all'analogico, con l'acquisto come alcuni di voi già sapranno, di una splendida Pentax MX con 50mm 1.7.
Come primo rullo in attesa che mi arrivi la spesa fatta online, ho caricato una pellicola TMax 3200, sicuramente scaduta ma chi se ne frega...e vorrei sapere da chi la conosce bene, cosa mi aspetta da questa pellicola, magari con qualche immagine.
Raccontatemi...raccontatemi...



Advertisement
Avatar utente
Sisoker
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 07/09/2010, 20:02
Reputation:

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Sisoker » 02/11/2013, 23:56

Domani sera svilupperò la Tmax P3200, appena vedo il risultato vi faccio sapere.



Avatar utente
Sisoker
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 07/09/2010, 20:02
Reputation:

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Sisoker » 04/11/2013, 21:29

_MG_6606.JPG
_MG_6603.JPG
_MG_6604.JPG
_MG_6605.JPG


Eccomi quì con la pellicola sviluppata, o almeno credo.
Il risultato è decisamente scadente.
>Prima di postare le foto vi faccio sapere come ho proceduto.
Sviluppo Rodinal diluizione con acqua deionizzata, 1+100 per 1 ora sviluppo in stand.
Arresto con acqua deionizzata + un cucchiaino di aceto bianco
Fissaggio con fomafix, acqua deionizzata, diluizione 1+5 per 3 minuti
Lavaggio con acqua corrente per 10 minuti più lavaggio finale con imbibente.
Questo è il risultato.



Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Pacher » 04/11/2013, 21:40

Ma la splendida pentax mx funziona bene? i tempi sono precisi? e l'esposimetro? l'hai fatta vedere da qualcuno?
e la tmax come l'hai esposta? la pellicola era sicuramente scaduta, da quanto? magari adessi che il danno è fatto te ne frega un po di piu?
Te a chi dai la colpa cosi a sentimento?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11611
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Silverprint » 04/11/2013, 21:44

Ecco...

La prima volta non poteva mancare un "famolo strano". Non bastava un pellicola particolare, ci voleva particolare, scaduta e sviluppata seguendo la moda, ma non il buon senso.

Comunque, stranezze a parte, l'errore è sottoesposizione, non sono sottoesposti solo quei pochi fotogrammi che si salvano. La sottoesposizione che si vede è molto consistente, anche molto più di 3 stop. Forse, oltre l'imperizia, c'è anche qualcosa che non funziona.

Lo sviluppo stand è una moda bislacca nata di recente con la diffusione degli scanner, nella maggioranza dei casi si ottengono negativi non adatti alla stampa e comunque con caratteristiche particolari.
Per i tiraggi lo stand non è la soluzione adatta (la Tmx 3200 fatta a 3200 è un tiraggio, la sua sensibilità è sugli 800/1000 iso). Per i tiraggi ci sono rivelatori appositi (con caratteristiche quasi opposte) che essendo appositi funzionano molto meglio.

L'arresto con acido acetico o citrico funziona benissimo e costa meno dell'aceto. L'aceto non è detto che funzioni bene (e ce ne vuole più di un cucchiaio), è ottimo invece come condimento. :)

L'acqua deionizzata nella maggior parte dei casi fa più danni che altro, al limite si può usare (ma non è necessaria) per il risciacquo finale in imbibente. L'acqua del rubinetto invece va benissimo nel 99% dei casi, se è dura va anche meglio.

Tre minuti di fissaggio sono pochini per una Kodak t-max, comunque dovrebbe essere appena sufficiente.

Scusami se sono stato molto diretto, ma mi dispiace quando succedono queste cose.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Sisoker
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 07/09/2010, 20:02
Reputation:

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Sisoker » 04/11/2013, 23:04

WoW WoW e ancora WoW, non ne ho azzeccata una!
In effetti dopo quasi 15 anni di inattività mi son fatto consigliare da un amico che per la verità conoscendo le mie esigenze che purtroppo per ora sono quelle di fare la scansione dei negativi perché non ho ancora comprato l'ingranditore, mi ha appunto consigliato lo sviluppo in stand che per me era sconosciuto!
Prendo nota di tutti gli appunti di Silverprint, così da correggere le prossime volte e sopratutto non sbagliare più, per questo ti ringrazio, perché ho tantissimo da imparare.
Per la non corretta esposizione della pentax MX, non saprei!
Appena mi è arrivata ho volutamente caricato un rullo colore per verificarne l'efficienza in tutti i tempi di scatto e l'esposizione dal risultato delle stampe, è stata misurata sempre correttamente, quindi non so cosa sia sucesso.
Pacher ha scritto:Ma la splendida pentax mx funziona bene? i tempi sono precisi? e l'esposimetro? l'hai fatta vedere da qualcuno?
e la tmax come l'hai esposta? la pellicola era sicuramente scaduta, da quanto? magari adessi che il danno è fatto te ne frega un po di piu?
Te a chi dai la colpa cosi a sentimento?



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11611
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Silverprint » 04/11/2013, 23:29

Sisoker ha scritto:Per la non corretta esposizione della pentax MX, non saprei!


Neanche io!!! :)

Allora, facendosi due conti: 2 stop di sotto-esposizione ci sono per via del tiraggio (3200 invece di 800). Un altro magari si è perso tra stand e pellicola scaduta. Ne mancano ancora...

Altre cause di sottoesposizione possono essere stato l'aver scattato con luce insufficiente per essere letta dall'esposimetro e i soliti errori di esposizione dovuti alla lettura semi-spot in caso di scene dall'alto contrasto.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4695
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda impressionando » 04/11/2013, 23:58

Sisoker ha scritto:......mi son fatto consigliare da un amico che per la verità conoscendo le mie esigenze che purtroppo per ora sono quelle di fare la scansione dei negativi perché non ho ancora comprato l'ingranditore, mi ha appunto consigliato lo sviluppo in stand che per me era sconosciuto!

...e tu chiami amico uno che ti consiglia lo stand?
....togligli il saluto!
Ora sai che lo stand non è da fare a prescindere e che la Delta3200 non è una pellicola da dare in pasto allo scanner.



Avatar utente
Sisoker
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 07/09/2010, 20:02
Reputation:

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Sisoker » 05/11/2013, 0:57

@
Avatar utente
Silverprint

Per gli stop che mancano per arrivare alla schifezza che ho creato, può anche essere che mi sono in po incasinato settando l'esposizione in macchina, tenendo conto che il selettore iso della MX, arriva fino a 1600 e io ho considerato la pellicola come 3200!
@
Avatar utente
impressionando

La pellicola in questione è una Tmax 3200 ma questo penso non cambi le carte in tavola, dai togliergli il saluto no, magari mi ha consigliato in buona fede :-).



Avatar utente
Sisoker
fotografo
Messaggi: 66
Iscritto il: 07/09/2010, 20:02
Reputation:

Re: TMax 3200...la prima volta.

Messaggioda Sisoker » 05/11/2013, 6:56

Silverprint ha scritto:
L'acqua deionizzata nella maggior parte dei casi fa più danni che altro, al limite si può usare (ma non è necessaria) per il risciacquo finale in imbibente. L'acqua del rubinetto invece va benissimo nel 99% dei casi, se è dura va anche meglio

Ma è da evitare anche per la diluizione di sviluppo, arresto e fissaggio?
L'acqua che fuoriesce dai rubinetti di casa mia, quando utilizzata per esempio per lavare le posate, lascia delle macchie abbastanza presenti, immagino sia cloro ma posso anche sbagliarmi, ecco che con l'acqua deionizzata pensavo di fare cosa buona e giusta.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 2 ospiti