Inversione Pellicole B/N

Disussioni sulle tecniche alternative come l'infrarosso od il foro stenopeico

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Salvatore Sedda
esperto
Messaggi: 232
Iscritto il: 11/12/2014, 10:52
Reputation:
Contatta:

Inversione Pellicole B/N

Messaggio da Salvatore Sedda »

rieccomi qui pieno di dubbi e speranzoso :-)

Ho letto diversi post riguardo la possibilità di ottenere delle immagini positive da negativi bianconero con due diversi processi, uno dupplicando un negativo con un altro negativo e l'altro con un processo chimico di inversione. Nel primo caso, con le dupplicazione, immagino i due problemi principali siano il negativo di partenza da tenere maniacalmente pulito da pelucchi e granelli di polvere oltre che da impronte digitali e il velo grigio dell'acetato. Qualcuno di voi potrebbe condividere le sue esperienze positive e negative riguardo questo procedimento? ( vorrei usarlo per invertire la Ilford Hp5 )

Per quanto rigarda invece il processo chimico di inversione, ho adocchiato i prodotti della Bellini visto che uso principalmente Pan F e Fp4, per cui sembra sia specifico. Qualcuno che lo usa ha da darmi qualche consiglio in merito rispetto al risultato raggiunto e ai problemi incontrati?

Grazie a tutti !!!

Salvatore



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5778
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da -Sandro- »

C'è il mio articolo sul blog del forum.

Per quanto riguarda la duplicazione tramite internegativo è meglio lasciar perdere, a parte i problemi di pulizia, non esistono più pellicole adatte allo scopo con le quali ottenere risultati validi.

Ottimo il procedimento Bellini del quale ho ampiamente parlato nel mio blog.

Tra tutte le pellicole che si possono invertire la HP5 è la meno adatta, molto meglio la FP4 che viene molto bene.

Avatar utente
Salvatore Sedda
esperto
Messaggi: 232
Iscritto il: 11/12/2014, 10:52
Reputation:
Contatta:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da Salvatore Sedda »

Ciao Sandro, grazie per il tuo messaggio. Io pensavo di usare il processo esclusivamente per la Pan F e l'FP4, le Hp5 invece pensavo di invertile spot usando la dupplicazione. Che pellicole oggi è la migliore per questo tipo di processo? intendo la dupplicazione.

Dove trovo i tuoi articoli sul blog? Potresti incollarli in risposta a questo messaggio?

Vedevo sei di Genova, capiti mai dalle parti di Milano? Faccio parte di un collettivo che cerca di tenere viva una camera oscura, ci piacerebbe si riuscisse a realizzare una serata sul tema pellicole invertibili. :-)

Grazie mille.

Salvatore

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5778
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da -Sandro- »

Il fatto è che pellicole specifiche per duplicazione non credo ve ne siano, salvo essere smentito da fonti più autorevoli.
In passato ho usato la maco genius print che è una pellicola in fogli ma che aumenta il contrasto in modo inaccettabile, senza contare che la pulizia per quanto sia maniacale, non sarà mai abbastanza. Meglio l'inversione diretta, rinunciando alla 400 asa.

Ti ringrazio per l'offerta ma se dico di si a te, devo dirlo anche a chi prima di te mi ha richiesto la stessa cosa in altra sede. E in questo momento non posso proprio.

Saluti.

Avatar utente
alexmare93
guru
Messaggi: 433
Iscritto il: 25/04/2014, 10:33
Reputation:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da alexmare93 »

Giusto per dare un contributo scarno al topic, adatte all'inversione sono le nuove RPX della Rollei, poiché hanno il supporto in PET trasparente (io ho provato solo la 25, ma non credo che le 100 e 400 siano da meno). Io consiglio la 100, in quanto la 25 è parecchio contrastata.


Alessandro
Alessandro

Avatar utente
Salvatore Sedda
esperto
Messaggi: 232
Iscritto il: 11/12/2014, 10:52
Reputation:
Contatta:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da Salvatore Sedda »

Ciao Sandro, grazie mille. Chiedevo solo perchè leggendo spesso è difficile capire esattamente quali movimenti fare o come dosare l'intensità delle rotazioni o della luce in uno dei passaggi. Sentirò Bellini a questo punto, magari riesco a convincere qualcuno di loro a venire o a realizzare un video didattico che semplifichi e renda concettualmente semplice anche solo prendere in considerazione l'idea di sperimentare i loro prodotti di inversione. La 400Asa concordo con te che sia meglio tenerla negativa, meglio scannare un provino a contatto o direttamente il negati ( anche se preferisco la scansione del positivo rispetto a quella del negativo ).

Ti chiedevo i link ai tuoi post sul processo di inversione, dove li trovo?

@Alexmare93: potresti postare qualche scansione dei positivi invertiti o foto del positivo in cui si riesca a capire il livello di qualità del risultato? La mia è pura curiosità, non mi permetto di giudicare poi il tuo lavoro. ( mai che fossi di Milano, e ti andasse, mi farebbe piacere vedere dal vivo. )

Un importante negozio di materiale analogico di Milano promuove il processo di inversione Foma chiaramente abbinato alle loro pellicole... dice non ha ancora testato il processo Bellini... ma che probabilmente non lo farà cmq in quanto quello Foma a loro risulta essere ottimo. Io però sono come san Tommaso, se non vedo fatico a credere ad uno od ad un altro. Il concetto di bello o riuscito è troppo soggettivo...

Avatar utente
Livio83
fotografo
Messaggi: 42
Iscritto il: 11/12/2012, 11:09
Reputation:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da Livio83 »

Riprendo l'argomento per chiedere un consiglio, ho duplicato dei negativi 35mm su rollei pan25, vorrei ottenere delle diapositive per provare a stamparle su carta multigrade e poi invertirla. Ho scattato a 12, 25 e 50 iso ma adesso non so come sviluppare, ho trovato il foglietto della pellicola, ci sono i tempi per il d76 stock a 21° e un grafico con la curva caratteristica e le variazioni di contrasto proporzionali ai tempi di sviluppo. Allego la tabella. Sembra che il contrasto cresca man mano sempre meno all'aumentare dei tempi. Secondo voi sui 15 minuti a 21° otterrei un contrasto adeguato? Ho anche hc110 ma non ho trovato dati a riguardo e non ho altre pellicole per fare test. Grazie in anticipo!

P.s. So che non è il metodo migliore per produrre dia in bianco e nero. So che farei prima a stampare il negativo sulla carta comune ma mi serve proprio per provare l'inversione della carta. So anche che invertire la carta è difficile e impossibile. Non voglio prendere altri rivelatori perché è il gioco non vale la candela. :D
Allegati
gallery pages.pdf
(702.51 KiB) Scaricato 19 volte

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5778
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da -Sandro- »

A priori non si può assolutamente dire nulla, queste sperimentazioni richiedono tantissime prove preliminari per aggiustare il procedimento. A suo tempo usai il maco genius film che era più adatto per la duplicazione. Quindici minuti in D76 stock per una 25 asa sono veramente tanti, otterrai densità probabilmente inaccettabili e di conseguenza diapositive molto scure e prive di trasparenze e toni chiari. La via giusta è l'inversione chimica, con la duplicazione avrai la difficoltà dell'uso di una pellicola non adatta e in più la seccatura di tutto lo sporco che ci si inframmezza.

Avatar utente
Livio83
fotografo
Messaggi: 42
Iscritto il: 11/12/2012, 11:09
Reputation:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da Livio83 »

Immaginavo fosse così, tempo fa lessi sul tuo blog il metodo di inversione, troppo complesso da mettere a punto e troppe sostanze chimiche pericolose da maneggiare per le mie capacità. Ma, ripeto, il mio è solo il metodo più veloce per avere un positivo per fare una prova a tempo perso sulla carta, un gioco e niente di più. A questo punto lascio perdere il d76 e provo "cialtronescamente" con l'hc110 in diluizione b, taglio la pellicola in 3 strisce che svilupperò rispettivamente per 5, 6:30, 8 minuti. Tra diverse esposizioni e diversi tempi qualcosa uscirà!

Avatar utente
negativo
esperto
Messaggi: 201
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Inversione Pellicole B/N

Messaggio da negativo »

Esiste ancora una pellicola adatta alla riproduzione, unica superstite della gloriosa stirpe delle ortocromatiche a tono continuo, e si tratta della Ilford Ortho Plus. La si vende a partire dal formato 4x5 ed è ottima ( oltre che costosa....) nel senso che è una Vera tono continuo e ovviamente si può trattare in luce di sicurezza rossa e controllarne a vista il processo di sviluppo. Come diceva giustamente Sandro è sconsigliabile l'esposizione a contatto per via dei vari pelucchi o polvere difficilmente rimovibili dal vetro ( sopra e sotto) che poi si ritrovano immancabilmente sul negativo o positivo riprodotti. Essendoci passato anch'io attraverso questo "calvario", sono riuscito a ridurne del tutto o notevolmente l'inconveniente in questo modo: esporre ponendo il negativo nell'ingranditore. Anche abbassando del tutto la colonna non si arriverà alla riproduzione 1:1 ma comunque con il mio Durst 670 Color arrivo a ottenere un formato 4,5X6 cm e ciò mi permette successivamente di potere utilizzare il positivo e poterlo ingrandire utilizzando l'obiettivo 80 mm sull'ingranditore. Certamente bisogna possedere l'ingranditore che arriva almeno al 6x6 o 6x7.

Rispondi